giovedì 8 novembre 2012

UNO STATO VAMPIRICO


mario monti gruppo bilderbergwww.vivoinunostatoingiusto.it  Questo è un nuovo sito dove compare un video didattico di Armando Siri, molto semplice e chiaro sia nell’illustrare la situazione attuale, sia nel proporre un possibile cambiamento. Nella prima parte del video viene riportato un discorso di Palmiro Togliatti che, citando Virgilio, a un certo punto paragona gli operai alle api: loro producono il miele tutta la vita… ma sono sempre altri che godono di questo operato.

Il discorso di Togliatti è del 1963, ma oggi più che mai gli italiani si stanno rendendo conto di quanto la situazione sia proprio questa: una massa di persone lavora tutta la vita mentre uno Stato vampirico gode dei risultati di questo lavoro. E ciò non ha valore solo per gli operai, come poteva ancora essere ai tempi di Togliatti, in quanto oramai la divisione fra operaio e imprenditore è anacronistica. Viene tenuta in vita solo per fomentare divisione fra i cittadini. Imprenditori e dipendenti sono sulla stessa barca e se non si uniscono e collaborano rischiano di naufragare nelle stesse acque.
Lo Stato stringe una mano intorno al collo di ciascuno e si nutre dell’energia che ciascuno produce. Dice Armando Siri. Il dipendente è sfruttato ma l’imprenditore lo è ancora di più. Mentre il dipendente ricava stipendi da fame, dall’altra parte sta diventando sempre più rischioso e poco redditizio fare l’imprenditore; il risultato di questi due fenomeni non può che essere la recessione. I soldi che non vanno in tasca al dipendente, infatti, non vanno in tasca nemmeno all’imprenditore, e questa è proprio la situazione peggiore, ridicola e tragica allo stesso tempo, in quanto l’imprenditore si ritrova a dover sfruttare il dipendente per riuscire a pagare lo Stato! Perché i soldi vanno nelle tasche delle banche private a cui dobbiamo restituire il nostro debito pubblico!
Sempre per citare il video di Siri: Più tu coltivi l’aspirazione a fare meglio e a produrre, più io, Stato, mi nutro di questa tua voglia di fare.
Ma ricordiamoci che tanti grandi regimi del passato sono crollati quando a un certo punto lo Stato ha spremuto oltre ogni limite accettabile i suoi cittadini, proprio come sta accadendo adesso, indipendentemente dalla classe sociale di appartenenza: commercianti, operai, professionisti, imprenditori, ecc.
Ma il punto qui non è il crollo, che oramai è imminente, bensì cosa ci hanno preparato per dopo. Questa è una “morte assistita” dell’economia occidentale, ossia voluta e pilotata dai grandi poteri finanziari, i quali evidentemente hanno un’idea bene precisa di ciò che vogliono ottenere. Come scrivo nel libro La Rinascita Italica lo scopo può essere illustrato in tre tappe:
a)    lo sfiancamento delle economie nazionali, adottando misure che portano a una recessione sempre più grave:
b)    l’acquisto da parte di privati dei beni patrimoniali appartenenti ai singoli Stati ormai in bancarotta;
c)     l’accentramento del potere economico nelle mani di pochi grandi finanzieri/banchieri che agiscono attraverso la BCE e vengono protetti da una polizia privata sovranazionale che è già operativa (Eurogendfor).
Lo scopo di questo sito non è tanto promuovere il Partito Italia Nuova – che non viene nemmeno menzionato – ma la divulgazione virale di questi nuovi video di Armando Siri, per cui è importante che lo inoltriate a chi può essere interessato in maniera che inizi a circolare in rete.
Diamo un segnale agli altri partiti. Domenica 25 Novembre partecipiamo in massa allaSeconda Assemblea Nazionale del PIN. L’ingresso è stato portato a 10 euro a testa per permettere a tutti di partecipare. Noi lo faremmo anche gratis, ma il PIN non gode dei finanziamenti ai partiti, anzi, attualmente non gode di alcun finanziamento e ci stiamo tutti auto-finanziando.
Perché l’Italia può davvero rinascere.
Salvatore Brizzi fonte
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)

Nessun commento:

Posta un commento