sabato 17 gennaio 2015

GRETA E VANESSA ; RISCATTO?

"Abbiamo pagato il riscatto? Le notizie che circolano sono solo illazioni, abbiamo seguito tutte le procedure utili per liberare Greta e Vanessa". Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, ospite a Otto e Mezzo, va in tilt con una domanda di Lilli Gruber che lo incalza: "Ministro può rispondere sì o no sulla vicenda del riscatto? Avete pagato?". Niente Gentiloni non riesce a pronunciare un monosillabo. E così parte il solito giro di parole: "Ho trovato quelle ragazze molto provate, il governo italiano ha fatto il possibile per riportarle a casa. Abbiamo seguito tutte le procedure che sono simili a quelle adotatte dagli altri Paesi. L'Italia non paga riscatti", ha affermato.

"Che io sappia" - Ma sul caso specifico di Greta e Vanessa non riesce pronunciare una frase semplicissima: "Il governo italiano non ha pagato il riscatto ad Al Nusra". Poi sempre più stremato, Gentiloni all'ennesima domanda su uno scambio di prigionieri risponde così: "Che io sappia non c'è stato". Va sottolineato quel "che io sappia". Non proprio rassicurante come risposta per chi guida il dicastero degli Esteri ed è in prima linea nella difesa del nostro paese dal pericolo jihadista...


http://www.liberoquotidiano.it/sondaggi/11745002/-Riscatto-pagato---.html

Qualcuno crede alle parole del governo espresse dal ministro Gentiloni che dice "L'Italia non paga riscatti" ?

oppure credete alla comunicazioni rilasciate dai jihadisti che dichiarano di aver rilasciato gli ostaggi dietro versamento di 12 milioni di Euro?
Questo il sondaggio su Libero Quotidiano il risultato per niente sorprendente
il 95% crede ai Jihadisti e non crede al governo

lascio a voi le riflessioni sul nostro governo.



qualche chiarimento a proposito di riscatti:

Il nostro Stato non è una mamma che si occupa di tutti i propri figlioli con eguale premura. Se infatti avete la sfortuna di essere rapiti in Italia, lo Stato non solo non sgancia un euro per riportarvi a casa, ma addirittura mette sotto sequestro i beni e i conti correnti dei vostri familiari, così che neppure loro possano versare il riscatto. Di più: se malauguratamente scopre che qualcuno dei vostri amici si sta dando da fare per mettere insieme con una colletta il denaro sufficiente alla vostra liberazione, non solo blocca anche quei soldi, ma incrimina pure per favoreggiamento chi sta cercando di aiutarvi, quasi che i criminali siano le persone che vi stanno dando una mano e non quelli che vi tengono rinchiusi in una prigione.
Però nel caso siate rapiti all’estero, non dai banditi della ’ndrangheta o dell’anonima sarda ma da un gruppo di tagliagole islamici, almeno su una cosa potete stare tranquilli: lo Stato si farà in quattro per riportarvi a casa e sarà anche pronto a fare ciò che qui da noi proibisce, ossia pagare il riscatto. (...)

Libero

Anche in questa vicenda il governo italiano non perde l'occasione per dimostrare
la sua ipocrisia e falsita' un metodo tutto Italiano alla Renzi, dire una cosa e farne un'altra.

Antar Raja





http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento