domenica 25 gennaio 2015

LE DIECI SOSTANZE PIÙ TOSSICHE E IL MICIDIALI dentro a cio' che bevi e mangi




DOCUMENTO DEL PROF GIUSEPPE ALTIERI (Sintesi, titolo e sottotitoli di VV)

SOSTANZE ANTI-MUFFA ED ANTI-FUNGO CARICHE DI EFFETTI COLLATERALI

Per la durata e la conservazione dei cibi industriali generalmente vengono utilizzati conservanti e agenti sintetici atti a ritardare ed inibire la crescita di funghi e muffe. Queste sostanze però, una volta liberate nel corpo, privano di ossigeno le cellule rubandone le sostanze nutritive e creando un ambiente favorevole per le malattie.

INGREDIENTI TOSSICI PER IL CORPO UMANO

Continui sono gli studi che vengono effettuati a riguardo di questi argomenti. Ogni giorno assumiamo alimenti che contengono ingredienti a rischio. I 10 ingredienti più tossici presenti nel settore alimentare sono elencati qui di seguito.

SODIO BENZOATO E211

Questo assassino furtivo si trova in quasi tutti i vasi e bottiglie, come condimento per l'insalata, sottaceti, salse, maionese, quasi tutte le bevande analcoliche, succhi di frutta, e anche in prodotti alimentari etichettati come naturali. Secondo uno studio del professor Peter Piper, del dipartimento di biologia molecolare e biotecnologie dell’Università di Sheffield, il sodio benzoato testato su cellule vive di lieviti distrugge aree del Dna nelle stazioni energetiche cellulari, ovvero nei mitocondri.

OLIO DI CANOLA

Questo olio è di derivazione vegetale ed è presente in più del 30% di tutti i prodotti. Olio di canola è in realtà una selezione dell'olio di colza e può causare enfisema e insufficienza respiratoria, che alla fine portano al cancro. L'olio di colza è inadatto all’uso alimentare a causa dell’alta concentrazione di acido erucico, che per la sua tossicità è fortemente limitato per legge, con un limite massimo tollerato del 5% nei grassi alimentari (legge comunitaria in vigore dal 1º luglio 1979, Direttiva 76/621/CEE, del 20 luglio 1976). Essendo però un olio estremamente economico, in Italia è attualmente utilizzato dalla ristorazione commerciale.

GLUTAMMATO MONOSODICO o MSG

La FDA permette 20 pseudo nomi per esso, tra cui Estratto di lievito Ajinomoto autolyzed, Vetsin, MSG, Gelatina, Caseinato di calcio, Proteina vegetale idrolizzata (HVP), Proteina testurizzata, glutammato monopotassico, Idrolizzato pianta Proteina (PHP), Estratto di lievito, Acido glutammico, Caseinato di sodio, lievito, Proteine vegetali idrolizzate, Senomyx, Carragenina, Aromi naturali, Esaltatore di sapidità. Oppure vengono assegnate le varie sigle E620, E621, E622, E623, E624, E625, E627, E631, E635 per citarne alcune. Solo perché un prodotto cita "No MSG" non significa che non c'è!

SODIO NITRATO E NITRITO DI SODIO, OVVERO NITROSAMMINE

È usato per fertilizzanti, esplosivi, e come solvente nell'industria della pulizia a secco. Questo ingrediente mantiene le molecole di emoglobina nel sangue, e trasporta l'ossigeno ai tessuti del corpo. È considerato un super-sale come il glutammato monosodico. Aggiunto a prodotti come hot dog, salsicce e pancetta fa aumentare la durata di conservazione, il colore ed il sapore. Il nitrito di sodio è usato principalmente come conservante alimentare e fissativo del colore nei prodotti a base di carne. Spesso usato in combinazione con altri sali noti nella vulcanizzazione. tipo sali di sodio nitrito e nitrato e potassio (E249). Il suo uso impedisce intossicazione batterica, specialmente il botulismo. Peccato che gli studi da parte delle autorità sanitarie degli Stati Uniti, alla fine del 1970, abbiano dimostrato che l'uso di nitrito di sodio come additivo alimentare provoca il cancro.

MARGARINA

Il corpo non può integrare gli acidi grassi trans nelle membrane, causando strutture deformative cellulari. Ricchissima di grassi vegetali idrogenati che accelerano l'invecchiamento e degenerano i tessuti.

DIMETIL-POLISILOXANE ANTISCHIUMA

Il Dimethylpolysiloxane è una sostanza chimica industriale utilizzata in stucchi e sigillanti. Questo componente è usato soprattutto nei fast food. Ad esempio nei bocconcini di pollo e nelle uova. Parliamo di un derivato del petrolio, utilizzato come stabilizzatore in profumi, resine, vernici e prodotti chimici. Prodotto collegato ai tumori gastrici e a danni genetici al Dna.

ANTIAGGLOMERANTI

Si tratta di prodotti chimici che assorbono l’umidità. Vengono aggiunti al sale da tavola, a prodotti e alimenti in polvere. Contengono spesso composti di fosfato, carbonato, silicato e ossido contenenti alluminio. L'alluminio è collegato alla malattia di Alzheimer ed è utilizzato anche nel comune vaccino contro l'influenza. Lo stesso vaccino che ha causato nei mesi scorsi numerosi casi di morte accertata e ancor più numerosi casi di danni a chi si è fatto vaccinare.

COLORI ARTIFICIALI

Qui si parla di petrolchimica, di olio sintetico, di antigelo e di ammoniaca. Sostanze vietate persino nei cosmetici, ma ancora consentite negli alimenti. Indeboliscono il sistema immunitario. Sono causa di tumori alla vescica e ai testicoli.

EMULSIONANTI NEI VACCINI, NEI GELATI, NELLE COLE E NEI GATORADE

Carragenina, polisorbato 80 e oli vegetali bromurati (OLS). Di solito si trovano nel latte al cioccolato, formaggio, gelato, latte in polvere e gelatina. Il polisorbato 80 è presente anche in molti vaccini.

BVO, BROMINATED VEGETABLE OIL, NELLA COCA, NELLA FANTA E NEL GATORADE

Il BVO Brominated Vegetable Oil non è per niente facile da smaltirsi e rimane per anni nel corpo.
Niente più BVO nella Coca Cola. Lo annuncia ufficialmente la multinazionale produttrice delle bibite gassate più famose al mondo, messa sotto pressione da migliaia di consumatori mediante una petizione on line sul sito Change.com. Così, dopo il micidiale colorante 4-methylimidazole, tocca al Bvo essere rimosso sostituendolo con altri ingredienti tipo saccarosio acetato isobutirrato ed esteri glicerici di resina, additivi il cui nome è tutto un programma. Difficile pensare che rendano la bevanda più salutare. Anche la Pepsi dovrebbe fare la stessa cosa con tutte le sue bibite, come tra l'altro aveva già anticipato l'anno scorso rimuovendo la sostanza dal suo Gatorade, consumato a ettolitri in tutti i campi da tennis del mondo!

BIBITE CAUSATRICI DI PROBLEMI AL SISTEMA NERVOSO E AL SISTEMA EMUNTORIO

Cos'è mai questo BVO? Si tratta di un additivo utilizzato come emulsionante alimentare per diverse bevande della Coca-Cola Corporation, comprese Fanta, Seven-Up e Powerade. L'uso di questa sostanza, derivante da soia o mais OGM, permette di diluire e amalgamare gli aromi, che altrimenti rimarrebbero in superficie. Contro il BVO è attiva da tempo una campagna per vietarne l'utilizzo. Infatti, secondo un test effettuato da ricercatori della Mayo Clinic, un consumo prolungato di bibite che contengono il BVO potrebbe causare nel corso degli anni diversi problemi di salute anche gravi, come perdita di memoria, malattie della pelle e problemi al sistema nervoso.

CHI HA SUBITO I DANNI SE LI TIENE

L'uso del BVO è tecnicamente vietato nell'Unione Europea e in Giappone come additivo, mentre grazie a una legge nel 1970 negli Stati Uniti il BVO è stato rimosso dagli ingredienti catalogati come "Senza rischi". Ma negli States ne hanno comunque consentito l'uso nelle bibite in una quantità pari a un rapporto di 15 su un milione. Evidentemente non basta. Un passo da gigante dunque per i colossi delle bollicine, ma basterà per rendere Coca e Pepsi bevande meno discutibili? E chi ha avuto la sventura di frequentare i McDonald's e gli spacci associati della Cremonini Corporation, intossicandosi di cadaverina e bevendo questi veleni a garganella? Se li tiene purtroppo a lungo nel corpo!

DOLCIFICANTI ARTIFICIALI

Aspartame, Acesulfame K, Sucralosio, Sorbitolo, Truvia e, ovviamente, Saccarina. A causa del loro gusto iper-zuccherino, questi dolcificanti chimici ingannano il corpo e producono dipendenza per lunghi periodi di tempo. Si consiglia maggiore informazione e maggiore buonsenso negli acquisti.

Fonte: zapping.altervista.org
http://valdovaccaro.blogspot.it/2015/01/le-dieci-sostanze-piu-tossiche-e-il.html

http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento