mercoledì 4 settembre 2013

PIETRO BISANTI: SONO STANCO....

SONO stanco di vedere il mondo che lo circonda deteriorarsi con le proprie mani, stanco di vedere la gente ingurgitare cibi che la portano a sconnettersi con la realtà.

Sono stanco di vedere essere umani come me trasformati in zombie.

Sono stanco di vedere madri che uccidono i propri figli a causa degli psicofarmaci che assumono, e che dovranno poi passare il resto della loro misera esistenza in un ospedale psichiatrico giudiziario.

Sono stanco di vedere persone che si impiccano a causa dei farmaci prescritti loro proprio per stare meglio.

Sono stanco di vedere persone arrestate e condannate per aver commesso atti di violenti indotti da psicofarmaci.

Sono stanco di vedere i nostri giovani costretti a diventare zombie impotenti a causa dei farmaci.

Sono stanco di vedere i nostri giovani ingrassare di 20-40-60 kg a causa degli antipsicotici.

Sono stanco di vedere i nostri giovani nelle comunità, filmati nell'atto di infilare collanine o di tagliare l'erba, pieni di psicofarmaci, ma per i medici, "recuperati alla società".

Sono stanco di vedere un mondo in cui una persona che manifesta un disagio mentale non abbia altra alternativa all'ospedalizzazione e alla successiva psicomedicalizzazione.

Sono stanco di vedere un mondo in cui le forze di polizia non capiscono come anche il cosiddetto "scemo del paese" sia un uomo come loro.

Sono stanco di coadiuvare TSO, dove i "malati psichiatrici" sono terrorizzati alla sola idea di vedere una divisa, sia essa di un operatore delle forze dell'ordine che di un operatore sanitario.

Sono stanco di vedere un mondo dove non esista una struttura che permetta, a chi lo voglia, di dismettere in sicurezza gli psicofarmaci.

Sono stanco di vedere la gente voler delegare la propria salute ad altre persone.

Sono stanco di vedere un mondo dove la gente non ha alcuna intenzione di mettere in discussione le proprie malsane abitudini di vita, cercando di "guarire" con una pillola.

Sono stanco di vedere un mondo dove la gente non riesca a capire che ciò che mangiamo influenza in maniera preponderante i nostri pensieri.

Pietro Bisanti Fonte

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente




Nessun commento:

Posta un commento