domenica 7 aprile 2013

FORNERO: SI SONO UCCISI PER LA CRISI? DAVVERO?


di Sebastiano Solano
Il suicidio della coppia di Civitanova Marche è solo l'ultimo di una scia di sangue lunga quanto la crisi economica. La storia è quella simile a quella di moltissime altre famiglie italiane: senza lavoro lui, esodata lei ed Equitalia che, come un avvoltoio, batte cassa, indifferente alle difficoltà e ai drammi delle persone. Il governo dei tecnici era stato chiamato ad allievare un crisi che, tra alti e bassi, va ormai avanti da quasi cinque anni. Non ci sono riusciti. Anzi, hanno aggravato la situazione. Specie con la scellerata riforma pensioni targata Elsa Fornero. 

Mi dispiace moltissimo - Che, sulla tragedia del doppio suicidio, sente l'esigenza di dire la sua: "Si sono uccisi per la crisi? Davvero? Mi dispiace moltissimo", dichiara a La Stampa. Poi aggiunge: "Sono profondamente addolorata per questo fatto tremendo. E per la solitudine che devono aver vissuto queste tre persone. Evidentemente hanno sentito troppo forte il peso della crisi che stiamo vivendo", sottolinea come una qualsiasi analista, come se il dramma degli esodati non fosse il prodotto della sua assurda riforma delle pensioni

Abbiamo salvaguardato tanti esodati -  Incredibilmente, poi, la Fornero continua a difendere a spada tratta la riforma del lavoro da lei tanto voluta: "Oggi chi punta il dito contro di me e il governo che rappresento, accusandomi di eccessiva rigidità, se non avessi fatto quello che ho fatto, per esempio l’innalzamento dell’età per la pensione, mi avrebbero attaccato per inefficienza". E, non contenta, precisa: "Ogni aspetto è stato studiato e approfondito, non avremmo potuto agire diversamente".Ribadisce quindi, per chi ancora lo avesse ben chiaro, i meriti della sua riforma: "Ho lavorato per andare incontro ai tanti problemi degli esodati. Siamo stati vicini a molti casi con 140 mila salvaguardati". 

di Sebastiano Solano fonte Libero

Questo essere, questo pezzo di ghiaccio , NON crediate che abbia pianto a suo tempo presentando la riforma delle pensioni, pensando al disagio che avrebbe creato, questo MOSTRO ha pianto solamanente per L'emozione di essere ministro del lavoro. Speriamo di avere il tempo e l'opportunita' di farla risiedere dove davvero gli compete; in galera 

Antar Raja

1 commento:

  1. senza parole. Fa il paio con la figlia del presidente Eni Laura Boldrini, vissuta tra i mille agi che non sapeva che in Italia vi fosse tanta povertà.
    Bene. SI informi su quanti disoccupati e precari vi siano e di come campano CHE NON ESISTE IL REDDITO DI CITTADINANZA IN ITALIA e solo il 20% dei disoccupati accede a quell'elemosina che chiamano sussidi.
    La signora prima di aprire BOCCA dovrebbe informarsi.

    RispondiElimina