lunedì 21 luglio 2014

Un altro scandaloso esempio delle lobby del farmaco

Così va il mondo (purtroppo)…

(Tumore al seno)
…E VOI (e noi tutti) NE PAGHERETE IL PREZZO.

ECCO QUELLO CHE SUCCEDE SE LA "FONDAZIONE DI BELLA" invia i propri lavori scientifici ai "Congressi Internazionali" o alle più prestigiose "Riviste Scientifiche". 

Perché ne siate pienamente consapevoli!
 
MARZO 2013 - In Fondazione si decide, visti i risultati eclatanti raggiunti, l'invio del lavoro su 20 casi di carcinoma mammario trattato unicamente con MDB alla più prestigiosa rivista mondiale del settore, ossia "Breast Cancer Research". 

Il lavoro, poi fortunatamente pubblicato da Neuroendocrinology Letters, viene però, dopo un bel po' di tempo, che evidentemente è servito al Comitato Scientifico per "ragionarci sopra", RIFIUTATO perché (parole testuali) "" la sperimentazione del 1998 aveva decretato l'inefficacia del MDB..."

Siamo rimasti "basiti" .  

Capite?  20 casi di tumore al seno, non uno, ma 20 !!  senza nessun trattamento precedente, nemmeno chirurgico, che rappresentano un nuovo ed inedito successo nel trattamento del carcinoma mammario ( dal punto di vista clinico) ed una concezione nuova e razionalmente avanzata delle concezioni terapeutiche in oncologia, vengonoRESPINTI AL MITTENTE con questa motivazione, senza entrare minimamente nel merito.......

Questo è il genere di "curiosità scientifica" e "onestà intellettuale" che pervade le stanze dei cosiddetti "luminari"!!??  Siamo nelle loro mani, in quelle di persone che si ergono, e ci vengono dipinti, come "Comitati Scientifici di alto grado" e che non son altro che organismi referenziali della "rete di poteri" che si erge alle loro spalle. 

E poi.... ci viene rimproverato di pubblicare solo su riviste "amiche" e  con un minore "impact factor"....!? MA CI FACESSERO IL PIACERE!!!!

APRILE 2014 - Allo studio del Dott. Di Bella giunge, completamente inatteso, l'invito a partecipare al Congresso Mondiale sul Cancro al Seno in programma per il mese di ottobre a Orlando (Florida).

Quest'invito è frutto, molto probabilmente, di precedenti contatti intercorsi tra la Fondazione ed una Clinica Oncologica della medesima località statunitense che, onestamente interessata a conoscere i nostri approcci terapeutici, è probabile abbia inserito i nostri nominativi fra i destinatari degli inviti ufficiali.

Bene, cominciamo a preparare il lavoro da presentare consistente nell'analisi statistica dei risultati sul totale complessivo (n. 196) delle pazienti giunte presso la Fondazione e che hanno deciso di seguire il MDB.
I risultati, oltre a quello dei 20 casi sopracitati, dovrebbero essere senza alcun dubbio meritevoli, "perlomenooooo".....di attenzione:
  • - alte percentuali di remissione di malattia in tutti gli stadi e gradi (anche senza intervento chirurgico)
  • - netto miglioramento delle percentuali di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi (50% contro il 14% delle statistiche ufficiali) per i casi allo stadio metastatico.
Inviamo alla rivista l'Abstract ( il riepilogo dei risultati da esporre al congresso) e poi........Il lavoro viene immediatamente RIFIUTATO !! ( con delicatezza...viene indicato come "non selezionato")

""...Dear Dr Giuseppe Di Bella, after careful consideration and review by members of the Abstract Committee of the forthcoming 18th SIS World Congress on Breast Healthcare in Orlando, Florida, October 16-19, 2014  we regret to inform you that your abstract SIS-0767 entitled RETROSPECTIVE OBSERVATIONAL STUDY OF 196 CASES OF BREAST CANCER: COMPARED TO CONVENTIONAL PROTOCOLS, THE BIOLOGICAL THERAPY IMPROVED SURVIVAL, OBJECTIVE RESPONSE AND PERFORMANCE STATUS has not been selected for presentation at the Congress. ...""

DESOLANTE ! Questa volta non sono riusciti nemmeno ad esprimere una motivazione.........

E' SOLO INTUIBILE, PER CHI E' IN GRADO DI COGLIERLA, LA SAPIENTE REGIA CHE TIRA I FILI DI QUESTE COSIDDETTE "ISTITUZIONI".
ECCO COME VANNO LE COSE.....

http://frontelibero.blogspot.it/2014/07/un-altro-scandaloso-esempio-delle-lobby.html
http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento