sabato 5 maggio 2012

PER UNA LOMBARDIA SVIZZERA



di REDAZIONE
Nei giorni scorsi Ueli Maurer, ministro della Difesa della Confederazione Elvetica, ha affermato pubblicamente: “Annettere la Lombardia per noi non sarebbe un problema. La Lombardia rappresenta circa il 90% del totale di tutti gli scambi commerciali con il nostro paese”.
Ciò che però ci  ha stupito più di tutto è stato l’immediato consenso di molti lombardi, come si può vedere dai commenti presenti su questa testata, su Internet e sui social network in genere.
Cogliamo questa occasione. La Lombardia diventerebbe il 27esimo cantone svizzero (otterrebbe, cioè, una maggior indipendenza), pagherebbe meno tasse, entrerebbe a far parte di un Paese efficiente, serio e all’avanguardia, neutrale, estraneo all’influenza negativa dell’Unione Europea e degli Stati Uniti; passeremmo al franco svizzero, con una diminuzione dei tassi d’inflazione, pagheremmo un minor pedaggio autostradale; e soprattutto continueremmo a parlare italiano, mantenendo dunque le nostre tradizioni.
Da qui, la nascita – addirittura di una petizione da sottoporre ai lombardi. Da qui la proposta e l’iniziativa, nonchè l’invito di questo giornale, a firmarla. Raggiungere 500.000 firme può far gioco in vista della proposta di un referendum per la richiesta dell’indipendenza!


un commento dal sito
gio:
Guarda che far parte della CH vuole praticamente dire essere indipendenti. Il Canton Ticino è Repubblica federata. Gli sghei stanno all’80% in loco, that’s what matters. La Federazione si occupa di difesa (e bene), policing centrale (muy bene), standards comuni minimi (strade, ospedali ecc) e poco altro.
Se aspettiamo che qualcuno renda Veneto e Lombardia indipendenti da Rrrroma – campa o’ciuccio.
Se invece, per caso, la CH veramente supportasse l’idea, per lei economicamente attraente, vedo molto più fattibile lo scenario di Longobardia annessa (alla CH).. Veneto a seguire. Fuori dall’italia first, il resto vediamo poi..


Io personalmente credo che per i lombardi sia meglio la Svizzera che la dittatura europea,per L'Italia invece senza lombardia e Veneto sarebbe il fallimento quindi o si cambia e si cambia veramente
il che significa un'Italia indipendente senza Euro e senza questi politici ladroni o in caso contrario meglio annessione alla Svizzera e a quel punto l'Italia dovrebbe svegliarsi sul serio.
la decisione dovrebbe essere del popolo con un referendum e il risultato mi sembra scontato,
comunque il tutto mi sembra una interessante  provocazione nel senso o cambiamo i nostri politici di merda oppure chiediamo annessione alla federazione Svizzera
Ivano Antar Raja


1 commento:

  1. o provengo dal Veneto ... e che fregatura!!!
    hahahahha, lavoro, lavoro e lavoro, e per cosa?
    Per sapere questo alla fine:
    L'Italia invece senza lombardia e Veneto sarebbe il fallimento quindi o si cambia e si cambia veramente

    Però i veneti o i lombardi avrebbero vissuto meglio senza italia, ora è tardi, sono finiti anche i veneti, a verona non trovi lavoro

    RispondiElimina