giovedì 16 agosto 2012

ULTIMA FRONTIERA


Riporto i testi di due canzoni del gruppo Ultima Frontiera(davvero bravi, anche musicalmente) in quanto li ritengo utili a comunicare un certo spirito italico che io stesso voglio trasmettere attraverso il mio libro La rinascita Italica. Risulta più che mai importante in questo periodo storico non lasciarsi “mondializzare”, ma ricostruire la propria identità, prima italiana e poi europea, in quanto non è possibile edificare una vera Europa se non sulla fratellanza di nazioni libere, indipendenti e dotate di sovranità monetaria.

Ribadisco – è necessario farlo ogni volta – che io non sono schierato né a destra né a sinistra. Le idee non appartengono a una posizione nello spazio (destra/sinistra), bensì a un determinato livello della coscienza; e ogni idea deve far riferimento a principi che si collocano verticalmente (per es. “onore”, “Patria”, “sovranità nazionale” “libertà”), senza venire influenzati da alcuna contrapposizione orizzontale fra i diversi schieramenti.
Per esempio, il concetto di “Patria” non può e non deve appartenere unicamente alla destra. È qualcosa che si colloca ben al di sopra degli schieramenti politici; è qualcosa di cui non si può venire convinti: o lo si sente nel Cuore – come lo sentivano i nostri avi – oppure per noi non può rivestire alcun valore.
Ora godetevi un po’ di musica.
ULTIMA FRONTIERA – Schiavo della libertà
Vi consiglio di ascoltare il pezzo leggendo il testo, che riporto di seguito:
Questo è il ballo degli ipocriti, dei vili, degli ignavi, delle pecore mediocri, dei moderni e nuovi schiavi!

Schiavo del tuo look, di Facebook e di “Beautiful” con Brooke Logan Forrester
Dell’America in TV, MTV, pay-per-view
Di apparire e consumare, desideri da esaudire
Dei prodotti made in China, della Bayer Aspirina
Psicofarmaci extra strong come palle da ping pong
Un po’ di qua, un po’ di là: schiavo della libertà!

Schiavo della canna, della pera e del tempo che è denaro
In questa era dove devo fare tutto in un’ora
Della pace senza guerra, girotondo e giù per terra
Senza più guardare il cielo, senza sole, sotto un velo
Se non vedo non è vero, non ci credo, non ci spero
Chi l’ha visto e chi lo sa: schiavo della libertà!
Schiavo della sindrome elezioni
Percentuali e frustrazioni, dei cattivi contro i buoni
Democratiche illusioni, delle code alla mattina, del petrolio e la benzina
Della banca che strozzina e l’Europa a pecorina
Tre civette sul comò: O.N.U., N.A.T.O., W.T.O.
Il messia ci salverà: schiavo della libertà!

Schiavo dell’amplesso per l’ingresso, per un posto ad ogni costo
E l’Italia è una troia, schiavo di un governo boia
Di chi imbroglia, di chi sbaglia, di chi dorme e non si sveglia
Della pubblica opinione, l’antidiscriminazione
Schieramenti no e sì, della cena col TG
Pausa per pubblicità: schiavo della libertà!

per l'Onore d'Italia Ultima Frontiera
ULTIMA FRONTIERA – Anime armate

Vi consiglio di ascoltare il pezzo leggendo il testo, che riporto di seguito:
Guerriero sacro, valore antico
Soltanto dentro te il tuo nemico
Arma la tua anima di forza e onore
Marcia diritto verso il sole!

Tu sei un guerriero, non cedere mai, questo è il momento di diventare eroe!
Ti aiuteranno soltanto gli dèi in questa santa tua grande guerra, la tua grande guerra!

È qui e ora la tua battaglia, cogli il presente e resta sveglio
Ardisci e credi, saremo e siamo il risultato di ciò che pensiamo
Dona te stesso nella via guerriera, uccidi l’egoismo, l’ira e la paura
Alzati e domina le tue passioni, i tuoi pensieri, le tue azioni!
Tu sei un guerriero, non cedere mai, questo è il momento di diventare eroe!
Ti aiuteranno soltanto gli dèi in questa santa tua grande guerra, la tua grande guerra!

Tu sei un guerriero, non cedere mai, questo è il momento di diventare eroe!
Ti aiuteranno soltanto gli dèi in questa santa tua grande guerra, la tua grande guerra, la tua grande guerra, la tua grande guerra!

Salvatore Brizzi link
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)




Nessun commento:

Posta un commento