lunedì 6 agosto 2012

NON ERAVAMO I PIIGS. TORNEREMO ITALIA.


·      






Adottando l’Euro l’Italia si è ridotta allo stato di una nazione del Terzo Mondo che deve prendere in prestito una moneta straniera, con tutte i danni che ciò implica” Prof. Paul Krugman, Premio Nobel per l’Economia, USA

La Banca d’Italia ha mostrato che il nostro Paese entrò nell’Eurozona con la maggiore produzione industriale d’Europa. Dopo 10 anni di euro siamo fra i PIIGS, fra i ‘maiali’ d’Europa. Con la Lira l’Italia emerse dalle macerie della guerra per divenire in pochi anni la settima potenza mondiale, col maggior risparmio privato al mondo. Oggi falliscono 15.000 aziende all’anno e abbiamo i più bassi redditi dell’OCSE, le pensioni sono dimezzate, le tasse inaudite. E’ l’Eurozona che ci distrugge, coi Trattati europei che hanno esautorato anche il nostro Parlamento. La crisi del debito italiano non esisteva prima dell’euro. Esiste oggi perché l’euro non è dell’Italia, ma delle banche internazionali, e dover onorare un debito nazionale con una moneta di altri è il vero motivo del nostro inarrestabile collasso.
Uscirne si deve e si può con una nuova sovranità monetaria, indenni, e anzi, più ricchi e democratici, senza inflazione, né svalutazione, e con un grande rilancio produttivo assieme alla piena occupazione. Questa conferenza stilerà un Manifesto Economico MMT di Salvezza Nazionale per aziende e cittadini, per mano degli economisti internazionali nostri ospiti, e secondo le linee guida di un’economia che ha fatto la Storia del XX secolo e la ricchezza dell’Italia che fu. Il Manifesto sarà trans-partitico, ogni cittadino o azienda lo porrà alle proprie forze politiche come condizione per l’ottenimento del proprio voto.



PAOLO BARNARD, Agosto 2012

Nessun commento:

Posta un commento