domenica 22 settembre 2013

Gli Interessi della Germania non sono quelli dell'Italia


Gli euroindifferenti.
Scritto da Uriel Fanelli


Oggi si vota qui, e devo dire che anche da queste parti la tradizione di giornate uggiose il giorno del voto e' stabile. Non che i tedeschi possano andare al mare, ma hanno un sacco di cose migliori da fare. Invece stanno andando a votare, perche' sin dalla prima elementare a mia figlia stanno facendo una materia detta "Soziallehren". Vorrei prendere un momento, invece, per dire cio' che NON hanno detto i giornali italiani.


Se ci fossero in Italia dei giornalisti, e se quelli che dicono di aver seguito la campagna elettorale lo avessero fatto davvero , qualcuno avrebbe notato una cosa: che come tema elettorale, l' Europa e' stato praticamente assente.


Per tutta la campagna elettorale se ne e' solo accennato. Si, Steinbrüch ha detto che vorrebbe un'europa un poco piu' solidale, e per ribadire il concetto il suo partito si e' detto a favore dell'abolizione del contributo di solidarieta' verso la Germania Est. Solidarieta' a gogo, insomma.


Ne hanno parlato anche i verdi, un pochino, ma quando un partito dice che occorre imporre un giorno vegetariano ai tedeschi (l'unico popolo al mondo a mangiare piu' maiale di quanto se ne mangi in Emilia Romagna) , in Italia provoca polemiche, qui provoca risate. Quel che pensano i Grüne dell'europa , passa in secondo piano , sono famosi per il loro KrauterDonnerstag (da non confondere col Gründonnerstag, usanza dei cattolici) e ci vorranno anni prima che si tolgano di dosso questa etichetta e che la gente smetta di sogghignare al partito che voleva togliere Würst&Speck ai tedeschi.


Ma il punto e' che a parte delle formazioni marginali, come i liberaldemocratici di FDP (in pieno crollo) , l'europa non e' stata presente nel dibattito politico.


Nessun giornalista italiano ovviamente se n'e' accorto, e onestamente vedere i titoli che dicono "tutti col fiato sospeso per le elezioni tedesche" mi fa ridere. Chiunque governera' la Germania, sia CDU da sola che CDU-PSD sta ricevendo da questa mandata elettorale un chiaro mandato di INFISCHIARSENE dell' Europa, e di tenere i casini degli altri paesi fuori dal confine.


Una certa consuetudine all'anticontroboicottismo vuole che il mondo si divida in due fronti riguardo all'europa: Europeisti ed Euroscettici. Beh, esiste la terza posizione, ed e' quella del 95% della popolazione tedesca: Euroindifferenti.


Non gliene potrebbe fregare di meno. Questo e' il punto, ed e' il punto che sfugge a paesi che per tradizione si fanno governare da potenze straniere.


Quando sei abituato ad avere un padrone, non fai altro che cercare di capire che cosa voglia, per decidere come parlare in modo da compiacerlo. Dal 1945 in poi, quando l' Italia era entrata nel recinto degli schiavi degli USA, e al massimo qualcuno si chiedeva se non fosse il caso di entrare nel recinto sovietico, tutta la politica governativa italiana consisteva nel "vedi che cosa vuole il padrone, e unisciti a lui".


Insomma, si sono leccati culi americani per taaaaanti anni.


E la verita' e' molto semplice: cosi' abituati ad avere dei padroni stranieri, ormai per riflesso i giornalisti italiani pensano che chiunque abbia un governo e sia forte e' un padrone degli italiani.


Sei una nazione ? Hai un governo forte e una forte identita' nazionale? Hai un'economia forte? Hai gli strumenti per importi? SE NE DEDUCE CHE SEI IL NUOVO PADRONE DI TUTTI GLI ITALIANI. Se ne deduce che da ora in poi, il governo italiano ti deve leccare il culo. E che ogni politico italiano deve allinearsi, da servo zelante , a quello che stai per dire.


Per cinquant'anni la classe politica italiana non ha fatto altro che allinearsi ad ogni potenza. Dando per scontato che se esiste una potenza straniera, allora governa l'italia e bisogna leccargli il culo.


Immagino quanto siano spiazzati ora. Voglio dire, questo strano paese e' incombente sugli affari europei, quindi ci si aspetta che il padrone dica cosa fare all'italia, (e che si prenda cura del servo. Non dimentichiamo che a Roma il padrone degli schiavi ne aveva la potestas ed era tenuto a curarli) , per cui il giornalista italiano non sa nemmeno riconoscere questo strano fenomeno.


Ovvero il fenomeno per il quale una nazione potente NON intenda occuparsi degli affari italiani. Volete sapere cosa pensano oggi i cittadini tedeschi della Grecia? "Basta che non ci dia problemi...". Cosa pensano dell' Italia? "Basta che non ci dia problemi..."


Questo e' il concetto che il giornalismo italiano (e probabilmente neanche la societa' italiana) riesce a capire: che esiste una nazione forte in Europa, la quale NON ha ALCUNA intenzione di farsi carico del destino altrui.


I tedeschi sono, cioe', euroindifferenti.


Un tempo non era cosi', ma la verita' e' che la UE ha dimostrato di essere uno strumento potente nelle mani di chi lo usi. Ma nel loro modo di vedere, se qualcun altro ti dice cosa fare, ti sta implicitamente dicendo che sei incompetente.


vedere la UE ferma per due anni di fronte ad una crisi economica, e poi quando la Merkel e Sarcozy hanno preso il comando la UE che fa 7 direttive chiave in un anno, li ha convinti che si tratti di una pletora di incompetenti ciarlatani. Strumento potente se qualcuno lo usa, altrimenti inutile ed incompetente.


Per questa ragione l' Europa e' stata un argomento marginale nelle elezioni tedesche: se la Germania si apprestasse a guidare l' Europa, essa sarebbe presente nei dibattiti. Ma non c'e'. I candidati hanno nominato molto piu' la Russia e la Cina che l' Europa.


Con lo scandalo di NSA si e' nominata l' America, ma persino su un tema importante come l'accordo di free-trade tra UE ed USA, non si e' praticamente spesa parola.


Sia chiaro: qualsiasi giornalista competente avrebbe potuto notare l'assoluta mancanza del tema per tutta la campagna elettorale. Ma tutto cio' che CDU ha detto e' che i soldi dei tedeschi non andranno ai paesi in crisi, e tutto cio' che SPD ha detto a riguardo e' che vogliono lanciare un welfare europeo, ovvero porre sotto vincolo europeo i sistemi pensionistici e il mercato del lavoro.


Niente di piu'.


Di questa assenza di idee sull' Europa si e' parlato poco, e qualcuno e' arrivato a dire che rivela l'esistenza di piani segreti. Ma la verita' e' che e' proprio questa assenza di temi europei ad essere la futura politica tedesca: interverranno solo se la UE mette in pericolo l'economia tedesca.


Qualcuno, nella speranza di trovare un nuovo padrone, ha dato risalto alle parole "la Germania sta bene se l' Europa sta bene". Il concetto e' chiaro, ovvero che "siccome ci preme la Germania", allora guardiamo all'Europa. Ma quel "siccome ci preme la Germania" significa una cosa molto semplice: lo scopo dell' Europa e' di far star bene la Germania.




Essi interverranno ogni volta che un problema inficia la germania, dal momento in cui lo scopo e' che la Germania stia bene. E potete capire abbastanza bene cosa significhi per loro che l' Europa sta bene: l'europa sta bene quando fa stare bene la Germania.


Questo non e' un programma di politica europea. E' un programma di politica estera tedesca.


Sfortunatamente, il giornalismo italiano e' ansioso di avere un nuovo padrone. Dopo settant'anni in cui si e' sempre seguito il governo USA, adesso si cerca un altro governo per avere una bussola.


Leggo che c'e' gente che invoca la Trojka, come sostegno per il governo, senza sapere che soltanto l'invocarla finira' col fare abituare i politici alla minaccia della trojka. Dopotutto, i politici greci sono ancora al loro posto: il taglio e' avvenuto sullo stipendio degli statali, e' avvenuto sulle pensioni, sullo stato sociale, ma in definitiva i politici greci sono ancora li'.


Sapete perche' succede questo? Perche' tutti i giornali italiani sono posseduti da 3 famiglie in tutto: i Berlusconi, i De Benedetti, gli Agnelli/Elkann. Le stesse tre famiglie che di fatto possiedono le TV e anche i due proncipali partiti politici.


Che genere di cosa vogliono? Vogliono meno welfare, meno pensioni, vogliono far venire meno gli ammortizzatori sociali, vogliono eliminare lo stato per fare i loro porci comodi senza intralci.


Volete sapere la verita'? LA verita' e' che le tre grandi famiglie italiane, i Berlusconi, i De Benedetti e gli Agnelli NON-VEDONO-L'ORA che non il governo, ma LO STATO siano distrutti dalla Trojka.


Quello che stanno facendo e' semplicemente fare in modo che la Trojka arrivi. I conti sono peggiorati, e non e' un mistero ne' un caso: hanno alzato il debito , e oggi sono senza cassa. E no, lo hanno fatto apposta.


E' assolutamente chiaro che ormai l'apparato statale e' un moloch intoccabile che non si riesce a far funzionare. Ma se questo e' il problema del governo, dal punto di vista delle tre famigghie che comandano il paese, lo stato e' un intralcio. Prima di tutto un intralcio.


Le regole, e le leggi, dettate a gente che pensa di essere sopra ogni cosa, e questa cosa oscena (per un finanziere e' osceno) che un povero possa curarsi quanto un ricco in un ospedale pubblico, e ancora che ci siano leggi per l'ambiente, e regolamenti, insomma: signori, lo stato deve togliersi definitivamente dalle scatole. Come ha fatto in Grecia, ove e' stato letteralmente annientato.


Quello che stanno facendo le tre famiglie che comandano il paese, e' di portarlo nella situazioni in cui arriva la trojka. La Trojka ordinera' di licenziare un milione di dipendenti pubblici. La Trojka ordinera' di vendere l industrie ed i beni di stato. La Trojka ordinera' la dissoluzione dell' INPS, e cosi' via.


Tutta la colpa sara' della TRojka: il governo italiano si comporta come il bambino che non si lava mai i denti, e poi accusa il dentista di essere doloroso.



Stanno mandando in malora un paese , semplicemente perche' VOGLIONO che arrivi la TRojka, a fare il suo lavoro, ovvero i tagli.


Ma per fare questo devono far credere alla stampa che la Trojka sia una forma di imperialismo, e non una conseguenza inevitabile.


Quel che vogliono fare e' farvi credere che se il deficit e' aumentato oltre il 3% non e' perche' il governo ha governato MALE, ma perche' qualche stronzo (la Merkel) ha deciso di imporre questa orrenda regola quando potrebbe non farlo. Se il deficit e' troppo grande, insomma, non e' per via del suo ammontare, ma per via dei gusti schizzinosi degli europei.


Quando questo succedera', la situazione diventera' pericolosa per tutte le altre economie europee, che quindi richiederanno provvedimenti urgenti e dolorosi per proteggersi: e voi vi lamenterete dell'ingerenza.


Le tre grandi famiglie vi stanno semplicemente preparando a quanto sta per accadere, cercando a tutti i costi di trovare un capro espiatorio, e poiche' l' Europa non e' nei programmi di nessun grande paese europeo (non e' che i Francesi siano ormai tutto il tempo a parlare di Europa), allora i loro servi giornalisti fingono di non vedere l'evidenza: che non esiste nessuno che abbia intenzione di governare l'europa.


Si limiteranno a proteggersi dalle cazzate dei paesi che vanno in merda, niente di piu'.


La Trojka arrivera'. E' solo questione di tempo. La Merkel ignorera' il problema sino a quando non minaccera' l'economia tedesca, poi prendera' provvedimenti a difesa dell'economia tedesca.


E se non volete vedere l'indifferenza dei tedeschi ai temi europei oggi, se non volete persuadervi che tocca a voi governarvi bene perche' nessuno verra' a governarvi meglio, prima o poi avrete una grande sorpresa.


Sarebbe molto meglio per voi se iniziaste a chiedervi cosa abbia detto dell' Europa la Merkel in campagna elettorale. Ha detto DUE cose. DUE. In MESI di campagna elettorale. Ha parlato 4 volte di Bundesliga, 3 dei suoi capelli, due dei suoi vestiti.


L'europa e' importante quanto il fucsia, meno di una permanente, meta'di un campionato di calcio.


Ma questo, i vostri giornalisti ve lo diranno quando e' troppo tardi.

Uriel



Certo i tedeschi sanno fare bene gli interessi della Germania, sono gli Italiani che non sanno fare gli interessi dell'Italia

Gli Interessi della Germania non  sono quelli dell'Italia

La germania è rinata con la moneta unica la germania dell' Est/ovest  si è ritrovato con una moneta Marco parificato euro

L'Italia con la Lira si è ritrovata con Euro pari al doppio rispetto a Lira

I fatti sono davanti agli occhi, L'Italia dopo l'euro è sempre peggiorata
mentre la Germania è andata sempre meglio,qualcosa vorra' pur dire

Gli interessi dell'Italia sono tornare alla lire e mandare a fanculo gli interessi della Germania, mentre gli interessi della Germania sono rimanere nello status quo, nessuno deve uscire dall'Euro , nessuno deve fallire tutti devono fare la politica economica che conviene alla Germania.

L'Italia politica non ha piu' nessun potere, i nostri governanti sono degli incapaci burattini.Incapaci sia di uscire dall'euro sia di mantenere una linea Europeista

"L'europa per la Germania e' importante quanto il fucsia, meno di una permanente, meta'di un campionato di calcio."

basterebbe che il popolo Italiano mandi a fanculo l'Europa e la moneta unica diventando sovrana di se' stessa e il tema Europa diventa IMPORTANTE anche per la Germania

Antar Raja

1 commento:

  1. gli interessi delle banche che tiranneggiano l'Europa non sono nell'interesse di nessuna nazione, che le banche intendono distruggere

    RispondiElimina