lunedì 9 luglio 2012

PULIZIA INTERIORE


Premessa: Noi che usiamo i fiori di Bachsiamo solo dei poverini fuori di testa che ambiscono la morte dei loro pazienti e cercano di evitare loro gli antibiotici per una pura questione idealisticaSiamo lontani dalla realtà. In faccia al C.I.C.A.P., uno studio sperimentale condotto in doppio cieco a Santa Clara (Cuba), corroborato e pubblicato da SE.DI.BA.C. (Sociedad para el Estudio y la Difusión de la Terapia del Dr. Bach de Cataluña), dimostra che su 70 pazienti con presenza di ascesso dentale suddivisi in due gruppi da 35 soggetti l’uno, i primi 35 trattati con cure tradizionali hanno avuto una guarigione del 57,1% contro quella del 94,3% ottenuta dai pazienti che usarono il SOLO Crab Apple.
Il fiore: è il fiore del melo ornamentale, candido come la purezza, in grado di ristabilire equilibrio nell’immagine e nella percezione della stessa.
Parole di Bach: “E’ il rimedio della depurazione. Per coloro che hanno la sensazione di avere in sé qualcosa di sporco. Spesso è una cosa apparentemente insignificante;a volte, invece, si tratta di una malattia più seria, che viene quasi trascurata rispetto alla sola cosa su cui la persona si è concentrata. In ogni caso, l’individuo è ansioso di sbarazzarsi di questo problema che per lui è divenuto essenziale da curare, e si abbatte molto se la cura fallisce. Questo rimedio risana le ferite se il paziente ritiene che nel corpo ci sia qualche veleno che debba essere espulso” (Edward Bach).
Toccando una dinamica così sottile, non possiamo non addentrarci nel discorso delle influenze che ha su di noi ciò che ci circonda. Crab Apple, fiore del melo ornamentale, è un’essenza che tocca profondamente la vita di tutti noi se considerata cogliendone gli aspetti transpersonali e quelli evolutivi. Bach ha svolto un servizio per l’umanità tutta che è assolutamente, ad oggi, profondamente incompreso. Ciò che era negli intenti del medico gallese, ovvero trovare una medicina che fossecompletamente naturale e non nociva in alcun aspetto di sè, ha dato vita ad un sistema di lavoro sull’uomo cui sarà dato il giusto peso solo quando molte delle dinamiche imperanti nella società contemporanea saranno desuete. Ora è presto. O tardi, a seconda dei punti di vista. Osservare l’uomo dalla torre d’avorio del “pensiero intonso”, come ad alcuni di noi è concesso (e che hanno lavorato per ottenerlo!!), permette di avere una calibrazione degli eventi molto più vasta rispetto ad essere coinvolti nella società e lottare per essa. Quindi alcuni di noi possono chiaramente vedere che dall’età dell’Oro siamo passati a quella del ferro, poi a quella del piombo e così via, in una caleidoscopica discesa verso il cattivo gusto. Credo nell’incarnazione e nella de-materializzazione. Credo che sia stato un male necessario previsto nel disegno originale visto che, fino ad una nuova Newtoniana prova contraria, sottostiamo alla forza di gravità. Tirati verso il basso. Fortunatamente stiamo toccando il fondo. E toccare il fondo ha lo scopo di darsi la spinta per risalire. Tutti sogniamo una società diversa negli intenti e negli scopi, ma chi di noi fa suo il motto di ghandiana memoria: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”? Per questo credo che la condivisione esperienziale sia la formula ad hoc per una risalita. Ovviamente con affinità di anime.
Questi aspetti sono la chiosa introduttiva all’articolo di oggi perchè volenti o nolenti siamo nel mondo e da esso influenzati sia negli materici che in quelli spirituali. Molti di noi, e mi rivolgo qui a chi ha compreso l’introduzione, il coinvolgimento nel mondo e da esso è toccato. Si, perchè Crab Apple può essere impiegato, essendo rimedio della purificazione, come depurativo, come strumento d’accettazione della propria immagine e quindi della propria persona, come appunto, strumento di purificazione a tutti i livelli, per l’anoressia, la bulimia, come supporto per valorizzare l’autostima, per espellere i calcoli, pulire la pelle, disinfettare e chiudere le ferite ma anche, come detto, per liberarci dell’influenza pesante del mondo che ci circonda. Vediamo tutti questi aspetti comprendendo così le motivazioni che mi spingono ad affermare che “Bach ha svolto un servizio per l’umanità tutta che è assolutamente, ad oggi, profondamente incompreso“.
Azione depurativa: CRA (sigla, impiegata da qui in poi) ha un’utile funzione depurativa, ci aiuta infatti a pulirci nel caso in cui percepiamo di avere qualcosa di sporco dentro di noi. Questa sensazione può derivare dalla presenza di un tumore, per esempio, dal massiccio utilizzo di farmaci, di effetti chemioterapici, interferone, cortisone, intossicazioni alimentari e non, disintossicazione da stupefacenti, da tabagismo, da superalcolici. Da tutto ciò che non è presente naturalmente nel corpo ed infastidisce il normale scorrere della vita.
Disinfettante: il principio è il medesimo, applicato però al micrcosmo anzichè al macrocosmo. La ferita prevede l’ingresso di qualcosa di estraneo nel corpo che lo stesso ha la forza di controbattere mettendo in atto tutta una serie di meccanismi di difesa come le fasi emostatica, infiammatoria, proliferativa e della maturazione. Tutti processi che avvengono nell’organismo per suturare e sanare la lesione. L’impiego di CRA, aiutando ad espellere gli agenti patogeni, come afferma Bach in “Questo rimedio risana le ferite se il paziente ritiene che nel corpo ci sia qualche veleno che debba essere espulso“. Questo concetto viene corroborato proprio dalle azioni del medico gallese che creò una crema standard la cui ricetta viene ancor oggi prodotta in tutto il mondo e distribuita in tutte le farmacie sotto il nome di “Rescue Cream®” se prodotto da Nelson (distribuito in Italia da Loacker), oppure “Estratto universale in crema” se prodotto da Di Leo, “Resource Remedy” se di Guna, “Five flowers natural cream” se di Healing Herbs e che comprende oltre alla ben nota formulazione del RIMEDIO D’EMERGENZA O RESCUE REMEDY,  proprio appunto il protagonista di questa nostra storia, Crab Apple.
Antisettico: ovviamente la medicina ufficiale contempla questi rimedi come al meglio placebo e non come effettivi aiutanti dell’uomo. Quando si ottengono risultati, non essendo in doppio cieco, vengono catalogati come casuali ed abbiamo addirittura l’onore di essere stati considerati come inefficaci dagli eminenti studiosi del C.I.C.A.P., un gruppo di simpatici ometti che, avendo null’altro da fare, se ne va in giro a dire ciò che è vero e ciò che non lo è. Beato il mondo e le sue paranoie. Comunque, oltre le digressioni, abbiamo in CRA un valido aiuto, magari sostenuto da Rock Water, abile a disgregare. Ovviamente, come detto in premessa, NOI CHE USIAMO I FIORI DI BACHsiamo solo dei poverini fuori di testa che ambiscono la morte dei loro pazienti e cercano di evitare loro gli antibiotici per una pura questione idealisticaSiamo lontani dalla realtà. In faccia al C.I.C.A.P., uno studio sperimentale condotto in doppio cieco a Santa Clara (Cuba), corroborato e pubblicato da SE.DI.BA.C. (Sociedad para el Estudio y la Difusión de la Terapia del Dr. Bach de Cataluña), dimostra che su 70 pazienti con presenza di ascesso dentale suddivisi in due gruppi da 35 soggetti l’uno, i primi 35 trattati con cure tradizionali hanno avuto una guarigione del 57,1% contro quella del 94,3% ottenuta dai pazienti che usarono il SOLO Crab Apple. LEGGI LO STUDIO (in lingua iberica).
Accettazione della propria immagine e corretta valutazione dell’autostima: come puoi ben vedere, parlando di fiori di Bach, abbiamo la possibilità di saltare di palo in frasca parlando dello stesso argomento, dello stesso fiore, e questa è la grande possibilità che ci è data. Il giudizio altrui può essere correttamente inserito nelle dinamiche della nostra personalità, premettendoci di comprendere quando una nostra azione sia eticamente o a livello personale errata, perchè un giudizio esterno, di una persona che voglia il nostro bene, ci soccorre aiutandoci a modificare un comportamento, un atteggiamento. Ma per alcuni di noi il giudizio assume caratteristiche di importanza capitale, sminuendo la persona, accrescendo la valutazione degli altri. E può essere sia di giudizio sugli atteggiamenti che sull’immagine. la persona anoressica che si vede grassa anche se decisamente sottopeso avrà grandi benefici da un trattamento a base di CRA perchè creerà un grande riequilibrio tra la percezione di sè stessa per sè stessa, diminuendo il valore di come si è visti dall’esterno. Altro Disturbo Alimentare Psicogeno (D.A.P.) è la bulimia. Ciò che la contraddistingue, è un problema dell’alimentazione per cui una persona ingurgita una quantità di cibo esorbitante per poi ricorrere a diversi metodi per riuscire a non metabolizzarlo e, quindi, ingrassare (vomito autoindotto, utilizzo di lassativi e purghe). Anche qui incontriamo un problema correlato all’immagine di sè e CRA è un grande alleato poichè riporta l’attenzione al centro, eliminando ciò che sia non voluto. Possiamo anche creare sinergia con White Chestnut ad esempio, per trattare disturbi come il D.O.C. (Disturbo Ossessivo Compulsivo) principalmente caratterizzato dall’anancasmo, una sintomatologia costituita da pensieri ossessivi associati a compulsioni (azioni particolari o rituali da eseguire) che tentano di neutralizzare l’ossessione.
Livello spirituale: inteso in questo ambito, il fiore del melo ornamentalepuò aiutare ad abbandonare una forte relazione col mondo nel caso in cui sia questa la causa, od una delle tali, ad impedire, anche solo in parte, l’evoluzione personale del singolo, scopo ultimo ed unitario di ogni anima incarnata (anche se ne fosse all’oscuro). Necessario è però un importante distinguo da verificarsi in fase di colloquio, ovvero la reale possibilità che la persona sia realmente subissata dalle richieste del mondo, volendo ma non riuscendo a disfarsene e non, come spesso invece accade, con il problema opposto, cioè isolata nella sua superiorità in uno stato Beech che, vista da fuori, somiglia alla prima ma che, in realtà, ne differisce profondamente nei contenuti.
Conclusioni: Ecco spiegate le parole ”Bach ha svolto un servizio per l’umanità tutta che è assolutamente, ad oggi, profondamente incompreso“, ovvero nella possibilità di agire contemporaneamente sui livelli FISICOMENTALEEMOTIVOENERGETICOSPIRITUALE, è prerogativa SOLO dei fiori di Bach. Non esiste altra medicina in natura in grado di compiere questo servizio. Ovviamente non possiamo NON considerare l’interazione terapeuta – paziente, che è non solo necessaria, ma spesso anche automatica (vedi transfert e contro-transfert).
Crab Apple, il protagonista di oggi, esce vincitore a tutti i livelli quindi, purificatore per eccellenza a tutti i livelli, grande liberatore dalle influenze non volute che ci tormentano. Per essere veramente leggero, LEGGERO come fiori di melo.

fonte link

Nessun commento:

Posta un commento