lunedì 2 settembre 2013

IL SOTTILE CONFINE DELLA REALTA'

La nostra vita potrebbe essere del tutto una grande illusione, un sogno che solo svegliandoci potremmo gestire e trascendere. Quello che percepiamo con i sensi è illusorio e reale allo stesso tempo. Siamo esseri multidimensionali scesi nel gioco della matrice olografica tridimensionale per apprendere, sperimentarci e aiutare con la nostra vibrazione chi ancora si trova indietro.
Qui si tratta di un momento storico nella storia dell'intero universo in cui siamo immersi. Dobbiamo assolutamente prendere coscienza del piano sottile della realtà da cui ci si vuol distrarre. È giunto il momento di vedere con gli occhi del cuore e collegarci consapevolmente con la fonte della nostra Coscienza e riscoprire le nostre origini. Ma prima dobbiamo liberarci dei parassiti che soggiogano noi e il nostro pianeta. Che siano alienivampiri energetici o altre entità invisibili sta di fatto che controllano il nostro piano mentale e si nutrono delle scariche elettriche scaturite dalle emozioni ma la nostra energia è preziosa per la nostra evoluzione.
L'Anima è qui per ricordarsi da dove arriva.
«Il nostro cuore genera un campo elettromagnetico la cui ampiezza è capace di influenzare gli altri campi elettromagnetici presenti nell'ambiente, compresi quelli delle altre persone»


«Dovete spezzare le catene. Dovete partire da voi stessi per capire come poter far girare il mondo in maniera consapevole e controllata. Non serve accusare nemmeno i vampiri stessi, perché il nostro potere glielo abbiamo concesso noi senza esclusione di colpi. Dobbiamo riprendere il controllo della nostra Forza con coraggio e lasciare che gli altri guariscano da soli. Se proprio vogliamo far qualcosa dovremmo abbagliarli con l'unica cosa a cui i demoni sono restii.. la nostra immensa Luce. Nessuno partito preso. Né destra né sinistra, né bene né male, ma solo la centratura.»
«...L'Essere umano non è nato "naturalmente", è una creazione di molte razze che hanno lavorato a questo involucro per secoli. Avevano creato molte forme ma con il tempo è sopravvissuta solo quella più forte, ovvero la forma che vestiamo qui ora.»
«Quelle decine di famiglie che controllano il mondo sono ancora in piedi solo grazie alla truffa dell'economia e dell'esistenza del denaro e pertanto del lavoro. "Se non paghi non mangi"... e così tengono sotto scacco l'intera popolazione mondiale.
Ci siamo noi con la nostra vita quotidiana. Poi ci sono i governi, con i loro politici fantocci e burattini che detengono il monopolio tassando la popolazione a loro piacimento, con l'aiuto dell'esercito e dei gendarmi pronti a decidere ed eseguire solo ciò che dall'alto viene imposto dandoci l'illusione che è tutto per il nostro bene ma in realtà serve soltanto per continuare a rendere lo status quo ancora miserabile. Dicesi sottomissione, altresì schiavitù. Poi ci sono le grandi aziende, le multinazionali (corporatocrazia) che ottengono prestiti dalla grandi banche a tassi speciali per controllare i mercati. Al di sopra di tutto ci sono i famosi banchieri. Le banche controllano, con la scusante che solo ed esclusivamente esse possono elargire e gestire il denaro, tutto il sistema.
E al di sopra di tutto chi troviamo...?»
«L'essere umano cambia frequenza quando passa da un livello di realtà ad un altro. Questo lo fa continuamente. Anche adesso voi lo state facendo. È una cosa pressocchè naturale farlo; non occorre aspettare per spostarsi. Questo è il modo attraverso il quale si crea il movimento, perlopiù accade quando create l'illusione del movimento. L'unico modo per creare quest'illusione è passare da una realtà parallela ad un'altra leggermente differente da quella precedente. In pratica vi state spostando esattamente in questo preciso istante senza sosta da una realtà all'altra, passate incessantemente attraverso realtà parallele che cambiano sempre.»
«Chi pensa che gli accadimenti siano casuali? Solo chi ha perso i propri poteri ma soprattutto chi ha smesso di credere nel proprio potere, in quella forza che permette di gestire la realtà. Per la legge di causa effetto il caso non sussiste. Se conosci la causa puoi gestire l'effetto. Il problema è che la causa scatenante il più delle volte è sepolta nei meandri dell'inconscio ed esso attira per risonanza le circostanze e le persone nella tua vita. Il mondo è la tua ombra, proprio come quella di Peter Pan. Ti segue e non ti molla.
L'universo è una grandiosa sinfonia cosmica. Tutto è orchestrato sino all'ultima nota in maniera così perfetta che sarebbe impossibile descriverla ma ciò che risulta inevitabile è solo prenderne atto osservandola e immergendosi.»
«Andrò via, tranquillo.. ma prima lasciami dire una cosa..
Niente di quello che vedi è reale eppure lo è. Dio non è un mago opportunista che si vanta dei suoi miracoli perché non è lui a farli ma sei tu. Quel dio di cui parli è il capo dei demoni che ora governano questo mondo e credimi, la maggioranza dell'umanità vive nell'inconsapevolezza di tutto questo. Sei tu Dio, sei tu una particella del suo corpo come le cellule lo sono del tuo. Tutto è fatto di sostanza pensante, e nel modo in cui dirigi i tuoi pensieri così crei la tua realtà. Se vuoi fare esperienza dell'amore devi solo chiederlo.»
«Un corpo nasce, vive, muore e poi marcisce diventando polvere di stelle che poi diventerà altro, ma quella forza che lo anima e che rende lo sguardo di una coppia innamorata vivo e vegeto come fosse un essere a parte, insomma questa forza non ha nascita né morte. Essa esiste da sempre e per sempre continuerà a vivere in ogni qualsivoglia parte del creato. Quindi se hai rispetto di te stesso sacrifica anche una sola parte di te, quella che credi debba morire, perché in realtà non sei tu a morire ma la tua sofferenza.»
«Pregavi affinché la persona, che ora hai di fronte, tornasse con te o addirittura ti amasse. Questo non era pregare, ma era pretendere che qualcuno si piegasse al tuo volere, compreso un essere supremo. Pregare è chiedere con umiltà che la persona che dici di amare sia felice, perché solo quando vedi la gioia negli occhi della persona che ami allora ami davvero e comprendi che amare non è un dare-avere-pretendere per compensare dei vuoti, ma essere coscienti e consapevoli di esistere nella gioia incondizionata.»


Il Sottile Confine della Realtà - Libro Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Nessun commento:

Posta un commento