sabato 19 maggio 2018

764 anni fa

15 maggio 1252 -

Emessa la bolla papale di Innocenzo IV denominata "Ad extirpanda" che autorizza il ricorso alla tortura per ottenere la confessione da parte dei sospetti colpevoli di eresia.
-Le radici della nostra cultura sono cattoliche,perchè se provavi ad avere altre radici ti bruciavano vivo. In poco piu' di due generazioni sterminarono tantssime persone ''gentili'', cioe' le persone che vogliono le cose giuste e quindi non la guerra che rende moltissimo alle religioni, basta guardare fino a dove ha portato i suoi uomini che sono ovunque, persone nulle, senza la realta' dei fatti ma credenti che credono in persone che da anni seminano morti,ingiustzia e menzogne.
In poco piu' di due generazioni hanno creato un vuoto ed essendo luomo il figlio di cio' che ha intorno....questo e' il rusultato, che il mondo e' in mano al male.
Giubileo
Il primo Giubileo (1300) della Cristianità non fu quello di Bonifacio VIII, ma quello del suo scomodo predecessore, l'eremita Pietro del Morrone, divenuto poi papa Celestino V.
Un papa che non volle mai entrare nello Stato Pontificio e pretese di essere incoronato nella città dell'Aquila invece che a Roma.
Fece cessare le persecuzioni nei confronti degli eretici, protesse gli Spirituali francescani - fino ad allora costretti a nascondersi per evitare l'Inquisizione - facendone un proprio ordine, il giorno stesso della sua salita al soglio pontificio in S. Maria di Collemaggio, la magnifica basilica aquilana da lui fatta edificare. Facendo questo compì un atto che avrebbe modificato radicalmente la Chiesa e la propria storia se il suo successore non ne avesse corretto la portata. Celestino istituì la Perdonanza, in un'epoca in cui l'essere umano non godeva di diritti, sancì il diritto di ogni fedele di Cristo a godere dell'indulgenza plenaria senza l'intermediazioni di nessuno, recandosi in S. Maria di Collemaggio tra il vespro del 28 agosto e quello del 29 settembre semplicemente con un atteggiamento interiore di confessione nell'anima offrendo le proprie colpe alla Luce che trasforma ogni ombra. Il pellegrinaggio divenne così imponente, di anno in anno, che Bonifacio VIII ritenne di annullare e cancellare la Perdonanza, perché responsabile di compromettere il potere della Chiesa e facilitare il lassismo nei costumi. Poiché la bolla papale non si dimostrò sufficiente per fermare il flusso dei pellegrini a Collemaggio, si tentò la scomunica. Ma nemmeno questo servì a scoraggiare i fedeli che continuavano numerosi a recarsi all'Aquila. Per dirottare il pellegrinaggio a Bonifacio VIII non restava che imitare la Perdonanza a Roma, istituendo il ... Giubileo del 1300.
Il Giubileo è dunque nato contro la Perdonanza di Celestino V, la cui bolla è la prima di tal genere nella storia della cristianità.
Tratto da Il Colle magico di Celestino di Maria Grazia Lopardi e pubblicato su Extra Terrestre nuova scienza nuova conoscenza n°9 febbraio 2000


https://www.accaddeoggi.it/?p=30404

http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento