sabato 15 giugno 2013

L'ADHD È UNA MALATTIA FITTIZIA

eliotropo: RITALIN, BAMBINI E SINDROME ADHD: IL SUO INVENTORE...: CONFESSIONE SHOCK SUL LETTO DI MORTE DELL’INVENTORE DELL’ADHD: "L'ADHD È UNA MALATTIA FITTIZIA" Di Moritz Nestor, Curren...

I critici allarmati per il disastro Ritalin ricevono ora supporto da una fonte del tutto inaspettata: il settimanale tedesco Der Spiegel ha citato nella sua storia di copertina del 2 febbraio 2012 lo psichiatra americano Leon Eisenberg. Nato nel 1922, figlio di immigrati ebrei russi, era il"padre scientifico dell'ADHD" e ha affermato all'età di 87 anni, sette mesi prima della sua morte, nella sua ultima intervista: "L'ADHD è un ottimo esempio di una malattia fittizia."




Cosa dire del "padre scientifico dell'ADHD"? La sua carriera fu notevolmente ripida, e la sua malattia "fittizia" ha portato a un vertiginoso aumento delle vendite. Eisenberg ha servito nel "Comitato per il DSM V e per l’ICD XII, e nell’American Psychiatric Association" dal 2006 al 2009, e ha ricevuto il "premio Ruane per la ricerca psichiatrica su bambini e adolescenti”. È stato un leader in psichiatria infantile per più di 40 anni per il suo lavoro in studi farmacologici, ricerca, insegnamento e politica sociale e per le sue teorie sull’autismo e la medicina sociale...


È stato un membro del "Organizing Committee for Women and Medicine Conference”, alle Bahamas, dal 29 novembre al 3 dicembre 2006, per la Josiah Macy Foundation (2006)". La Josiah Macy Foundation ha organizzato conferenze con agenti dell'intelligence dell'OSS, e della CIA più tardi, come Gregory Bateson e Heinz von Foerster durante e molto tempo dopo la seconda guerra mondiale. Questi gruppi hanno commercializzato la diagnosi di ADHD al servizio del mercato farmaceutico, e fabbricato su misura per lui un sacco di propaganda e pubbliche relazioni. È questo ciò che lo psicologo americano Lisa Cosgrove e altri investigatori hanno trovato nel loro studio sui legami finanziari tra i membri del gruppo del DSM-IV e l'industria farmaceutica. Hanno trovato che dei 170 membri del pannello del DSM, 95 (il 56%) avevano una o più associazioni finanziarie con le aziende dell'industria farmaceutica. Il 100% dei membri dei pannelli sui 'Disturbi dell'umore', la 'schizofrenia e altri disturbi psicotici' avevano legami finanziari con le aziende farmaceutiche. I collegamenti sono particolarmente forti in quelle aree diagnostiche dove i farmaci sono la prima linea di trattamento per i disturbi mentali. E per la prossima edizione del manuale, la situazione è invariata. "Lo stesso vocabolario della psichiatria è ora definito a tutti i livelli dall'industria farmaceutica" ha detto il dottor Irwin Savodnik, assistente professore clinico di psichiatria presso l'Università della California di Los Angeles.

Tutto questo è ben pagato. Un solo esempio: il vicedirettore dell'unità di psicofarmacologia pediatrica al Massachusetts General Hospital e professore associato di psichiatria presso la Harvard Medical School ha ricevuto "1 milione di dollari in guadagni dalle aziende di farmaci tra il 2000 e il 2007". In ogni caso, nessuno può facilmente aggirare la testimonianza del padre dell’ADHD: "L'ADHD è un primo esempio di una malattia fittizia."

Nessun commento:

Posta un commento