sabato 14 febbraio 2015

L'ISIS AVANZA ; RICAPITOLIAMO

L'ISIS continua la sua avanzata in Libia, e dopo aver preso il controllo di Sirte, i terroristi hanno dato l'ultimatum alle milizie locali per lasciare la città, che si trova a 450 km a ovest di Tripoli.Due emittenti radiofoniche della città, “Free Voice” e “Radio MikdashiIntanto, sono già finite sotto il origine egiziana rapiti a inizio gennaio.controllo dell'organizzazione terroristica e il parlamento ha confermato la morte di 21 cristiani copti di origine egiziana rapiti ad inizio gennaio.

Ricapitoliamo:

1) si attacca l’ Afganistan dopo l’11 settembre per combattere i terroristi ed esportare democrazia: attualmente nazione nel pieno caos
2) si attacca l’Iraq perché, dicono gli USA, in possesso di armi chimiche, mai trovate, si assassina Hussein e poi si lascia la nazione in preda ad una guerra tra bande rivali
3) Si continua con l’esportazione della democrazia, serviva cambiare i governi in Tunisia ed Egitto per poi avere mano libera in Libia. In Egitto viene incarcerato il Presidente ed indette nuove elezioni, ma il risultato non piace e dopo una anno si organizza un colpo di Stato, altra nazione nel caos
4) Si attacca la Libia, sempre per esportare democrazia, che diamine, i buoni sono loro, si assassina Gheddafi e la nazione piomba nel più orrendo conflitto tra varie fazioni, in pratica è stata distrutta
5) Nel frattempo si fanno “ pensierini” anche sull’Iran, ma si soprassiede per ovvi problemi militari e geografici ( in Iran ci sono le montagne e, soprattutto, gli iraniani sono abbastanza organizzati )
6) Si inizia un'altra esportazione di democrazia in Siria ma, grazie a Russia ed Iran, non si riesce ad assasinare il presidente che, per fortuna è ancora al suo posto
7) L’esercito USA lascia l’Iraq ed ecco apparire l’Isis che proclama il suo Califfato ed inizia la sua espansione
8) Sembra che Obama abbia scritto a Kamanei, presidente iraniano, facendo concessioni sul nucleare in cambio di una fattiva collaborazione contro l’Isis. Kamanei risponde dicendo di prendere atto delle parole di Obama ma non si impegna ( perché mai dovrebbe farlo? )
9) L’Isis conquista Sirte, in Libia, a poche centinaia di chilometri dalle nostre coste ed il pericolo, per noi, si fa tremendamente serio tanto che Gentiloni si dice pronto a combattere ( ci sarebbe da scompisciarsi dalle risate se la cosa non fosse tragica).
La conclusione di questa breve ed incompleta cronistoria ci porta a pensare che USA e camerieri vari, tra cui noi, in fatto di strategia siano proprio una schifezza.
Hanno gettato mezzo mondo nel caos più totale ed ancora hanno il coraggio di farsi vedere e soprattutto di parlare.
Roba da pazzi!
Cari USA e camerieri al seguito, date ascolto, andate a giocare a golf, e lasciate che i popoli rimangano sovrani e si gestiscano da soli le loro questioni interne.
P.S. Tutti i fautori delle guerre della Nato dove sono? Se ci sono battano un colpo e, soprattutto, ci facciano sapere dove sono……così potremmo prenderli a calci in culo, una volta per tutte.

Claudio Marconi Forlì
http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento