mercoledì 4 giugno 2014

FARAGE RISPONDE ALLE ACCUSE

Matteo Renzi vuole "costruire gli Stati Uniti d'Europa al più presto", ma lui "è uno come tutti gli altri". Lo dice il leader del Ukip - il partito inglese degli euroscettici fresco di successo elettorale per le Europee - Nigel Farage in un'intervista all'ANSA in cui afferma tra l'altro che "l'Europa è nelle mani dell'establishment europeo" e "sta diventando un mostro". Aggiunge: "Ho paura che Renzi faccia parte di questo processo".

Farage parla anche dell'ex premier Berlusconi, dicendo: "Pensavo che il tempo di Berlusconi in politica stesse finendo". "Non capisco come mai un giorno sia a favore del progetto Ue ed il giorno dopo dica che l'Italia dovrebbe uscire dall'Euro. Per me è molto difficile capire da che parte sta davvero".

Sul suo partito dice, rispondendo indirettamente a Travaglio e Scanzi, che è un "un partito non razzista e non settario", che ha presentato "le liste più composite" e che ha eletto tra gli altri "sette donne", "un gay dichiarato" e "un uomo d'affari musulmano". L'Ukip caccia chi fa dichiarazioni sbagliate, ma è vittima di "una caccia alle streghe" per via del suo successo, spiega Farage.

"Come Grillo sono stato ingiustamente demonizzato da media ostili. Disprezzo il razzismo. Siamo un partito non razzista, non settario. Non siamo per nulla omofobi. Uno dei nostri europarlamentari, lo scozzese David Coburn, è dichiaratamente gay. Abbiamo anche tra gli europarlamentari un musulmano pachistano dello Yorkshire, un meticcio dal Nord-Ovest.

Esercitiamo la diversità, non ne parliamo solo" ha sottolineato Farage, avvertendo:
"Col dovuto rispetto credo che i parlamentari del M5S dovrebbero smettere di ascoltare le informazioni sbagliate sull'Ukip diffuse dai loro nemici politici. Ai grandi banchieri e ai burocrati a Bruxelles piacerebbe vederci divisi perché in un gruppo insieme possiamo creare molti problemi".

fonte: http://www.tzetze.it/redazione/2014/06/farage_risponde_a_travaglio/




Nessun commento:

Posta un commento