venerdì 25 novembre 2016

La Verita' Documentata Sulla Pasta Dentifricia e GEL

Ci avvelenano ogni giorno per almeno 2/3 volte al giorno, per poi curarci con i loro farmaci per avvelenarci ancora di piu'. In questo modo ci tengono sotto controllo con una macchina che ormai lavora in automatico per loro e li fa' guadagnare, ci fanno ammalare con le patologie piu svariate. Riepilogando siamo il loro bussiness .Il dentifricio e' il loro mezzo piu' nascosto, da quando eravamo piccini i nostri stessi genitori ci dicevano che dopo lavato i denti dovevamo sputarlo perche' faceva male. Nella loro non conoscenza i nostri genitori avevano scoperto la verita'. Adesso qui la sveliamo nella sua totalita' .

La spiegazione della composizione Base e' presa dalla ricetta del Sensodine proteggi e ripara.

Negli altri dentifrici elencati qui sotto troviamo gli stessi elementi nocivi negli ingredienti, specificati nei tubetti.

Ricetta per pasta dentifricia classica o Gel (Fonte Sensodyne)

Glicerina : usato per uso esterno per uso interno provoca: Lassativo, ed ipertensione, iperglicemia .(non adatto a diabetici) e nessuno lo dice.

Peg -8: si tratta di ingredienti cosmetici non naturali, che si portano appresso un rischio di contaminanti cancerogeni.

Sodio fosfosilicato di calcio: desensibilizzante medico per eliminare la sensibilita dei denti (Chimico)

Cocamidopropyl Betana: E un elemento chimico per migliorare il potere schiumogeno, produrre schiuma fine, stabile e ricca, ha anche un elevato effetto addensante. Per produrre Shampoo, gel bagnoschiuma, detergente viso, prodotti per l'igiene personale e la pulizia per il bambino. (si usa dal 5%-10%).

Monofosfato di sodio: Il fosfato di sodio è un saledi sodiodell'acido fosforico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido cristallino incolore o bianco inodore. È un composto irritante.

Sodium Metiyl cocoyl taurate : x Ingestione Corrosivo!

L'ingestione può provocare gravi ustioni della bocca, della gola e lo stomaco. Cicatrici grave dei tessuti e la morte può provocare. I sintomi possono includere sanguinamento, vomito, diarrea, caduta della pressione sanguigna. I danni possono appare giorni dopo l'esposizione.

Biossido di titanio: Tolto dal ramo vernici perche tossico e cancerogeno,Il biossido di titanio è poi utilizzato nella cosmesi come colorante, identificato dal Color Index: CI77891, e come filtro solare identificato dall'INCI: TITANIUM DIOXIDE. In quest'ultima applicazione viene utilizzato anche in forma nano, cioè con particelle o aggregati di particelle con almeno una dimensione inferiore a 100 nm. Le particelle nanometriche di biossido di titanio hanno la proprietà di filtrare la luce solare, assorbendo prevalentemente la componente UV della radiazione proveniente dal sole e risultando trasparenti alla luce visibile. (Tradotto, e' come avere una patina lucida e trasparente sui denti) Tuttora sono in corso ricerche e dibattiti circa la possibilità che le polveri del biossido di titanio possano penetrare anche attraverso la cute sana, entrando nel circolo sanguigno. Questo genere di ricerche sono state sviluppate soprattutto di recente, a seguito dell'approfondimento scientifico sulle cosiddette nanopatologie, cioè le malattie che vengono causate dall'esposizione e successiva persistenza nell'organismo animale (quindi anche umano) di particelle inorganiche piccolissime tanto da non poter essere eliminate, e potenzialmente in grado di provocare processi infiammatori tali da poter degenerare, talvolta, in neoplasie , o piu comunemente chiamati tumori.

Fluoro usato in ppm (parti per milione): Il fluoro e l'acido fluoridrico devono essere maneggiati con grande attenzione e qualsiasi contatto con la pelle e gli occhi deve essere evitato.

Il fluoro ha un forte odore pungente rilevabile già a basse concentrazioni (venti ppb), simile a quello degli altri alogeni e paragonabile a quello dell'ozono. Esso è altamente tossico e corrosivo. È raccomandabile che l'esposizione massima giornaliera sia di una parte per milione. (PPM)

La più bassa dose letale nota è venticinque ppm. L'esposizione continua al fluoro e ai suoi sali porta a fluorosi del tessuto osseo e danni al sistema nervoso centrale.

Procedure di sicurezza molto rigide permettono il trasporto di fluoro liquido o gassoso in grandi quantità.

Il ruolo preventivo del fluoro nella formazione della carie dentale fu rilevato nel 1939 da Gerard J. Cox, biochimico, che lavorava al Centro ricerche Mellon, famiglia proprietaria della Alcoa.

Il fluoro era un prodotto di scarto della produzione di alluminio per l'industria aeronautica in tempo di guerra, con costi di smaltimento elevati.

Dal 1940 in USA e Canada si diffonde la fluorazione delle acque, e l'impiego di dentifrici e collutori contenenti fluoro.

Ci sono Varie alternative all'uso dei dentifrici di uso comune, una di queste é l'uso della polvere dentifricia BLANCODENT a base di bicarbonato sublimato

La filosofia che sta dietro la creazione di Blancodent parte da un concetto di benessere che abbraccia non solo l'igiene dentale ma l'intero organismo. Spesso non si da abbastanza peso al fatto che determinate sostanze vengono ingerite si in piccole quantità, ma vengono ingerite per tutta una vita per cui è inevitabile che lascino qualche traccia o causino qualche scompenso nell'organismo. Essendo completamente naturale Blancodent si oppone all'utilizzo di una serie di prodotti non proprio benefici che vengono utilizzati nella maggior parte dei dentifrici commerciali. ...

SENZA FLUORO.

Numerosi studi parlano del fluoro contenuto nei dentifrici, lo classificano a certi dosaggi come veleno, il fluoro viene assorbito e crea danni soprattutto al sistema nervoso centrale, ci rende infelici, depressi, inattivi ed addomesticabili, alcuni ipotizzano e non so come dargli torto, affinché i bombardamenti mediatici possano avere effetto su di noi.

Il sistema nervoso deve invece rimanere bello sveglio e tonico, perché è da lì che poi partono tutti gli impulsi per tutti gli organi del corpo, ed è quindi fondamentale per proteggere la nostra salute più di ogni altra cosa.

Blancodent va in questa direzione contiene oli essenziali tonificanti per cellule vive, sveglie e frizzanti. Tanto per usare un linguaggio popolare e comprensibile.

SCHIUMOGENI.

Blancodent si oppone all'uso di schiumogeni nei dentifrici. Se notate ad esempio nel bagno schiuma, nel lavare i piatti ecc… vi sarete resi conto che la schiuma gonfia le particelle d’acqua. Basta un bicchiere d'acqua per fare una montagna di schiuma e poi serve moltissima acqua per eliminarla e se non finisse nello scarico in realtà non la si eliminerebbe mai.

Per uso esterno e domestico la schiuma può avere la sua utilità e non fa danni ma per uso interno crea problemi al corpo. Le mucose umide del cavo orale assorbono questi schiumogeni e si gonfiano. Queste mucose sono nel punto più importante del nostro corpo a diretto contatto e nello spazio dove passano le arterie più importanti che portano sangue al cervello, i canali delle vie respiratorie ecc..

Se ci pensate a parte i muscoli esterni e gli strati della pelle con i relativi tessuti grassi, in un diametro di poco più di 10 centimetri, ci sono le vertebre cervicali, il midollo osseo, ghiandole salivari, corde vocali, trachea ecc.. Noi riteniamo che se queste mucose vengono rigonfiate dagli schiumogeni, possono creare seri problemi alla nostra salute. E qui i medici “dell’élite” ci dovrebbero rispondere se queste mucose rigonfiate ed irritate non siano anch’esse responsabili di problemi gravissimi alla salute come gli ictus e altre patologie severe, in aumento nei tempi moderni, e se questo non può essere messo in relazione al fatto che molti anni fa quando non esistevano gli schiumogeni nei dentifrici, queste patologie erano meno frequenti.

Il dentifricio concentrato Blancodent non usa schiumogeni e fa l’esatto contrario tonifica le mucose, le rassoda e le sgonfia.

ADDENSANTI

Se nei dentifrici non ci fossero addensanti chimici, dal tubetto uscirebbe una specie d’acqua densa che non rimarrebbe sullo spazzolino. Per “risolvere questo falso problema” vengono messi gli addensanti che rendono il dentifricio pastoso. Anche qui i medici “dell’élite” dovrebbero rispondere a questa semplice domanda: “Se questi addensanti rendono densa l’acqua del dentifricio, potrebbero rendere densa anche l’acqua delle cellule del cavo orale che viene poi assorbita dal nostro corpo?”

La risposta è assolutamente Si.

Il problema e che a molti di loro non interessa porsi tale domanda. Un altro quesito interessante al quale dovrebbero rispondere potrebbe essere: "Se i fluidi del sangue sono più densi possono procurare problemi circolatori, infarti e altri gravi patologie?" Scorre meglio nelle nostre arterie e nel nostro cuore una sostanza fluida o una sostanza densa? Qui lasciamo la risposta a voi persone di buon senso.

Per concludere questa parte potremmo sintetizzare facendo un paragone con informazioni nutrizionali ormai fortunatamente note, che gli schiumogeni possono essere paragonati a latte latticini e derivati e gli addensanti al glutine e ai cereali. In effetti se si guarda il glutine appare come una sostanza gommosa, difficile da scomporre, densissima e che sicuramente circola con difficoltà, e crea quindi problemi circolatori. Il glutine è pastoso e ci si fabbrica la pasta, gli addensanti del dentifricio fanno la stessa cosa, creano sempre una pasta, la pasta dentifricia. Quando ciò che c’è nel tubetto lo chiamano dentifricio ci ingannano, il suo nome originale corretto era “pasta dentifricia”.

Blancodent in polvere è un dentifricio vero, il tubetto è una pasta.

BLANCODENT ANTIACIDO.

“I fabbricanti dei dentifrici sempre dell’élite” non si preoccupano troppo del fatto che il loro prodotto nel complesso sia antiacido, noi invece ce ne preoccupiamo molto. In primo luogo perché i batteri che causano le carie vivono negli acidi, ma anche perché l’assorbimento dei cibi e di tutto ciò che mettiamo in bocca avviene già attraverso le mucose del cavo orale e poi naturalmente in maggior misura quando vanno nel sistema digestivo quando li ingeriamo. Noi insistiamo molto affinché il nostro prodotto sia antiacido anche perché tutti gli studi dimostrano che ad esempio le cellule tumorali vivono e proliferano in ambienti acidi e che la maggior parte delle infiammazioni e malattie hanno a che fare con l’acidità delle cellule.

Un elemento vitale per la nostra salute è l’ossigeno e qui sottolineiamo che le cellule acide malate vivono senza ossigeno e che invece i prodotti antiacidi migliorano l’ossigenazione. Per tutti questi motivi non è inusuale sentirsi dire da coloro che usano Blancodent che respirano meglio e si sentono più ossigenati.

Qui sotto un link dove puoi acquistare i prodotti Blancodent oppure diventare incaricato alle vendite
diffondendo cosi'  un modo sano per la pulizia di denti e gengive e per la salute di tutto il corpo in generale


Prova i prodotti Blancodent iscriviti come cliente

Guadagna con Blancodent iscriviti come incaricato

Per info

http://www.blancodent.net/ivanovagnotti


Blancodent Freelife

Nessun commento:

Posta un commento