giovedì 18 settembre 2014

LA FONTANA CON L'ACQUA GIALLA


Abbiamo una fontana, e vorremmo farla spruzzare dell'acqua gialla. Marietto gentilmente ce la impresta con un interesse variabile, decide lui il quantum, e parte col 10%. La fontana ha bisogno di 100 litri, così spruzza bella alta. Dopo 1 giorno Mario chiede 10 litri come interesse. Noi glieli diamo e la fontana spruzza meno alta, non si esprime con il suo potenziale, peccato era così bella. Allora chiediamo a Marietto di prestarci altri 10 litri per tornare a regime, e la fontana rispruzza gagliarda; i vicini ci ammirano, siamo felici. Allora Marietto, visto che siamo tanto coglioni da pagare il 10% per l'acqua dipinta, ci applica il 20%. Dopo un giorno ci chiede gli interessi sui 120 litri imprestati, ovvero 24 litri. Glieli diamo, ma la fontana funziona proprio malissimo. Allora gli chiediamo i 24 litri mancanti, e lui ce li presta, e visto che siamo tanto coglioni da pagare il 20% aumenta la posta: il 30% . Dopo un giorno ci chiede gli interessi sui 148 litri: 43 litri. La fontana ora è proprio ai minimi termini, fà pena, ma per rispristinarla ci vogliono 43 litri che Marietto gentilmente ci impresta, al 35%. E così via, finchè gli dobbiamo 110 litri di interessi altre ai 100 litri prestati: gli interessi diventano un debito che non possiamo più tornare neanche per un giorno poichè superano il prestito. Marietto si incazza: i patti erano patti, hai firmato a Maastricht e Lisbona, adesso paga. Ma non possiamo..

Allora Marietto passa all'attacco. Non diamo garanzie, siamo degli spreconi, siamo diventati un affare a rischio. Il suo amichetto ci fà il rating: conferma il rischio. Marietto deve purtroppo chiederci il garage in cambio di 110 litri di acqua gialla, che gentilmente ci presta al 20%. Ma è come gettare benzina sul fuoco: dopo qualche giorno dobbiamo dargli il primo piano di casa dove avevamo l'attività di falegnameria. Poi Marietto ci ordina di tagliare il consumo di acqua in casa, poichè ha la sensazione che stiamo utilizzandola per la fontana. In famiglia cominciamo a non farsi la doccia, poi ad avere sete, a non poter cucinare gli spaghetti. Ma Marietto ha diritto ai suoi interessi, e sono pagabili sono in acqua gialla, che ha solo lui, sono come l'Euro: a corso forzoso. Nostro figlio comincia ad avere fame ed emigra, si trasferisce da amici all'estero, nostra moglie trova un amante. E noi siamo diventai schiavi di questo fottuto Marietto che ci ha prestato solo dell'acqua gialla.
Marietto nel frattempo ha abbassato gli interessi allo 0,05%, per il semplice motivo che di più non possiamo tornargli, è la tecnica della garrota: stringi il cappio al collo, ma fallo respirare, se no muore ed il gioco è finito. E allora ci viene il dubbio; perchè non me l'ha prestata subito allo 0,05% invece del 30% visto che può farlo? Eppoi, perchè ha subappaltato il prestito dell'acqua gialla al suo amichetto che ci richiede il 30%?

Siamo disperati, cornuti, mazziati, falliti....... I giornali dicono che non è vero, che stiamo bene, che il futuro è rosa ..... Finchè scopriamo che l'acqua gialla ce la possiamo fare noi. E così ci riempiamo un secchio con 210 litri di acqua, ci pisciamo dentro e la torniamo a Marietto, che vada a farsi fottere lui e il trucco dell'acqua gialla; inoltre, lo riempiamo di botte e ci riprendiamo il garage, il primo piano e gli diamo fuoco alla casa.
E così spero che prima o poi andremo a Bruxelles, daremo fuoco alla BCE e riempiremo di botte i vari Marietti governatori di una truffa colossale, e ci creeremo il denaro da soli.
Se riprenderci il bottino da chi l'ha ribato, lo lascio a voi.


Fonte Antonio Miclavez

http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento