venerdì 25 aprile 2014

25 APRILE italia libera? di che parliamo?

Qualche amico mi ha chiesto: “organizziamo qualcosa il 25??”

Cazzarola…c’è bisogno di aspettare il 25 Aprile per andare in un agriturismo o per fare una gita in montagna??

Io dico sempre che bisogna CONTESTUALIZZARE il periodo, negli anni ’40 molte persone hanno sicuramente agito in buona fede, non c’era internet, l’informazione non esisteva, la propaganda poteva trarre in inganno anche le menti illuminate.
Con il tempo la propaganda si è evoluta e si è radicata nel tessuto sociale italiano (ma non solo) a tal punto da dipingere i CRIMINALI più spregevoli che l’umanità abbia conosciuto, come SALVATORI, gli esportatori di democrazia…
…e non importa se sono stati gli unici ad aver sganciato le bombe atomiche sui civili.

RIBADISCO: posso anche sforzarmi a capire chi ha agito nell’ignoranza ed in buona fede…oggi, no, non ci sono scusanti, chi è vittima della PROPAGANDA è perché ha dimenticato come si fa a PENSARE.

NON C’E’ UN CAZZO DA FESTEGGIARE…dovrebbe essere un giorno di lutto nazionale.


Giosuè Moi
http://altrarealta.blogspot.it/


1 commento:

  1. Hai perfettamente ragione ma questa Itaglia NON ti permette di parlare e di dire la verità.
    Grazie di averlo detto, per quanto di mia esperienza era più libera prima

    RispondiElimina