sabato 12 luglio 2014

POLTERGEIST E LE FORME-IMMAGINI


Anche nella radionica e nelle cure "sottili" è presente il concetto  delle forme-pensiero. Molto meno si parla delle forme-immagini. 


Ho tradotto e riassunto l’articolo di Igor Voloznev sull'argomento che interessa molti.

E’ stato notato che qualche volta i poltergeist si accompagnano dall’apparizione dei fantasmi.  A volte li vedono le persone, altre volte li registrano gli strumenti; spesso  si tratta dell’immagine di una persona che in quel momento non c’era in quella stanza, o di un borbottio, dei passi, dei sospiri.
La loro natura non è ancora chiara, ma si suppone che queste entità astrali siano create dalle persone stesse.  Una volta create, continuano a vivere, restando collegati a chi li ha creati.

Nel 1970 l’accademico A.F. Ohatrin  aveva proposto la teoria dei micro leptoni (particelle subatomiche elementari, molto  deboli) dei quali, secondo lui, sono fatti i fantasmi.
Nel suo laboratorio furono fatti numerosi esperimenti  che prevedevano una creazione dei “cluster micro leptonici”: quando uno sperimentatore immaginava una persona, dalla sua aura si staccava una sostanza che imitava le sembianze umane.  Poteva spostarsi, aveva una vita propria. Tutto fu registrato dagli strumenti.

Senza accorgersene, le persone creano questi addensamenti energetici più volte ai giorno. Di regola, ciò avviene nei momenti dell’esplosione delle emozioni..
Più delle volte queste formazioni non hanno una forma definita, ma possono unirsi e formare una sostanza più grossa  oppure  dividersi. Passano attraverso i muri. Possiedono una certa coscienza, ma sono prive dell’energia e spariscono rapidamente.

Per creare Poltergeist servono altre entità, servono delle forti forme-pensiero. Una forte forma-pensiero quasi sempre ha una sembianza umana  (forma-immagine) e  di solito viene creata da una persona che si trova sotto forte stress, nello stato di eccitazione nervosa,  oppure è fortemente concentrata.

Le forme-immagini sono invisibili, ma  alcune di loro possiedono una forte carica energetica e possono, per un breve lasso di tempo, apparire davanti ai nostri occhi. Del resto, sono da sempre create dai medium durante le sedute spiritiche o dai maghi nel corso dei rituali. Le Forme-immagini hanno una “mente”  (non è paragonabile a quella umana), e sono sempre collegate alle persone che  danno loro vita e sono capaci di influenzare i loto creatori.



CHI STA BUSSANDO  ALLA MIA PORTA?



Ora si potrebbe affermare, con  molta convinzione, che i poltergeist possono  essere  originati dalle forme-immagini molto forti generati soprattutto dagli adolescenti. Di solito questi ragazzi hanno seri problemi psicologici (forti e prolungati stress, depressione, complessi nascosti). Alcune delle forme immagini potrebbero mostrarsi, di solito pochi giorni prima dello scoppio di un poltergeist.

Nel libro di I.Vinokurov “Terrore” dono descritti alcuni polterghiest ai quali  erano preceduti le apparizioni di strani sconosciuti.
In uno dei casi un “uomo” di sembianze  terrificanti aveva suonato alla porta di una casa; alla padrona di casa aveva detto di essersi sbagliato e se ne andò. La sera stessa in quell’appartamento scoppiò poltergeist.
In un altro caso nella finestra di una casa di campagna si era affacciato un uomo che sembrava uno zombie; gli abitanti erano precipitati fuori ma non hanno visto nulla;  sembrava impossibile che si fosse nascosto, la casa era isolata, in mezzo ad un prato. Il poltergeist iniziò due giorni dopo.
Le entità astrali che fanno la loro apparizione  per brevi periodi sono generate dalla fantasia degli adolescenti impregnata dai giochi virtuali, fumetti, film.. negli Stati Uniti  in una casa  dove era scoppiato il poltergeist alcune volte  si era mostrato un fantasma: un uomo  coperto da un’armatura medioevale.
Dopo era stato capito che il personaggio  era uscito da un gioco virtuale popolare all’epoca. Ovunque si trovavano le tracce di un colpo di spada; il ragazzo stesso fu spinto, buttato nell’aria, picchiato.
Le forme-immagini ereditano i particolari del carattere dei loro “genitori”, ma esagerati e abbruttiti.

SPAVENTANO PER SOPRAVVIVERE

Gli specialisti sottolineano un elemento di paura  sempre presente durante i poltergeist; si  suppone che le capacità sopranaturali siano dimostrati dai teenager con un solo scopo: spaventare e tenere le persone nella paura.
Secondo Walbrodt, le persone spaventate emanano delle sostanze energetiche; probabilmente, gli spiritelli rabbiosi sono interessate a queste.  Queste sostanze servono per vivere: per spaccare i piatti, capovolgere gli armadi, incendiare case, far piovere i pesci e il sangue, e soprattutto per apparire  con le sembianze umane, serve tantissima energia.

A volte, per tirare fuori dalle persone questa sostanza,  gli “spiritelli” fanno pressione alla psiche umana.
Vinokurov nel suo libro racconta del suo pernottamento in una casa colpita da un  poltergeist. Era invaso da una paura terribile, che ad un certo punto era diventata talmente densa che  non era più possibile respirare. Secondo questo ricercatore, le presenze invisibili spremono la paura dalle persone come l’acqua da una spugna.

E’ stato anche notato che i poltergeist durano finche si ha paura di loro. Basta abitarsi  ai loro scherzi, o proteggersi, e l’energia se ne va, lasciando la presenza senza cibo e a bocca asciutta. Probabilmente, questa si divide poi in alcune entità più deboli che piano piano, lasciano l’ambiente.

Fonte
http://radionicaesoterico-scientificarussa.blogspot.it/2014/07/poltergeist-e-le-forme-immagini.html
http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento