venerdì 18 aprile 2014

L’intero progetto europeo si basa su una menzogna”

Farage: “L’intero progetto europeo si basa su una menzogna”
– [...] E così l’intero progetto europeo proviene dal disastro scatenato dalla prima guerra mondiale , ed è del tutto comprensibile che la gente dovrebbe cercare modi per prevenire tale orrore .
La difficoltà è che hanno scelto il bersaglio sbagliato . Monnet e Schumann decisero – e oggi è l’idea è condivisa dal presidente Barroso e Cohn – Bendits e altri – che l’esistenza degli Stati- Nazione aveva portato alla guerra e quindi bisognava abolire lo Stato Nazione .
In realtà , quello su cui avremmo dovuto concentrarci sul post- 1945 , non è l’abolizione degli stati , ma è assicurarsi che gli stati europei fossero democratici , perché gli Stati nazionali democratici non si fanno guerra a vicenda .
Quindi devo dire che credo che l’intero progetto europeo si basa su una menzogna – ed è potenzialmente una menzogna pericolosa , perché se si tenta di imporre una nuova bandiera , un nuovo inno , un nuovo presidente , un nuovo esercito , forze di polizia , politica estera , qualsiasi altra cosa – se si tenta di imporre questo, senza prima chiedere il consenso del popolo , sei in pericolo in realtà di creare gli stesse nazionalismi e risentimento che volevi cercare di spegnere .
farage2
Abbiamo già fatto tutto questo prima . Lo abbiamo fatto dopo la prima guerra mondiale nei Balcani . Abbiamo detto non si potevano avere tutti questi piccoli stati balcanici in lotta tra loro – cerchiamo di portarli insieme , diamogli una bandiera , un inno , un presidente e chiamiamolo Jugoslavia. E ciò ha portato a guerre terribili dal 1990, la morte di decine di migliaia di persone , perchè le persone hanno lottato per uscire da uno stato falso .
L’ Unione europea sta facendo un errore molto simile perché non c’è consenso per questo progetto . Ho sentito questa mattina, parlare della necessità di formare gli Stati Uniti d’Europa su un modello federale . Questo si può avere solo se le persone danno il loro consenso , e nessuno lo ha dato .
Io non sono contro l’Europa , ma sono contro questa Europa . Voglio un’Europa di stati indipendenti , stati nazionali sovrani che commerciano insieme , che lavorano insieme , che cooperano insieme , e credo che le elezioni europee di quest’anno segneranno un punto di svolta . La marea sta girando . Si effettua il backup di un modello obsoleto che cerca di sbarazzarsi di un problema che in realtà non esiste dal 1945.

http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento