martedì 19 giugno 2012

IMPRENDITORI E MMT


A cosa si resiste se non si capisce chi ci sta distruggendo? Lo dico a Luca Peotta, che ho giustamente strattonato nei giorni scorsi. Ma sono certo che ci capiremo presto.

Ieri ho incontrato una ventina di imprenditori in provincia di Parma, riuniti dall’imprenditrice Rossella Giavarini. Chiunque mi segue conosce bene la mia spietata sincerità, quindi fidatevi quando dico che se questa gente sequestrasse Confindustria saremmo sulla via della salvezza del Paese.

Tre ore e mezza di Modern Money Theory  intensiva, Golpe Finanziario, comprensione del sistema bancario, produzione, occupazione, salvezza. Alla fine li ho lasciati con idee chiare, chiarissime.

Questa è gente che sbriciola la retorica politica, quella sindacale, e va dritto al cuore di tutto: salvare, con la MMT, l’economia italiana dal disegno distruttivo dell’Eurozona franco-tedesca è l’unica via per tutelare la democrazia, le imprese, i lavoratori oltre le fittizie divisioni imposte dai poteri Neoclassici e Neomercantili.

Sanno che non c’è più tempo. Sanno che la sinistra del PD è una base di inconsapevoli e un vertice di falsari veri neoliberisti. Sanno che i sindacati sono morti, inutile parlare con loro. Sanno che la produttività del sistema tedesco avvelena i dipendenti, non produce nulla. Uno di loro ha detto: “Non sono dipendenti, sono nostri colleghi”. Sanno che la politica, la casta, e i media non lavorano per loro, per ciò che hanno fatto in una vita di impegno. Al contrario.

E ora sanno esattamente chi li sta colpendo, con che mezzi, con quali fini, e cosa ha portato per la prima volta nella Storia al fatto che in Italia ora si suicidano i licenziati e gli imprenditori insieme.

Ora sanno che esiste un’economia di immensa autorevolezza accademica, con 100 anni di storia, che li può aiutare. Non frottole, non ipotesi. E nomi del calibro di Mosler, Galbraith, Kelton, Parguez, Auerback che verrano in Italia a incontrarli per fare un vero movimento, competente e inattaccabile.

Appello agli imprenditori: chiedetemi i contatti dell'imprenditriceRossella Giavarini, fate rete. Non morite del morso del serpente con l’antidoto a portata di mano.


Nessun commento:

Posta un commento