sabato 26 gennaio 2013

Elsa sfotte sulla nostra pelle: "La mia riforma? E'una scommessa"

Si poteva pensare che l'intervista in cui, un paio di mesi fa, annunciava e ufficializzava l'addio alla politica fosse l'ultima uscita pubblica del ministro del Lavoro Elsa Fornero. O quanto meso l'ultima degna di nota. Da allora, lei è andata a aventi a parlare in pubblico, ma le hanno abbassato il volume un po' per pietà e un po' per non frenare la "salita" in politica del suo dominus (a Palazzo Chigi) Mario Monti. Oggi, però, il ministro specializzato in gaffe se ne è uscita con una dichiarazione che non poteva essere ignorata o taciuta. Una cosa tipo le lacrime che, copiose, versò davanti ai giornalisti a Palazzo Chigi. Messa di fronte alle cifre del suo disastro come titolare del dicastero del Lavoro (disoccupazione al 12%, tasso di inatività al 36%, giovani senza lavoro al 37%, cassa integrazione cresciuta del 27,5%) la professoressa Elsa non ha trovato di meglio per giustificarsi se non dire che "la (sua) riforma del Lavoro è una scommessa" e che "non ci sono elementi per dire se funzionerà". Insomma, potremmo dire che chi vivrà vedrà. Ovviamente, a vedere (nel bene e nel male) saranno in realtà solo gli italiani. Lei, la Fornero, sarà riapproadata alla sua comoda e sicura scrivania all'università di Torino (in cui lavora pure quella "choosy di sua figlia). Dove potrà pure tornare ad alzare il ditino. Senza che nessuno possa più dirle nulla.

fonte Libero

2 commenti:

  1. allucinante. Qui il popolo deve esigere rispetto, perché questa donna insulta ed USA le persone come pezze da piedi.
    Una persona oscena per arroganza, alterigia e presunzione

    RispondiElimina
  2. allucinante,siamo stati governati da una banda di politici ladri da tecnici deficenti, ma con una cosa in comune; l'arroganza

    RispondiElimina