giovedì 27 novembre 2014

Berlusconi Gheddafi un'amicizia fraterna

Agosto 2011 mentre la NATO compresa l'Italia di Berlusconi amico fraterno di Gheddafi bombardava la Libia il colonnello manda una missiva al suo amico Silvio


«Caro Silvio (...) - si legge nella lettera pubblicata dal sito web del settimanale francese Paris Match - sono rimasto sorpreso per l'atteggiamento di un amico con cui ho concluso un trattato di amicizia favorevole ai nostri due popoli. Avrei sperato che da parte tua ti interessassi almeno ai fatti e che tentassi una mediazione prima di dare il tuo sostegno a questa guerra».

«Non ti biasimo per ciò di cui non sei responsabile - scriveva il rais - perché so bene che non eri favorevole a quest'azione nefasta, che non fa onore a te e al popolo italiano». «Ma credo che tu abbia ancora la possibilità di fare marcia indietro e di far prevalere l'interesse dei nostri popoli», auspicava il colonnello, che invitava il Cavaliere a parlare con i suoi alleati occidentali per fermare i bombardamenti che «uccidono i nostri fratelli libici e i nostri bambini».

Lettera del tutto inascoltata, Berlusconi prosegue nell'appoggio logistico e nei bombardamenti della LIbia.. e questi sono fatti... un vero amico non c'è che dire




un anno prima....





Aggiungi didascalia





Berlusconi .. un amicone...



vedi anche

Libia - Colonnelli si muore... Alcune cose su Gheddafi che non debbono essere dette

UE CRIMINALI DELLA PEGGIORE SPECIE


Antar Raja
http://altrarealta.blogspot.it/



Nessun commento:

Posta un commento