domenica 11 novembre 2012

HOMO FABER arte contemporanea,castello Sforzesco

 HOMO FABER 
Il ritorno del fare nell'arte contemporanea 
Sale della Rocchetta - Castello Sforzesco 
8 novembre 2012 - 6 gennaio 2013 
martedì - domenica 9.00 - 13.00 / 14.00 - 17.00 
ingresso con biglietto museo 
Info: 02. 884 63700 
Dettagli

http://www.milanocastello.it/ita/home.html


L'arte medievale incontra quella contemporanea, in un sinergico abbraccio tra linguaggi differenti.
"Homo Faber. Il ritorno del fare nell'arte contemporanea" è il titolo della mostra curata da Mimmo Di Marzio in collaborazione con Nicoletta Castellaneta, in programma dall'8 novembre 2012 al 6 gennaio 2013 e che ha l'obettivo di sottolineare il legame concettuale e formale esistente tra le opere realizzate in epoche così lontane.
Le creazioni artistiche a partire dal Medioevo sino a oggi sono l'esemplificazione del ritorno alla technè, alla "tecnica", dove l'artista veste i panni dell' "homo faber", artigiano esperto, colui che fa della manualità un valore. Come spiega Di Marzio, il ritorno all'artigianalità, soprattutto nell'arte, è l'antidoto al declino della società vittima della globalizzazione. L'arte abbandona infatti la cosiddetta "aurea di sacralità" di cui è sempre stata investita per ritornare a una dimensione di materialità e di quotidianità. Si avvicina all'uomo e instaura con lui un dialogo alla pari.
L'evento prevede l'esposizione di lavori realizzati da oltre trenta artisti contemporanei, famosi a livello nazionale e internazionale. Il tutto nella storica e affascinante cornice del Castello Sforzesco a Milano, luogo simbolo per eccellenza della cultura e delle bellezze medievali.
Il contrasto interessante tra passato e presente sta proprio nella scelta della location storica."Artisti contemporanei fanno incursione nel Castello Sforzesco con opere, appartenenti a linguaggi estremamente diversi, da cui emergono il primato della tecnica e della manualità"- ha raccontato il curatore Mimmo Di Marzio. " La mostra prende infatti, in considerazione l'opera in sè, nella sua essenzialità, svincolata da ogni contrapposizione dettata dall'appartenenza all'arte figurativa o concettuale".
Il suggestivo percorso offre al pubblico lavori realizzati tramite diverse forme artistiche: la pittura, il disegno, la scultura ma anche le installazioni e i video, il tutto in una straordinaria dimensione di sospensione tra ciò che profuma di storia e la modernità.
La mostra è visitabile dall'8 novembre 2012 al 6 gennaio 2013, dal martedì alla domenica ore 9.00- 17.30. Ingresso: intero euro 3, ridotto euro1.50 fonte

Nessun commento:

Posta un commento