giovedì 28 novembre 2013

CHE DECADENZA , UN VERO LETTAMAIO

NOEURO
Ogni Sistema commette errori strategici, quando è vicino al collasso. E’ il caso dell’apparato di potere rappresentato dal governo Letta. Lo fa per terrore, frenesia di autoconservazione o semplice arroganza di chi è abituato all’ostentazione del potere.
Da oggi, il Paese è all’opposizione del governo. Fatto quasi senza precedenti in una democrazia.
Lo è senza ombra di dubbio e senza che nessuno possa smentirlo. Con l’omicidio politico del loro ex sodale, i sinarchi guidati dalla ‘quasi salma’ hanno tracciato un solco tra loro, e la rappresentatività popolare. Un solco che non potranno colmare e che rende questo governo, già illegittimo, anche illegale.
Facciamo due rapidi calcoli: oggi governa il paese chi alle scorse elezioni prese poco più del 30% dei voti. Oggi sono all’opposizione, secondo sondaggi, quasi il 70% degli italiani: un abominio. Siamo al governo della minoranza.
E non solo un errore strategico, ma anche tattico. Si è servito sul piatto d’argento il ‘martirio’ a B. Gli si è permesso di uscire dal governo senza che fosse sua responsabilità la caduta dell’esecutivo. Che cadrà, presto, ma la colpa sarà di altri. Un ‘suicidio perfetto’ per il Pd. Come suo costume.
Perché da oggi, ogni cosa che andrà male in Italia – e va tutto male – sarà solo e unicamente colpa del Pd. Non potranno più dividersela a metà con il Pdl, che non esiste più. Si, c’è Alfano, ma quelli sono una piccola escrescenza democristiana. Una pustola.
Quanto resisterà la ridotta piddina sotto le quotidiana cannonate dei ‘populisti’ Grillo, Berlusconi, Salvini?
Più resisterà, più si ridurrà in termini numerici ed elettorali.
Tutto per l’ossessione di Napolitano, uomo delle banche tedesche, di tenere in piedi un governo eurofilo. L’ultimo che l’Italia avrà.
Comunque la si pensi politicamente, oggi due terzi del Paese sono all’opposizione. L’Italia è passata all’opposizione. Un governo così per qualche mese, e la rivolta diverrà violenta.


Faccio notare che il Pd nelle scorse elezioni raggiunse il (Pd al 25,4%) ed è il secondo partito dopo Grillo, parlo del 25 % dei votanti non degli Italiani, quindi al governo c'è una minoranza che segue le istruzioni dalla BCE e di parassiti Europei non eletti, quindi se non c'è una Rivolta Violenta adesso, mi chiedo QUANDO?

Antar Raja

1 commento:

  1. HAI SUPER RAGIONE! PERO' GLI ITALIANI SONO PECORONI, FORSE, SE GLI STRAPPERANNO LE MUTANDE, CON IL CULO AL FREDDO, REAGIRANNO.
    CONTRO LE CASTE SARA' UNA RIVOLTA SANGUINOSA , NON SARA' FACILE ESTIRPARE IL CANCRO!

    RispondiElimina