venerdì 31 ottobre 2014

HANNO VINTO LORO...


Tutto procede a puntino, secondo i piani. Ancora un piccolo passo e l’appendice dell’Europa, l’espressione geografica italiota cadrà definitivamente nelle nostre mani.
Come siamo riusciti a tanto? Facile, seguendo la strategia antichissima dell’inganno.
Abbiamo aggiunto ai vecchi protocolli le moderne tecniche di illusionismo e ipnosi.


La guerra contro gli italioti l’abbiamo vinta senza spargimento di sangue. La strategia vincente ora usa armi psicologiche e la spinta alla decadenza dei costumi, non i bombardamenti, i quali sono utili solo per ridurre il numero degli abitanti, ove fossero troppo numerosi.

Un’arma poderosa che usiamo è l’inganno della moneta: Facendo credere agli italioti, mediante l’ipnosi collettiva, di essere nostri debitori, quelli si dissanguano per pagare a noi debiti che esistono solo nel loro cervello: Sono solo immagini artificiali instillate nelle loro menti mediante l’opera d i nostri ipnotizzatori della TV.
L’illusionismo di massa combinata con le tecniche dell’ipnosi sta facendo miracoli: Infatti facciamo credere loro di tutto. Restano lì a guardarti con lo sguardo ebete. Sono impotenti, imbelli. Sono i nostri imbelli zimbelli. Gli italioti non reagiscono. Massi di fronte a qualunque provocazione, a qualunque sopruso restano stupefatti. Possiamo fargli quel che vogliamo ormai: digeriscono tutto. Facciamo sparire il denaro dalla circolazione, gli roviniamo l’economia, gli facciamo perdere l’impiego e ogni mezzo di sopravvivenza, e quelli niente. Li tartassiamo di tasse colossali impossibili da pagarsi e quelli corrono a vendere tutto pur di poter pagare. Gli portiamo via la casa, la loro impresa, il loro terrenino, e quelli zitti: mandano i loro bambini a mendicare, a dormire in una scatola di cartone, sotto i ponti, le figlie invece le mandano a battere per pagare a noi debiti che non esistono. Oppure si suicidano. Mi scappa da ridere.

Ma questo è stato possibile anche grazie allo sforzo e alla connivente complicità della classe politico amministrativa, e della magistratura italiota, da noi profumatamente foraggiata: Vil razzaccia di cortigiani, babbei, criminali e ruffiani al nostro servizio.

Eliseo Malorgio

http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento