mercoledì 13 gennaio 2016

LE SUPERCAZZOLE DI MONTI

Mi sono preso la scocciatura di commentare questo noiosissimo intervento di un mediocre messo in scanno dai suoi amichetti: Monti. Con assenza di mimica (a parte le mani ad artiglio), con fare grave e serioso, Monti ha sparato una serie di cagate e contraddizioni, applaudito da una platea chiaramente pagata.

Riporto qui le sue affermazioni e tra parentesi i miei commenti: Un leader serve a non seguire i “desiderate” dell’opinione pubblica , ma per guidarli (per fortuna che i Grillini fanno il contrario, sentono cosa vuole la gente, Monti fa l’inno alla Tirannia): dimezzando l’evasione si creano 300.000 posti di lavoro (ma 150.000 PMI fallite);

 l’economia sommersa è una quota rilevante dell’economia complessiva, e favorire la transazione con banconote può agevolare l’evasione fiscale (giusto, ma essere obbligati a pagare con la carta di credito ogni transazione bancaria al 5% perché non c’è più contante aiuta l’economia, ma l’economia delle Banche, difatti dopo 20 transazione le banche si mangiano tutto il capitale e noi rimaniamo con la carta di credito, ma vuota); due problemi frenano l’economia italiana: l’evasione fiscale e la corruzione (invece mettere Monti al potere senza essere eletto per poi nominarlo Senatore a vita non è stato segno di corruzione);

 gli 80 euro di regalo sono politici , le tasse in aumento sono economici (e qui dice una cosa giusta; la carota dell’Ebetino è la carità degli 80 Euro, che si vedono e servono a farsi votare, mentre il bastone sono tutte le gabelle aumentate di nascosto che servono a favorire le banche lo hanno messo dov’è); L’Europa siamo noi, ma andare a battere i pugni sul tavolo quando si va a trattare a Bruxelles non ha senso se poi si guarda gli effetti per il proprio paese (Monti qui dichiara che siamo Euroschiavi, e che non ha senso andare a discutere; dobbiamo proprio uscire da questa Unione Europea che è un’ un’espressione degli USA e con l’Europa non centra una mazza); non è vero che l’Italia è in crisi; noi da 15 anni cresciamo indipendentemente dalla crisi finanziaria (anche qui parla della Banche che stanno bene; la gente e le PMI stanno morendo); 

abbiamo un problema di funzionamento dell’economia che va affrontato con le riforme (cos’è il funzionamento dell’economia ? Ma non eri un Professore della Bocconi ?); largheggiare di più con l’erogazione pubblica tipo riduzione di tasse porta problemi per il futuro e a disavanzi, però intanto dà respirazione, magari artificiale, ma la dà respiro (e la soluzione ???); la spending review è stata in qualche modo un concetto dinamico evolutivo in qualche misura evanescente (supercazzola alla Monti, cosa vuol dire??); 

gli scricchiolamenti bancari 4 anni fa non c’erano e c’era un grosso scricchiolamento nel Monte del Paschi di Siena (quindi il suo Governo non poteva fare nulla, le banche erano perfette) e li ci sarebbero state grosse conseguenze se la banca non fosse stata salvata (ma salvare vuol dire espropriare i correntisti o arrestare gli Amministratori delle Banche e recuperare i furti?); gli Stati hanno dovuto in Europa salvare le banche se no crollavano le economie (certo, se no cosa ti pagava a fare le Leman Brothers, cosa ti mettevano a dirigere la Bocconi se non per spargere le lieta novella che le Banche ci fanno fallire per il nostro bene?).

1 commento:

  1. I tre governi inventati da un cretino oramai vittima dell'Alzheimar, Monti Letta e il contaballe, hanno decretato la fine della democrazia nella nostra repubblica, e il nuovo cretino senza collo non osa indire fi-nal-men-te nuove elezioni consegnando il potere in mano ad arroganti cretini quanto lui ma più incapaci di lui.

    RispondiElimina