martedì 16 luglio 2019

IL SISTEMA È INTERESSATO A RIDURRE LA POPOLAZIONE.

Cercate del cibo! Cercate del cibo!Vivere in un sistema tecnogeno è assimilabile allo stare in un ospedale psichiatrico. Per non perdere coscienza, energia, salute, è necessario smettere di mangiare "tutto ciò che ti viene dato". Si può ingannare il sistema se si smette di essere un paziente riluttante e inizi a scegliere solo prodotti naturali. Solo in seguito possiamo pensare alle tecnologie superiori di nutrizione come il cibo vivente, per esempio.Il PRODOTTO SATURO è l'ingrediente originale di qualsiasi piatto, senza additivi che non vengono forniti dalla natura.
Se si parla di carne, che sia carne naturale di animali allevati con alimenti naturali, ad esempio erba, non alimentati conormoni e mangimi sintetici.
Se si tarta di pesce, che sia il pesce pescato, non quello allevato e nutrito artificialmente, con antibiotici e Dio solo sa cos'altro.
Se si tratta di vegetali (e frutta) che le piante, siano piante coltivate in condizioni naturali, non OGM farciti con fertilizzanti e pesticidi.
IL PRODOTTO SEMILAVORATO NATURALE. deve essere anch'esso privo di additivi.
Farina da cereali integrali, senza chimica e con l'inserimento di alcune vitamine - integratori di fantasia.
Carne e pesce macinati - da carne e pesce, senza aggiunta di emulsionanti, stabilizzanti e riempitivi come la soia geneticamente modificata.
IL PRODOTTO FINALE è di nuovo, e può e deve essere composto da ingredienti naturali.
La salsiccia deve essere composta da carne e spezie.
l latte deve essere latte.
Il succo deve essere un vero succo .
La birra deve essere birra.
E niente più trucchi e trucchetti per rafforzare il gusto, leganodolo all'industria alimentatare, aumentandone la durata di conservazione aventi anche lo scopo di ridurre i costi di produzione.


Il Sistema vi esorterà in ogni modo possibile che pensare a cose come questa è stupido e non attuale
A questo scopo ha selezionato appositamente le proprie emittenti: sia "esperti" a pagamento che sinceri idioti. Allo stesso tempo, il sistema tace sulle conseguenze del consumo di cibi tecnogeni, il più innocuo delle quali è l'allergia, cioè l'intolleranza alimentare
Ma le allergie sono solo l'inizio, perchè IL SISTEMA È INTERESSATO A RIDURRE LA POPOLAZIONE.
Per evitare di cadere sotto questa riduzione (questa vera e propria decimazione) , dovreste pensare (sempre !!) a ciò che vi viene dato da mangiare. Chi non ci pensa, se ne va.
Decine di milioni di persone se ne vanno ogni anno. Smettono di pubblicare le immagini su Instagram e se ne vanno tranquillamente, senza essere notati, vengono rapidamente dimenticati. Ma il resto di loro, che sono ancora moltissimi, continuano a mostrare immagini, ed a cullare l'illusione che tutto vada bene e sia in ordine.
Dov'e' l'uscita da questo ospedale?
La via d'uscita è cercare il cibo sano. Lo dobbiamo cercare noi stessi. E / o cucinare per noi stessi.
Tu devi essere intelligente, più intelligente del Sistema.
Il sistema è astuto, imita il concetto di "naturale". Ci sono additivi che sono "identici al naturale".
Nelle etichette alimentari ono apparse descrizioni della composizione prodotti che prima non comparivano (allo scopo di abbindolare i consumatori e farli apparire "sani" e/o naturali)
Ad esempio, "non contiene olio di palma" è stato presentato come un grande risultato. ( Come se quersto bastasse a rendere un prodotto naturale)
"Non contiene conservanti o coloranti" è una finzione per fare credere che non contiene nessun altro additivo
Dal libro "La cucina degli antenati".

Dal libro "La cucina degli antenati". Purtroppo non edito da noi

Vadim Zeland

FB TAFTI sacerdotessa ITFAT ТАФТИ-жрица ИТФАТReality Transurfing
http://altrarealta.blogspot.it/

sabato 13 luglio 2019

DUE PESI DUE MISURE





















                                                                   
















“Carola Rackete, Notre Dame de l’Europe”. E dietro lo striscione affisso sul ponte dell'Arcivescovado di Parigi la cattedrale di Notre Dame distrutta dall’incendio. Qui c’è tutta la stupidità francese e la miseria di quel telaio psicologico europeo che è l’umanitarismo che li spinge ad accostare la devastazione di quell’immenso patrimonio cristiano a chi lavora per distruggere la coesione dei paesi europei. È entropia. È una profanazione che incarna l'impetuosa e suicida corsa alla mediocrità, all’egocentrismo, alla futilità, all’infantilismo e alla decadenza dell’Occidente. Notre Dame brucia!

G-Meotti

lunedì 8 luglio 2019

QUALCUNO HA MAI SENTITO PARLARE DI NAMIK XHAFERI?

No? Peccato. Era il capitano di una nave carica di migranti, che fuggivano da un Paese in preda all'anarchia e sull'orlo di una guerra civile. Cercò di entrare nelle acque territoriali di un Paese straniero, razzista, xenofobo e disumano che rifiutò di accoglierli, anche se possedeva il porto sicuro più vicino. Lui non si perse d'animo e sfidò il blocco navale ma una corvetta, eseguendo gli ordini di quel governo fascista, speronò la sua nave, affondandola e provocando LA MORTE di 83 esseri umani. Naturalmente, diedero la colpa a lui e anche un po' al capitano della corvetta, perché nei paesi governati da dittatori pagano sempre i pesci piccoli. 

Fu arrestato e si fece quasi quattro anni di carcere. Il capitano della corvetta solo la metà. Non fu mai considerato un eroe, da nessuno. Solo un criminale. Nessuno fece raccolte di fondi per pagargli le spese legali, nessun politico di nessun partito andò ad abbracciarlo e ad applaudirlo.

Era il capitano della Katër i Radës, affondata il 28 marzo del 1997 dalla corvetta Sibilla nel Canale di Otranto. Il governo fascista, razzista e xenofobo era guidato da un uomo senza partito, tale ROMANO PRODI (PD), messo lì da una coalizione di centrosinistra dove nessuno dei due principali partiti aveva voluto concedere all'altro la Presidenza del Consiglio. Il Ministro dell’Interno era tale GIORGIO NAPOLITANO. Entrambi ebbero occasione, negli anni che seguirono, di provocare disastri ben peggiori, soprattutto il secondo, responsabile di tutti i fenomeni migratori che hanno coinvolto il suo Paese nell'ultimo decennio.

All'epoca c'era chi militava nel PPI, come Graziano Delrio, o nei DS, come Matteo Orfini. Sì, sì, proprio quelli che abbiamo visto salire sulla Sea Watch 3.
Caro Namik Xhaferi, la prossima volta cerca di nascere tedesco invece che albanese, possibilmente ricco, meglio se donna. E trovati un cazzo di nome che si possa pronunciare meglio, tipo Carola ma, soprattutto, cercati i contatti giusti e carica solo migranti africani perché altrimenti a nessuno verrà in mente di accusare il Governo di razzismo.
http://altrarealta.blogspot.it/

domenica 7 luglio 2019

Ci vogliono ammalati e cattivi e poi le chiamamo... medicine.



Succede abbastanza spesso che nel presente la scienza medica sostenga principi che ieri ha condannato, ed è probabile che oggi osteggi ciò che domani finirà col sostenere.

Il dr. William Harey (1587-1828) fu chiamato volgare ciarlatano quando scoperse i veri fondamenti della circolazione del sangue.
Il dr. Franz Joseph Gall (1758-1828) subì ogni sorta di malignità quando scoperse il ruolo del cervello come potenza mentale.
Il dr. Ignaz Philip Semmelweis (1818-1865) quando accusò la frequente morte delle puerpere causa delle mani sporche dei medici fu radiato dall’Albo.

Un tempo si pensava che più salassi potevano essere la risoluzione di quasi tutti i problemi, adesso sono ritenuti praticamente privi di efficacia terapeutica.
La margarina era considerata più sana del burro, ora la ricerca dice il contrario.
Le uova erano state messe al bando per l’alto contenuto di colesterolo, oggi la ricerca le ha riabilitate e le considera un alimento sano.
L’alcol era considerato nocivo per la salute, oggi si ritiene che il vino rosso, faccia bene al cuore e che l’alcol in genere abbia effetti benefici sulla salute se consumato con moderazione.
Il cioccolato e tutti i cibi grassi erano considerati la causa dell’acne, oggi la ricerca dice che non hanno alcuna relazione con l’acne.
I medici sostenevano che per i neonati il latte di formula fosse più salutare del latte materno: è stato provato che è vero il contrario.
Si raccomandava di bere latte per alleviare i dolori dell’ulcera gastrica, oggi si sconsiglia e si ritiene che aggravi l’ulcera.
La scienza medica affermava che la dieta non era assolutamente correlata con l’insorgere di disturbi e patologie, oggi, al contrario, si dice che ha un’enorme importanza nella prevenzione come nell’insorgenza delle patologie.
La scienza medica sosteneva che l’asportazione chirurgica delle tonsille e dell’appendicite avesse effetti benefici sulla salute, oggi la teoria è stata ribaltata.
Ai bambini affetti da forme asmatiche si raccomandava di frequentare le piscine coperte, perché l’umidità alleviava i sintomi della malattia, oggi la ricerca suggerisce che il cloro contenuto nell’aria di questi ambienti aggrava l’asma.

Migliaia di farmaci approvati dalla FDA perché le prove scientifiche ne confermavano la validità terapeutica oltre l’innocuità per la salute, sono stati ritirati dal mercato perché si è scoperto che non servivano né a curare né a prevenire le malattie ma che avevano effetti pericolosi per la salute delle persone.

I farmaci che si assumono sono determinanti per farci ammalare. Ogni farmaco genera nuovi disturbi per i quali sarà prodotto un nuovo farmaco per curare i disturbi del primo e così via. Spendiamo per la salute più di quanto si sia mai speso, oggi prendiamo farmaci più di quanti ne prendessimo in passato, eppure siamo più malati di prima.

La scienza medica ha inequivocabilmente fallito il suo obiettivo di curare e prevenire le malattie. Infatti, rispetto al passato un maggior numero di persone soffre di influenze, raffreddori, asma, emicrania, dolori articolari e cervicali, stanchezza cronica, di insonnia, di depressione, ansia, di affezioni dermatologiche, di allergie, di reflusso gastroesofageo, ulcere, gastriti, disturbi della sfera sessuale e d’infertilità, di diabete, di cancro, di sclerosi multipla, distrofia muscolare… Un maggior numero di donne oggi accusa sindromi premestruali più frequenti, o disturbi dovuti alla menopausa; sono aumentati gli uomini con problema alla prostata, molti più bambini dimostrano disturbi dell’attenzione e iperattività.

Eppure oggi la gente va dal medico più che in passato, si sottopone ad esami diagnostici, a cure mediche, terapie farmacologiche, esami diagnostici, esami del sangue, radiografie, ecografie, TAC, assume farmaci, subisce interventi chirurgici; eppure oggi si ammalano più persone di quanto accadesse prima.

La guerra contro il cancro è perduta. La percentuale di americani che oggi muoiono di cancro è la stessa del 1950. Dal 1971 si sono spesi più di 200 miliardi di dollari nel tentativo di curare e prevenire il cancro, ma la probabilità di ammalarsi oggi è più alta di quanto sia mai stata nella storia e la probabilità di morirne è la stessa del 1950. Gli americani spendono più di 2.000 miliardi di dollari l’anno per la salute, tuttavia la mortalità infantile in America è superiore a quella di altri 20 paesi industrializzati. Gli americani consumano da soli più della metà dei farmaci prodotti nel mondo e la loro aspettativa di vita è al trentesimo posto.

Sul mercato ci sono più di 200.000 farmaci e i medici nel tentativo di curare circa 35.000 sintomi, compilano oltre 3 miliardi di ricette l’anno. I vincitori di questo sistema sono le società farmaceutiche e le aziende del settore sanitario. I profitti dell’industria farmaceutica hanno raggiunto cifre inimmaginabili. L’industria della sanità è la più lucrativa del mondo.

Rispetto al passato un maggior numero di persone segue una dieta, acquista prodotti dietetici, pratica regolarmente attività fisica. Tuttavia cresce il numero di individui in soprappeso: quasi il 70% degli americani ne soffrono. La battaglia è stata vinta dalle aziende che vendono prodotti dietetici, pillole dimagranti e articoli correlati.

Certo servono farmaci e chirurgia. La scienza medica ha ottenuto ottimi risultati nella terapia sintomatica che però ha due difetti: innesca altri disturbi (che in seguito andranno curati) e non cura quasi mai la causa dei sintomi e quando non si cura la causa il problema è solo rimandato. Ci sono però le situazioni di emergenza di vario genere in cui le medicine e gli interventi chirurgici possono salvare la vita: ma medicine e interventi non sono la soluzione del problema.

Perché tutto questo? Semplicemente per denaro, per il vile maledetto denaro. Alle industrie chimico-famaceutiche importa poco della salute delle persone: a loro interessa fare soldi. I rimedi ci sarebbero ma vengono nascosti, ostacolati, soppressi. Un esempio per tutti: che cosa succederebbe se per ipotesi si scoprisse il rimedio per guarire dal cancro al costo di pochi centesimi? Condannerebbe a morte l’American Cancer Society e tutte le società farmaceutiche che vendono prodotti per la terapia del cancro. Non servirebbe più raccogliere fondi per la ricerca. Gli istituti oncologici di tutto il mondo chiuderebbero i battenti; centinaia di migliaia di persone resterebbero senza lavoro; grandi aziende fallirebbero dalla sera alla mattina e miliardi di dollari non affluirebbero più nelle tasche di chi controlla l’industria del cancro. Identico concetto vale per le automobili che utilizzano come carburante la benzina e che invece potrebbero funzionare ad acqua, ad energia solare ecc.

L’industria della salute non ha interesse a curare, se lo facesse firmerebbe la propria condanna a morte. Il suo obiettivo è assicurarsi che la gente si ammali e che sempre più persone abbiano bisogno di cure mediche e il guadagno è di 1.300 miliardi di dollari l’anno. Il numero delle associazioni coinvolte nell’industria della salute è enorme. L’industria del farmaco versa miliardi di dollari alle scuole di Medicina affinché i suoi prodotti vengano citati nei testi di studio. Non vedrete mai una casa farmaceutica promuovere un rimedio naturale: perché i rimedi naturali non si possono brevettare. Tutta la ricerca farmacologia è finanziata dall’industria che dimostra l’efficacia ed i benefici del farmaco, anche se la realtà dimostra il contrario. Negli ultimi dieci anni la FDA ha approvato almeno 9 farmaci che hanno procurato effetti collaterali mortali. Jerry Lewis Telethon ha raccolto più di un miliardo di dollari per la distrofia muscolare, adesso i malati di distrofia muscolare sono più numerosi di prima.

Identico discorso vale per gli altri grandi organismi che vivono sulla malattia e sulla devianza umana. Immaginiamo che i componenti l’umanità diventino, come coi speriamo, sani in salute, giusti e leali gli uni verso gli altri. Di colpo crollerebbe il sistema politico-economico-tecnologico della società moderna. Sarebbe un cataclisma di dimensioni apocalittiche. L’industria delle armi, che nel mondo dà lavoro a 60 milioni di persone, dovrebbe chiudere i battenti o cambiare prodotto. Gli eserciti sparirebbero, la Polizia, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, i tribunali, le città giudiziarie se non abolite del tutto sarebbero notevolmente ridotte; gli ospedali, le cliniche, gli istituti di ricerca, gli operatori sanitari e tutti gli organismi con cui interagiscono a che servirebbero?

Ma noi sappiamo che un cambiamento della coscienza e dell’intelligenza umana non avverrà mai in modo così repentino, cambierà con la maturazione e l’evoluzione integrale del popolo e quindi si avrà sempre la possibilità di convertire ciò che oggi fa gli interessi solo di alcuni a danno di molti.

Spunti tratti dal libro “Vogliono farci ammalare” di Kevin Trudeau, Oscar Mondadori

————————————-

Prof. B. F. Barker (New York Medical College): “I vaccini somministrati per il morbillo, scarlattina e simili, ammazzano e danneggiano più soggetti di quanti non ne ammazzino le malattie stesse”.

Prof. William Tully (Connecticut Medical College): “Nelle epidemie di polmonite tifoide le cure mediche causarono morti a raffica. La gente se ne accorse e non prese più quelle medicine le morti cessarono”.

Prof. John Mason Good: “Le cure mediche hanno distrutto più vite che guerre, pestilenze e carestie messe assieme”.

Dr. James Johnson (editore della Medical-Chirurgical Review): “Se non ci fosse alcun medico e alcun chimico e alcun farmacista sulla faccia della terra, ci sarebbe molta più salute e molti meno morti per malattia”.

Il prof. Rollo Russell, nel suo saggio “Notes on the of Cancer” scrive: “Ho rilevato che su 25 nazioni con popolazione prevalentemente carnivora 19 presentano un’alta percentuale di cancro e soltanto una presenta una percentuale bassa, mentre su 35 nazioni ad alimentazione prevalentemente vegetariana nessuna presenta una percentuale notevole di cancro:

Il British Medical Journal nel 1994 ha pubblicato i risultati di uno studio condotto da Margaret Thorogood della Scuola di Igiene e Medicina Tropicale di Londra, su 5.000 consumatori abituali di carne, il cui stato di salute è stato messo a confronto con quello di 6.000 vegetariani. Si è constatato che nei vegetariani esiste il 40% in meno di possibilità di contrarre cancro rispetto ai carnivori

Franco Libero Manco – tratto da www.luigiboschi.it
http://altrarealta.blogspot.it/

giovedì 4 luglio 2019

L’attacco di Farage: “Conte non fa gli interessi italiani, scelta sbagliata di Lega e M5s”

L’attacco di Farage: “Conte non fa gli interessi italiani, scelta sbagliata di Lega e M5s”



L’attacco di Farage: “Conte non fa gli interessi italiani, scelta sbagliata di Lega e M5s”


Volano stracci tra Nigel Farage e il Movimento cinque stelle. 

Il leader del Brexit Party ha duramente criticato il premier Giuseppe Conte, reo di “essere incredibilmente il primo ministro più pro-Unione europea di tutti” e di aver abbandonato l’orientamento euroscettico che da lui ci si aspettava. Il nemico politico numero uno dell’Unione europea si è quindi detto convinto che “il primo ministro italiano non faccia nulla per difendere gli interessi nazionali del suo Paese e faccia solo quello che gli dicono a Bruxelles”

Il fondatore e leader della formazione anti-Ue, nel corso di un’intervista ad Affari italiani, ha detto che indicare Conte alla guida del Governo italiano “è stata una scelta sbagliata” dell’alleanza gialloverde, dal momento che “non sta rappresentando gli elettori che hanno portato il M5S e la Lega al Governo”.
M5s: "Gli italiani lo amano"
Una critica che non è piaciuta per niente al Movimento cinque stelle, che ha prontamente invitato l’europarlamentare a recarsi in vacanza in Italia. “Così si renderà conto di persona di quanto sia amato il nostro presidente del Consiglio”, ha detto Tiziana Beghin, capodelegazione dei pentastellati al Parlamento europeo. “Farage ha passato troppo tempo in Gran Bretagna a occuparsi del lungo e ancora incerto processo della Brexit - controbatte la pentastellata - e forse è poco informato su quanto stia facendo il premier italiano per il nostro Paese”. Dalla Lega, invece, non sono arrivate reazioni alle parole del politico inglese, ormai più vicino a Matteo Salvini che agli eurodeputati dei Cinque stelle.
La rottura nel gruppo a Strasburgo
Il clima tra M5s e Farage si è surriscaldato da quando i pentastellati hanno deciso di abbandonare l’alleanza europea che aveva dato vita al gruppo Efdd a Strasburgo. Proprio nella sede francese del Parlamento europeo è andato in scena un episodio che segna la distanza di vedute tra i due ex compagni di gruppo. Questa mattina, durante la cerimonia di apertura della nona legislatura europea, è stato suonato dal vivo l’Inno alla gioia in emiciclo. Mentre gran parte dell’Aula si è alzata in piedi ad ascoltare l’inno dell’Ue, i parlamentari del Brexit Party hanno mostrato le spalle al resto del Parlamento, come già avevano fatto quelli dell'Ukip, il vecchio partito di farage, all'inaugurazione della scorsa legislatura. “L'ho trovata una mossa offensiva e banale”, ha commentato su Facebook Rosa D’Amato del M5s. “Dietro l'inno Ue ci sono milioni di persone che si riconoscono in un'ideale di pace, di libertà e di progresso sociale”, ha scritto l’europarlamentare, irritata per il gesto degli inglesi.

fonte https://europa.today.it/attualita/farage-conte-scelta-sbagliata.html
https://alfredodecclesia.blogspot.com/2019/07/lattacco-di-farage-conte-non-fa-gli.html?spref=fb&fbclid=IwAR16n4R3xdridgm4ihOjKr4tj2F9d2cjV7vxhZsL6iV1zPDaCVRV8EzimPA
http://altrarealta.blogspot.it/



Gli elettori italiani continuano ad essere presi in giro




Testo di Roberto Calderoli (3 luglio)



Elezione Sassoli va nella direzione opposta al voto degli italiani del 26 maggio. Per la serie: cambiare tutto per non cambiare niente. I cittadini italiani cinque settimane fa hanno votato chiaramente per cambiare l’Europa mandando un segnale molto esplicito, dando il 34% dei consensi alla Lega, premiando il buon Governo che stiamo assicurando a livello nazionale, sotto il profilo della sicurezza e sotto il profilo dei dati economici. E gli europarlamentari cosa fanno?
Si accordano per votare come proprio presidente un esponente del PD, David Sassoli, ovvero l’esponente di un partito che il voto degli italiani ha dimezzato nell’ultima tornata elettorale. In democrazia il voto degli elettori dovrebbe essere sempre decisivo, sempre, ma forse a Bruxelles faticano a comprenderlo. Così abbiamo il paradosso elettorale che i cittadini italiani hanno dimezzato i voti al PD e gli europarlamentari che non vogliono cambiare nulla hanno eletto presidente del Parlamento Europeo un esponente del PD, andando esattamente nella direzione opposta a quella indicata dal popolo italiano.

mercoledì 3 luglio 2019

1953, Egitto: l’idea di imporre il velo alle donne era persino comica

[Documento storico] – Nell’Egitto laico del 1953 il presidente Gamal Abd el-Nasser si prendeva gioco del movimento islamista dei Fratelli Musulmani e ironizzava sulla possibilità che le donne potessero essere obbligate a portare il velo.


È il 1953 quando il presidente egiziano Gamal Abd el-Nasserpronuncia questo discorso davanti ad una platea numerosa. Nasser, che governò l’Egitto dal 1956 al 1970, racconta il suo incontro con il consigliere generale dei Fratelli Musulmani, al quale aveva chiesto quali fossero le sue richieste.

Nel video si vede che la richiesta di «imporre il velo a tutte le donne» da parte dei Fratelli Musulmani provoca grandi risate e battute da parte di tutti i presenti.


Questo video ci deve far riflettere, perché ci fa capire che il più grosso errore che si possa fare con l’islam e le organizzazioni che si impegnano per diffonderlo, è quello della sottovalutazione.

Un tale divertimento di fronte alla proposta di obbligare le donne a portare il velo ci fa capire che in quegli anni, in Egitto (come in molte altre parti del mondo), l’Islam non veniva percepito come una vera minaccia, giacché le regole della sharia sembravano lontane dai costumi della società.


Eppure, la storia ce lo dimostra, le cose sono andate come in pochi si aspettavano.

La “guerra del velo” é da sempre uno dei principali punti programmatici dell “Islam politico”. Come ebbero a dire i Fratelli Musulmani: “La nostra marcia per il governo è iniziata quando abbiamo fatto velare le nostre colleghe all’universita”

Nei paesi dove oggi la maggior parte delle donne indossano lo chador, il niqab o addirittura il burqa fino a vent’anni fa, per parecchio tempo, questo tipo di abbigliamento era una cosa rara, mentre invece l’abbigliamento occidentale era il più comune.


Per un maggiore approfondimento consigliamo la lettura di questo ottimo articolo del Foglio.

Tutti i casi di stravolgimento della cultura dominante in favore dell’Islam ci rimandano alla strategia dell'”islamizzazione silenziosa”. La prima fase di questo tipo di islamizzazione (necessaria la dove la jihad armata non è praticabile) passa attraverso la sottomissione della donna, con le buone (in maniera subdola) o con le cattive (attraverso la legge o con la violenza). Ovviamente non c’è islamizzazione della donna se non c’è la sua sottomissione, e non c’è sottomissione se non c’è il velo. In uno Stato a maggioranza musulmana obbligare le donne a coprirsi (come vuole qualsiasi musulmano praticante) è molto più semplice, perché nel tempo è possibile sfiancare la loro volontà, annullandone la personalità, e così convincerle che quella sia davvero la cosa giusta.
Il motivo per cui l’islamizzazione della donna è una priorità è semplice: le donne sono le principali educatrici dei bambini, quindi se loro sono buone musulmane anche i bambini lo saranno. Se loro sono sottomesse all’uomo, anche i bambini saranno timorati di Allah. Se molti bambini cresceranno timorati di Allah una volta adulti si avrà una ummah (comunità musulmana) forte e numerosa, la quale potrà applicare la sharia. É per questo motivo che gli uomini musulmani sono terrorizzati dall’idea che le “loro” donne possano avere contatti con il “mondo esterno” senza un mahram (accompagnatore obbligatorio) sempre al loro fianco per tenerle sott’occhio: sanno benissimo che se le donne si emancipano abbracciando i valori di libertà occidentali la loro societá si indebolisce.

https://www.islamicamentando.org/nasser-fratelli-musulmani-velo/?fbclid=IwAR3UbhiaMEf1-BIEwC5hLlZLfnMXWI47Uk_o_rU-HLqfSHFiTf12rexFOtU
http://altrarealta.blogspot.it/

domenica 30 giugno 2019

Lo Squilibrio tra Emisferi Cerebrali


di Pao L. Chang
Molte delle nozioni che circolano in merito alle differenze tra emisfero cerebrale sinistro ed emisfero cerebrale destro, fanno un pessimo lavoro di divulgazione e stentano a rappresentare il reale quadro complessivo. E’ invece necessario comprendere come solo l’equilibrio tra i due emisferi giovi realmente alla pace e prosperità.



Una volta apprese le differenze e le somiglianze tra i due emisferi, si comprenderà come l’ipertrofia di uno dei due, spesso produca effetti collaterali ugualmente pericolosi, come, ad esempio, lo sviluppo di personalità psicopatiche o sociopatiche.
Psicopatia e Sociopatia

Tra gli psicologi non esiste uniformità nel definire le differenze tra uno psicopatico e un sociopatico. Molti di essi, tuttavia, concordano sul fatto che psicopatici e sociopatici manchino di empatia ed emozioni e tendano a manipolare e controllare il loro prossimo. Si stima che circa il 3-5% degli esseri umani siano psicopatici o sociopatici, di cui circa l’1% in forma cronica.

La principale differenza tra psicopatici e sociopatici, è che gli psicopatici sono contraddistinti da un’elevata arroganza e una normale capacità di discernimento tra il giusto e lo sbagliato. Sono spesso più controllati dei sociopatici e molti di essi hanno un intelletto molto sviluppato. Tuttavia, nessuno di essi può raggiungere i livelli di intelligenza di una persona in cui gli emisferi cerebrali lavorino in modo equilibrato. Ciò è dovuto al fatto che gli psicopatici sono mossi da una mentalità dominante, dovuta all’eccessivo sviluppo del loro emisfero sinistro, il quale governa pensiero logico ed analitico.

A differenza dei sociopatici – asociali per definizione – gli psicopatici si integrano facilmente nel tessuto sociale, in quanto molti di essi sono ottimi attori. Agognano posizioni di potere e di controllo, e questo è il motivo per cui numerosi ruoli di alto livello in materia di diritto, politica, religione e finanza sono ricoperti da individui psicopatici.Vi siete mai chiesti perché molti dei nostri uomini politici amino manipolarci per sostenere le loro guerre fasulle? Perché queste finte guerre – come la guerra al terrorismo – sono state progettate da psicopatici cronici, cioè personaggi dalla psiche danneggiata. Cercatori di verità e dietrologi di solito definiscono questi personaggi “le élite”, cioè i leader del Nuovo Ordine Mondiale (NWO).

Molti psicopatici e sociopatici provano un sottile piacere nel nuocere agli altri, e questo è ciò che li rende così insensibili quando si tratta di distruggere la vita del loro prossimo, oppure infrangere la legge. Di solito non provano rimorso. In particolare, gli psicopatici sono convinti di godere di maggiori diritti rispetto a chiunque altro, e questo è il motivo per cui amano distruggere l’altrui libertà.
Effetti Collaterali della prevalenza dell’Emisfero Sinistro



L’emisfero sinistro si occupa di logica, pensiero analitico, scienza e matematica. D’altra parte, quello destro si occupa di creatività, pensiero olistico, consapevolezza spirituale e compassione. E’ importante prendere atto che il pensiero non si verifica nel cervello, ma nella mente. Il cervello funziona come un ripetitore complesso, che consente una corretta comunicazione tra la mente ed il corpo. Se ciò non fosse vero, animali come meduse e stelle marine non sarebbero in grado di sopravvivere in quanto sprovviste di cervello.

Lo squilibrio tra i due emisferi spesso conduce allo sviluppo di alcuni effetti collaterali psicologici. Le persone dominate dall’emisfero sinistro, in genere si basano solo sulla logica ed il pensiero scientifico. Spesso sono scettiche ed atee, e difettano di creatività, comprensione olistica, consapevolezza spirituale e capacità intuitiva. Hanno anche un cervello rettile iperattivo (la parte inferiore del cervello umano che si occupa di istinto di sopravvivenza). Quando questa parte del cervello è iperattiva, in genere suscita comportamenti dannosi e soppressione delle emozioni.

In casi estremi, le persone dominate cronicamente dall’emisfero sinistro, sono psicopatici totalmente ossessionati dal potere e dalla mania di controllo. I principali leader della Chiesa cattolica romana sono ottimi esempi di persone dominate cronicamente dall’emisfero sinistro.
Effetti Collaterali della Prevalenza dell’Emisfero Destro



I soggetti dominati dall’emisfero destro, tendono a lasciarsi facilmente suggestionare, quindi ad essere facilmente manipolabili. In genere, hanno bisogno di fare affidamento su una divinità, un messia o qualche altra autorità che li guidi e prenda sotto la propria ala protettrice.

Sono facili da asservire dalle elite, in quanto incapaci di assumersi la responsabilità delle proprie azioni e della propria istruzione. Consentono alle élite di strumentalizzare la loro spiritualità per allestire campagne di lavaggio del cervello, finalizzate al controllo di massa. I soggetti estremamente religiosi convinti di non doversi assumere responsabilità individuali in quanto il loro dio o messia giungerà per salvarli, sono ottimi esempi di ipertrofia cronica dell’emisfero destro. Così come i seguaci della New Age, convinti che la meditazione ed il pensiero positivo possano riempire le loro vite e tutelarli dalle forze oscure, altro ottimo esempio di questo disturbo psicologico cronico.
Perché le Elite lavorano affinché chiunque sviluppi lo Squilibrio



Le cosiddette élite sono formate da ricchi individui fanatici del globalismo, i quali controllano la maggior parte delle banche centrali mondiali. Il controllo del denaro, garantisce loro un enorme potere sulla specie umana. Attraverso il sistema religioso, finanziario, educativo e politico, costoro immettono nella cultura umana i loro principi corrotti, al fine di dividerci e controllarci. Naturalmente sono convinti di essere una razza superiore, di cui tutti noi dovremmo essere schiavi.

Sanno che, al fine di ampliare la loro sfera di controllo su tutti noi, devono dividerci. È per questo che continuano ad imbastire guerre e conflitti tra gruppi etnici e sociali. Si servono dei partiti politici – come il partito repubblicano e democratico in Usa – per ingenerare l’illusione della democrazia e mandarci in confusione.
Perché dovremmo imparare a bilanciare l’influsso dei due Emisferi Cerebrali

La netta prevalenza dell’emisfero sinistro può trasformare una persona in una specie di androide, in quanto le emozioni vengono soppresse. Ed in casi estremi può formare personalità psicopatiche. D’altra parte, la netta prevalenza dell’emisfero destro può rendere un individuo ingenuo, credulone, pigro ed irresponsabile, il che conduce all’ignoranza spirituale. Per evitare di incorrere in simili effetti collaterali è necessario diventare consapevoli dei propri pensieri e delle proprie emozioni, ed intraprendere le azioni necessarie per renderli più equilibrati.

Quando i nostri emisferi saranno in equilibrio e comunicheranno correttamente, avremo raggiunto la vera intelligenza. La maggior parte degli scienziati non sono realmente intelligenti, in quanto sprovvisti di pensiero olistico e capacità creative. Solo l’equilibrio tra gli emisferi, consente di sfruttare pienamente la potenza dell’intelletto ed il potere della creatività, e può condurre ad una comprensione dell’esistenza e della realtà molto più esaustiva di quella posseduta da qualsiasi scienziato ateo.

Una volta compreso che le menti della maggior parte delle persone sono state del tutto squilibrate, è facile capire perché viviamo in una società malata e corrotta.

Articolo di Pao L. Chang

Fonte originale: http://energyfanatics.com/2014/05/01/left-vs-right-brain-dominance-side-effects-dangers/

Traduzione a cura di Anticorpi.info

Fonte: http://www.anticorpi.info/2016/08/lo-squilibrio-tra-emisferi-cerebrali.html
http://altrarealta.blogspot.it/

SINCRONIZZA GLI EMISFERI CEREBRALI CON LA NEUROACUSTICA
Descrizione

Il Programma «Sincro-cervello» si basa sulle ricerche dei neurofisiologi che affermano: la sincronizzazione degli emisferi destro e sinistro produce sull'uomo un effetto molto benefico. Più gli emisferi sono sincronizzati, più è alta la capacità di concentrarsi, di gestire le emozioni, di raggiungere i risultati. Avendo gli emisferi sincronizzati, il nostro cervello è in grado di controllare molto meglio il funzionamento degli organi del nostro corpo.
Secondo i neurofisiologi, i geni riconosciuti come Bach o Einstein, avevano gli emisferi del cervello sincronizzati.

La maggioranza delle persone che incontrate nella vita pensa in maniera caotica. Dopo aver sincronizzato i vostri emisferi, avrete un netto vantaggio su di loro e potrete convincerle più facilmente di accettare i vostri punti di vista: il caos cede sempre davanti all'ordine.
Inizierete a ragionare meglio, a prendere delle decisioni giuste e logiche...e sarete molto meno manipolabili.

Non è affatto facile sincronizzare gli emisferi tramite i metodi conosciuti e tradizionali. Invece, è molto più facile farlo con l'aiuto delle tecnologie neuro acustiche, come testimoniano gli studi di alcuni ricercatori russi e stranieri (T. Budzinski, G. Carter, S. Ostashko ed latri).
La tecnica della sincronizzazione degli emisferi si usa largamente nella medicina militare e spaziale, come in Russia così altrove.

I moderni programmi neuroacustici sono capaci di sincronizzare i vostri emisferi e quindi, di migliorare i processi cognitivi, di sviluppare l'intuito, di armonizzare la sfera emozionale, di unire tutti gli aspetti dell'attività psichica in un'unica struttura della coscienza, il che conduce all'acquisizione del controllo delle emozioni e del proprio destino.

Il programma «Sincro-cervello» sviluppato all'Istituto, non solo non è inferiore a quei programmi che si usano nella medicina militare e spaziale, ma li supera anche dal punto di vista dell'efficacia.
Il suo vantaggio si spiega dall'uso di una tecnologia del suono unica e senza analoghi – si tratta della tecnologia 3M, una tripla modulazione del suono accompagnata dalle frequenze che imitano i ritmi naturali del cervello e non costringono l'ascoltatore ad accettare un certo ritmo imposto.

E' risaputo che gli emisferi si sincronizzano meglio tramite un'azione acustica esterna 6-9 Hz (7 Hz, la frequenza ottimale). Ma la reazione di ogni persona alle frequenze è molto individuale, ragione per cui nel programma sono state usate delle frequenze variabili, o “galleggianti”, nella banda 6-9 Hz che cambiano continuamente ricercando quella frequenza sulla quale il cervello dell'ascoltatore reagisce meglio, e imitando i picchi naturali dell'attività cerebrale.

Abbiamo quindi adoperato una tecnica innovativa sviluppata all'Istituto: la tecnologia audio “3M”. Il suono di sfondo è modulato tre volte, e precisamente, sono modulati: l'ampiezza, il volume e lo spostamento spazio-acustico. Questa tripla modulazione migliora l'efficacia del programma rispetto alla tecnologia dei ritmi binaurali: la tecnologia dei suoni binaurali non è più usata nei nostri programmi, la consideriamo superata.

NEGOZIO  Sincro-cervello


venerdì 28 giugno 2019

la Tribù delle Noci Sonanti



NOCI SONANTI di Damiano Giacomelli e Lorenzo Raponi World premiere al Biografilm festival 2019 - Bologna Alla fine degli anni Ottanta Fabrizio fonda la Tribù delle Noci Sonanti. In una vecchia casa colonica nell'entroterra marchigiano, l'uomo rinuncia all'elettricità e agli altri comfort della vita contemporanea, ospitando chi vuole condividere il suo stile di vita radicale. Trent'anni dopo, il film racconta un'estate che Fabrizio sessantacinquenne passa con suo figlio Siddhartha (9 anni), cresciuto in tribù quando suo padre e sua madre stavano ancora insieme. Il bambino prepara con il padre l'esame d'avanzamento alla quarta elementare, l'unico momento istituzionale annuale della sua vita. Durante l'estate Sid inizia a frequentare con regolarità Sofia, una sua vicina quasi coetanea. Con lei sperimenta uno stile di vita diverso. Momenti archetipici, comuni ad ogni bambino, si alternano ad altri più legati allo stile di vita, che segnano una differenza tra la tribù e il resto del mondo. Una differenza che Sid deve considerare quando per la prima volta pensa concretamente al futuro.
http://altrarealta.blogspot.it/

UNA LUNGA ESTATE

http://altrarealta.blogspot.it/