martedì 20 settembre 2016

SI PUÒ MAI GUARIRE DA UNA MALATTIA CHE NON ESISTE?


SI PUÒ GUARIRE DAL FANTOMATICO HIV?
Non so cosa devo fare, se non rifiutare i farmaci chimici. La prego, mi dica se si può guarire dal fantomatico Hiv, e cosa devo fare per curarmi. Ringraziando in anticipo per l'attenzione.
Catia

RISPOSTA

LA GENTE È INCREDIBILMENTE VULNERABILE
Ciao Catia. Già il tono del tuo messaggio fa capire come una persona dotata di intelligenza e di consapevolezza, perda letteralmente l'orientamento. La vulnerabilità della gente di fronte alle diagnosi mediche è sconcertante. Quasi si trattasse di una sentenza emessa da Dio in terra. Ma la medicina monatta è tutto fuorché materia divina.

SI PUÒ MAI GUARIRE DA UNA MALATTIA CHE NON ESISTE?
Mi chiedi come se si può guarire dal fantomatico Hiv. E io rigiro la domanda a te, persona pensante e ragionante. Si può mai guarire da una malattia fantomatica ed inventata? L'Hiv in ogni caso non è la malattia ma il virus che causerebbe la malattia Aids. Peccato per gli Untori Contemporanei che l'Aids non esista, se non nella fantasia bacata e nella mente colonizzata di una determinata fetta del settore sanitario. Peccato poi che il virus Hiv che causerebbe l'Aids non esista pure lui.

SOLLEVATI IL MORALE VISTO CHE SEI UNA PERSONA TOTALMENTE SANA, RISPETTABILE E NON CONTAGIANTE
E tu ti dichiari disperata ed emarginata per questo tipo di spropositi medicali? Se non ti bastano le mie tesine sull'argomento, ti consiglio di andare in una qualsiasi libreria e di comprarti "Aids il virus inventato" di Peter H. Duesberg, edizione Baldini & Castoldi, e di studiartelo per bene dalla prima all'ultima pagina. Capirai di essere stata buggerata e spaventata in modo indecente.

Valdo Vaccaro

ebook gratuito IL VIRUS HIV NON ESISTE
http://compressamente.blogspot.it/2014/08/il-virus-hiv-non-esiste-laids-e-causata.html

LA MEDICINA COME SCUOLA RIMANE INVECE IL MAGGIORE KILLER MONDIALE

Per quanto concerne invece la Medicina in generale, è risaputo che essa ha ammazzato e messo fuori uso maree di persone. È risaputo che essa ha fatto più vittime di tutte le guerre della storia,, di tutte le pestilenze e di tutti gli incidenti stradali messi assieme. Quando si parla poi di pesti inventate, mancano ancora i conteggi di Ebola essendo un trucco di recente invenzione. Ma sull’Aids le cose sono diverse. Si instaurasse un tribunale internazionale contro i crimini Aids, se ne vedrebbero delle belle.

L’AIDS NON È UNA BUFALA MA È LA FARSA PIÙ IGNOBILE ED INIQUA MAI ORDITA CONTRO IL GENERE UMANO

Tu Marco parli di bufala Hiv. Ma dire bufala ha poco senso. Una bufala sa di scherzo di carnevale o di pesce di aprile, di qualcosa che fa sorridere come innocente presa in giro. Qui siamo di fronte a qualcosa di tipo grave e scandaloso, vergognoso e truffaldino. Qualcosa che nessun gruppo organizzato si è mai sognato di fare. Qui siamo di fronte alla frode ed alla farsa planetaria più cinica e goffa di tutta la storia umana. Cinica da parte degli autori, goffa da parte dei creduloni e purtroppo anche delle vittime innocenti che hanno subìto questo raccapricciante inganno.

TRENT’ANNI DI CARROZZONE AIDS DA PARTE DI UNA MEDICINA MONATTA ED UNTRICE

La conta non sta nei morti di Hiv-Aids che equivale a zero assoluto, ma nei morti per i trattamenti medici con farmaci potenti e micidiali, sta nei milioni di suicidi di gente buttatasi nel vuoto da ponti e da palazzi nel timore di essere infetta, sta nelle sindromi di paura e di terrore che hanno provocato masse di gente sbandata in ogni angolo del mondo, sta negli isolamenti in vita e persino in morte, siccome chi moriva di Aids non trovava nemmeno un posto in cimitero. Tutti questi drammi causati per 30 anni da una medicina monatta e untrice irresponsabile e priva di scrupoli, ma carica di voracità per il danaro più sporco e contaminato che mai sia circolato.

L’INVENZIONE DELL’AIDS E DELL’HIV

Esiste l’Aids come malattia? No, nel senso più assoluto. Esiste come peste inventata? Ovvio che sì.
Esiste il virus Hiv? No nel senso più assoluto. Nessuno lo ha mai visto, ma è stato fotografato con false manipolazioni. Occorreva immaginarlo come causa di una malattia immaginaria. Esiste l’inventore dell’Aids-Hiv? Certo che esiste. Si chiama CDC-Usa (Central Disease Control) e sta ad Atlanta, e si è servito di due mediocri e corrotti pseudo-scienziati come Luc Montagnier e soprattutto Robert Gallo. Montagne, preso il Nobel si è persino permesso di fare delle sghignazzate pubbliche sull’intera faccenda, quando ormai non servivano smentite, nel senso che il bubbone Aids era stato scoperto in ogni suo dettaglio.

DI COSA MORIVANO E DI COSA MUOIANO GLI IMMUNO-DEPRESSI?

Alla fine, se l’immunodepressione esisteva, riguardava chi e che cosa? Di cosa morivano tanti pazienti sbandati e ridotti come stracci? Quando uno si sottopone a stress continuati, a vita notturna e a insonnia stabile, a cibi devitalizzati privi di una foglia di radicchio o di un succo d’arancia, ad alcol, birre e fumo, il minimo che gli può succedere è 1) Problemi digestivi, assimilativi ed evacuativi, con insostenibile dispersione energetica, 2) Gravissime carenze mineral-vitaminiche, in particolare quella di vitamina C e di vitamina del gruppo B. Debolezze e carenze che portano a gravi stati di esaustione, di esaurimento nervoso, di scorbuto e beriberi, di incapacità di reggersi in piedi.

L’ETICHETTA UNIFICANTE AIDS

Gente di questo tipo ce n’è purtroppo in tutte le grandi città del mondo. L’imbroglio e la farsa sono consistiti nel mettere assieme questi gruppi di sbandati e nell’avergli applicato sopra l’etichetta unificante Aids come si trattasse di una entità patologica ben definita, caricandola di significati sinistri, contagiosi e pestilenziali, e associandogli nel contempo delle cure micidiali Azt e simili, ed ottenendo sostanziosi e straordinari fondi da governi, nonché elemosine miliardarie dagli sceicchi, da sportivi, da stelle hollywoodiane con troppo danaro nei loro conti bancari.

LA TUA SIEROPOSITIVITÀ NON NULLA DI CONTAGIOSO O DI DRAMMATICO, NESSUN VIRUS DORMIENTE CHE SI RISVEGLIA E ALTRE SCEMENZE RIDICOLE

Detto questo, veniamo al tuo caso. Ovvio che la tua sieropositività non ha nulla di contagioso e di drammatico. Un semplice momento di abbassamento forze immunitarie lascia il segno, punto e basta. Essere sieropositivi in questo senso non significa nulla. Ma tu, pur bravo a capire i meccanismi truffaldini dell’intera faccenda, sei caduto in pieno nella rete della paura di fronte ai test Elisa e Western Blot.

http://altrarealta.blogspot.it/2015/10/hiv-aids-farsa-piu-ignobile-ed-iniqua.html


Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Nessun commento:

Posta un commento