giovedì 19 febbraio 2015

Loro sono loro, noi cosa contiamo?


Se tu non paghi 40 euro, magari per una multa, ti scrive Equitalia.
La Banca Popolare dell'Etruria perde 400 milioni di euro e le fanno una legge su misura.

Fra i vertici della banca dell'Etruria guarda caso c'è il padre del ministro per le Riforme Boschi. Loro sono loro, noi cosa contiamo?

È proprio papà Boschi, vicepresidente, uno dei tre vertici nel mirino dei commissari di Bankitalia.
Lorenzo Rosi è il presidente, Pier Luigi Boschi e Alfredo Berni i vice. I primi due a rappresentare l'area cattolica, il terzo a rappresentare quella laico-Massonica.

Tu li rappresenti i massoni? No, e allora devi pagare.

Intanto Renzi provvidenzialmente si inventa la riforma delle banche popolari, fra cui l'Etruria, che sale così miracolosamente del 60% circa nell'arco di un mese. Proprio quello che ci voleva. Che fortuna vero? Un record direi.

Anche le imprese hanno segnato un record negli ultimi anni. Un record diverso, del tipo che si addice a chi non ha santi in paradiso. Come riporta la Cerved, nel 2012 104mila imprese hanno chiuso i battenti.

Da una parte c'è chi fa affari alle nostre spalle, incassa, senza pagare mai, perché vicino alle istituzioni. Dall'altra c'è un padre di famiglia, abbandonato dalle stesse, al quale pignorano i mobili, bloccano i conti, lasciano la sua famiglia in mezzo alla strada.

Deboli con i forti, forti con i deboli: questo è il vostro Stato!

Nicola Morra

Voler imporre con la forza brutale le proprie decisioni manifesta una debolezza argomentativa evidente: lì dove le idee difettano, si sostituiscono con i numeri e con i muscoli, un po' come avviene nei paesi ove la democrazia viene puntualmente calpestata.
E non mi si risponda che i numeri del Parlamento attuale riflettono i rapporti di forza esistenti nel paese. Questo Parlamento è un grande bluff democratico, causa il premio di maggioranza ottenuto da PD e SEL insieme, in funzione di un'intesa che ieri è stata festeggiata a capocciate fra deputati dei due partiti in questione.
Prepariamoci a momenti sempre più bui per la democrazia in Italia.
Noi non ci arrenderemo.

Nicola Morra
https://www.facebook.com/pages/Nicola-Morra/140669976101080?fref=nf

Sorial Girgis Giorgio


Il ‪#‎PD‬ non si smentisce mai.
Cerca di alzare l'aliquota INPS, poi si ritrova costretto da una proposta del ‪#‎M5S‬ a bloccarla, infine prova a pulirsi la faccia arraffandosi il merito.

Il decreto Milleproroghe è la dimostrazione che le leggi, in Italia, non funzionano. Il Governo si ritrova costantemente a "prorogare" i termini e spostare o investire risorse in comparti che risultano sbagliati o inadatti.
Per fortuna arriva il #M5S che durante il lavoro in commissione riesce, nonostante la Maggioranza, a migliorare un decreto e portare dei reali benefici a cittadini.

Sui Social, il deputato Carbone e poi il PD, twittano all'unisono questa grande vittoria spacciandola come fosse loro.
Bugiardi e ovviamente smentiti subito dopo, la rete non perdona.

Arriverà ‪#‎lavoltabuona‬ che il PD dirà la verità ai cittadini?







http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento