domenica 29 agosto 2021

LA COLOSSALE MENZOGNA DEI CONTAGI E DEI VACCINI NON SI REGGE IN PIEDI


Risposte precise alla domanda: cos’è che fa ammalare e morire prima del tempo, e quali gli strumenti per disattivarlo ?

NON CI LASCIAMO INGANNARE DALLE FACILI APPARENZE DI SUPERFICIE

La scienza igienista non si lascia influenzare dalle facili apparenze di superficie e va sempre a scavare negli argomenti per scoprire la ragioni e le cause reali e nascoste di quanto avviene. Non si fa beffare da nessuno. Non si fa impressionare o traviare dai medici e tanto meno dai loro camici. Non crede a una singola parola di quanto viene propinato dalla sanità pubblica e dai media collusi ed asserviti. La scienza igienista crede soltanto alle Leggi Universali del Creato e di Madre Natura, e crede inoltre nei fatti provati e documentati, non certo nelle cervellotiche e fantasiose narrazioni dei falsi profeti che si ritrovano oggi nelle sale dei bottoni e nei centri informativi del mondo.

TOTALE INNOCENZA DI BATTERI E VIRUS

Una delle cose basilari che da sempre affermiamo, senza ombra di dubbio e senza timore di essere smentiti, è la totale innocenza di batteri e virus. Non solo nella loro totale innocenza ma anche nella preziosità degli stessi. Se non esistessero, nemmeno noi esisteremmo. Siamo letteralmente fatti di quadrilioni di microrganismi, di batteri vivi, di funghi vivi, di parassiti vivi e di virus morti che derivano dalla normalissima fisiologica disgregazione cellulare quotidiana.

LA PEGGIORE DELLE CALAMITÀ RIMANE L’IGNORANZA

Chi ha paura di batteri e virus non ha pertanto capito un bel niente di come funziona il corpo umano. La categoria più ignorante al mondo su cosa è la salute e su come funziona il corpo umano, sul perché e per come ci si ammala, è quella rappresentata dalla medicina convenzionale, farcita di medici, virologi e immunologi poco disposti al confronto e al dialogo, ma ben portati ai diktat e alle imposizioni. Della medicina convenzionale fa parte integrante pure la gente che crede e segue acriticamente le direttive mediche. Ogni sventura umana, ogni paura e panico che caratterizzano il vivere giornaliero delle masse producendo ansia, depressione, nervosismo e problemi di ogni genere, trovano spiegazione nell’ignoranza che domina e impera incontrastata. Ignoranza che viene moltiplicata dai media televisivi e dal pensiero unico e uniforme di tutte le fonti informative.

IL MONDO ALLA DATA ODIERNA HA TOCCATO L’APICE DI MASSIMA SCHIZOFRENIA

Grazie al virus vero e unico della paura imperante e della ignoranza che la accompagna, il mondo intero che sta sotto i nostri occhi a fine agosto 2021 non ha niente del mondo civile, sviluppato e intelligente. Siamo tornati alla barbarie camuffata da civiltà. Stiamo vivendo tutti in una bolgia infernale e in un manicomio. Tutti ossessionati, tutti alla ricerca della immunità di gregge, tutti atterriti dalle varianti, tutti da ricoverare. La cosa paradossale è che non facciamo una piega e accettiamo tutto questo come si trattasse di una cosa normale.

DOMINATI DAL PENSIERO UNICO MANIPOLATO

Ci sono 50 canali televisivi e 50 testate giornalistiche nazionali e locali? Basta ascoltare un solo canale e basta leggere una singola prima pagina di quotidiano ed è come tu avessi ascoltato e letto tutti quanti, dal momento che non esistono autentici dibattiti e confronti. Stessa cosa coi partiti sempre pronti a scontrarsi sulle inezie ma mai sulle cose che contano davvero.

PRIMO E SECONDO DOGMA MEDICO RIGUARDANO MALATTIA “NEMICA” E MALATTIA “CONTAGIANTE”

Quali i dogmi prevalenti sui quali si regge questo castello di menzogne e di pregiudizi tipici della medicina? Primo dogma medico è che la malattia è una NEMICA DA COMBATTERE con tutti i mezzi possibili con le cure mediche ovvero mediante la famigerata curo-mania (per malattia la medicina intende il dolorino, la febbre, l’influenza, l’esantema o sbrocco o arrossamento della pelle, o la tachicardia, o l’ansia, o l’innalzamento del cortisolo, o quello dell’insulina, o lo sbalzo da qualsiasi valore del range prefissato del sangue, mentre tutte queste anomalie per la scienza igienistica sono preziosi e indispensabili sintomi da non toccare assolutamente, ma da sottoporre a CURA DELLA NON CURA). Secondo dogma medico è che la causa della malattia (la causa di gran lunga preponderante) sono i batteri e i virus, il contagio ovvero la trasmissione da una persona all’altra. Le due colonne portanti della medicina sono esattamente queste, entrambe colonne fragili, precarie e marcescenti.

STENDERE AL TAPPETO L’IDEOLOGIA MEDICA È UN GIOCO DA RAGAZZI PER LA SCIENZA IGIENISTA

Entrambi i dogmi medici ora citati sono facili da smentire e da abbattere. La Health Science Igienistica afferma che la malattia è:
AMICA PREZIOSA E SALVATRICE
PROCESSO RIMEDIALE-DIFENSIVO
PROCESSO ELIMINATIVO-DEPURATIVO
PROCESSO ADATTIVO (cioè ritagliato su misura per le specifiche condizioni di quel determinato malato).

Si tratta in altri termini non di disgrazia o di sfiga ma al contrario di un formidabile e indispensabile percorso guaritivo mirato a riportarti alla salute. Sì, non hai letto male. La malattia ti riequilibra e ti guarisce in quanto:
Fa da importante campanello d’allarme e di monito per avvertirti che hai superato il tuo personale limite di tolleranza ai veleni, ovvero per dirti che hai innescato l’insorgere del sintomo (dolore, febbre, influenza e quant’altro)
Fa da scarico eliminativo veleni, perché attraverso i tuoi stessi organi emuntori-escretori (polmoni, fegato, intestino, reni, pelle) essa si libera delle tossine interne.

È dunque assurdo e illogico modificare qualcosa che già di per sé funziona e fa guarire al meglio senza effetti collaterali.

BANDO ALLE SUPERSTIZIONI DELLA MEDICINA

Per tutti questi motivi è logico che non si deve in nessun caso curare quello che è un processo guaritivo. Voler curare la malattia in tali circostanze è una superstizione perniciosa, un errore marchiano e imperdonabile da persone mediocri, incapaci ed incompetenti, è superstizione indegna di scienziati autentici, un rituale sacerdotale per liberarsi dal demonio, un esorcismo per scacciare le arie fetide, una danza propiziatrice a piedi nudi intorno al fuoco, un rito vudù per accelerare l’arrivo della pioggia.

MEMORABILI LEZIONI DA WILLIAM OSLER E DA PADRE TADDEO

Lo stesso dr William Osler, considerato padre della medicina trasparente contemporanea, sostiene che il vero medico non cura e non tenta di guarire ma istruisce ed educa sani e malati a stare lontani dalla chimica, lontani da farmaci e vaccini. La enunciazione principe di Padre Taddeo da Wiesent, grande medico bavarese, dice che “Nessuno al mondo muore di cardiopatie-cancro-diabete e di altre patologie intermedie, ma tutti muoiono di una causa sola e catastrofica che si chiama SANGUE GUASTO (colloso, grasso, acido, inquinato), oltre che di calibro arterioso ridotto specie nei capillari per cui la fluidità del torrente sanguigno e del sistema linfatico risulta compromessa”.

L’UOMO TENDE NATURALMENTE VERSO IL POLO MAGNETICO DELLA SALUTE

Non serve essere dei geni o dei Nobel della Medicina per capire che l’uomo è health oriented, tendente costantemente alla salute e dotato di un corpo straordinario che non va mai contro se stesso e che è dunque auto-guarente, cioè fornito di formidabili risorse interne di riequilibrio, per cui ogni maldestro tentativo medico di interferenza con tali meccanismi diventa un atto di imbecille ed esecrabile presunzione, un atto di superstizione perniciosa, un esorcismo, uno scongiuro sacerdotale, un rito di liberazione dal demonio, un voler scacciare le arie malefiche.

MEDICUS CURAT NATURA SANAT

Gli antichi romani, che seppero vivere al meglio per 700 anni con legge imperiale di proibizione di ogni attività medica (esclusi gli interventi di bendaggio e di estrema ratio a favore delle truppe legionarie super-attive nei suoi migliori anni di espansione territoriale e di realizzazione opere pubbliche) dicevano “MENS SANA IN CORPORE SANO” e “MEDICUS CURAT, NATURA SANAT”. Questi erano i loro due principali motti, in perfetta linea con “La Natura è Sovrana Medicatrice di tutti i mali” del padre millenario della medicina Ippocrate.

La Natura non è solo questo ma è una guaritrice, non una guaritrice qualsiasi ma una GUARITRICE PER ECCELLENZA che risiede stabilmente al nostro interno. Va inoltre rilevato che curare non significa affatto guarire. Il simbolo nazionale dei romani nell’arte di stare bene non era di certo il bastone di Asclepio, simbolo greco associato alla medicina, col classico serpente attorcigliato intorno ad una verga, ma un semplice cavolo crudo che, associato ai cetrioli e ai carciofi di cui andavano pazzi i romani, donò una salute di ferro per secoli e secoli, come testimoniato da Marco Porcio Catone o Catone il Censore.

MEDICINA CURO-MANIACALE E SINTOMO-MANIACALE

Il fatto poi che la medicina convenzionale non soltanto cada e si dequalifichi incredibilmente da decenni in questa incongruenza curomane, ma che curi solo e sempre il sintomo e mai la causa, rappresenta un ulteriore aggravio dei propri limiti. Il sintomo è notoriamente sacro a chiunque abbia del sale nella zucca: il sintomo non va in alcun modo toccato. L’unica occasione sensata e approvata di cura rimangono gli interventi di reale emergenza del pronto soccorso per incidenti stradali o di lavoro.

LE FISSAZIONI MEDICHE DEL CONTAGIO E DELL’IMMUNITÀ ARTIFICIALE

Il secondo dogma medico è quello del contagio, associato alla pretesa di inventare una immunità artificiale mediante vaccinazioni. Questo dogma è ancor più banale e stupido da essere ancor più facile da smontare e ridicolizzare rispetto a tutte le altre bravate del sistema sanitario. La prima prova evidente è che, se davvero batteri e virus fossero dei mostri nemici in eterna belligeranza con noi umani, saremmo già spariti letteralmente dalla crosta terrestre. Da parte mia, senza bisogno di strumenti e di laboratorio, ho offerto al pubblico la inequivocabile Prova del Nove che batteri e virus sono magnifici e prodigiosi alleati e tutt’altro che nostri nemici. Non so cosa si vuole di più.

ACCANTONAMENTO DELLA VERITÀ FONDAMENTALE PER CUI IL TERRENO È TUTTO MENTRE IL MICROBO È NIENTE

Probabilmente i microscopi e la scoperta del microbo sono stati una sventura e una catastrofe dalle conseguenze disastrose per l’uomo, avendo dato la stura a gravi errori di percorso e allo sviluppo di microbiologi e virologi. Ha portato a voler lottare contro i microbi, a tentare di annientarli, a vivere nell’ottica distorta e deviante del contagio, della peste e del lazzaretto con tutte le nefaste conseguenze che questo comporta. La profonda e assoluta verità secondo cui il terreno corporale è tutto mentre il microbo è niente non convince la massa e viene tenuta in disparte. E questo getta la massa nelle grinfie di una medicina dissennata, letteralmente fuori di senno.

L’UNICA COSA VIRALE E CONTAGIANTE È LA PAURA INGENERATA DAL REGIME SANITARIO

Il vero fattore contagiante è soltanto uno e si chiama paura. Missionari, medici e infermieri della tradizione hanno vissuto e vivono in Africa tra malati di colera, lebbra, cosiddette pesti, senza essere toccati da queste malattie. Ricordarsi pure di Max Pettenkofer che si scolava davanti ai suoi studenti viennesi tazze cariche di vibrioni del colera senza esserne colpito. Ricordarsi i numerosi esperimenti con materiale infetto preso da malati di cosiddetta influenza spagnola, sfregato sulla pelle, persino ingerito, senza mai riprodurre la malattia. Il contagio è una bufala clamorosa mantenuta in essere dagli azzeccagarbugli della medicina monatta e untrice subentrata alla medicina ippocratica.

NIENTE SI PRENDE DALL’ESTERNO, NEMMENO LA TUBERCOLOSI

Fosse vero e realistico, il contagio dovrebbe prodursi inevitabilmente per tutti coloro che si avvicinano o frequentano i malati, ma questo non si verifica affatto. Una delle malattie in teoria più contagiose che si trasmette attraverso l’aria è la TBC. Tutti coloro che ne vengono in contatto dovrebbero esserne colpiti. Ma ciò non avviene. Migliaia di medici e infermiere lavorano giorno e notte per una vita nei reparti TBC senza contrarre la TBC. Il contagio fa parte della favolistica farmacologica e vaccinale.

STESSA COSA VALE PER LA DIFTERITE, LE INFLUENZE E LE MALATTIE ESANTEMATICHE GIOVANILI

Come mai su 5 o 6 persone della stessa famiglia una o due si prendono la difterite e le altre no? Non è contagiosa. Stessa cosa per le varie influenze stagionali, asiatiche, aviarie, spagnole. Se lo fosse tutti i membri ne sarebbero colpiti mentre ciò non accade. Il contagio non è dunque nella malattia ma nel nostro organismo. Quando ci sono epidemie su vasta scala la malattia in corso è dovuta al fatto che molta gente ha assunto le stesse pessime abitudini alimentari e gli stessi stili di vita e le stesse stupide paure, tutto lì e niente altro fuori di lì. Quando siamo sani e saggi, privi di paure ingiustificate, il nostro spirito sarà libero da ogni ingiustificato timore di contagio e da ogni isteria sterilizzante. Laddove c’è la salute, la serenità e una conoscenza approfondita di noi stessi, il contagio non esiste.

SPIEGAZIONE ULTERIORE DEI MECCANISMI AMMALANTI

Ed è a questo punto che il collega Franco Libero Manco mi fa avere ieri il suo articolo, dal titolo “Perché ci si ammala”, ribadendo una verità che noi persone dalla mente libera e non inquadrata, non prestata a noleggio, non teleguidata, ben conosciamo: “BATTERI E VIRUS NON PRODUCONO MALATTIA MA È LA MALATTIA CHE LI PRODUCE”. È un po’ quello che ho sempre sostenuto, evidenziando come la loro presenza intensa a margine delle varie infiammazioni interne è conseguenza e non causa di malattia.

NULLA SI PRENDE DA FUORI E TUTTO SI AUTO-GENERA DALL’INTERNO

Non ci si ammala per colpa dei germi, dei batteri, dei virus o del destino. La genetica poi incide minimamente. Quello che più influisce sullo star bene rimane un corretto stile di vita. Il diabete o il cancro non arrivano dall’esterno: è il corpo stesso che li genera. L’obesità non si prende: è il corpo che accumula grasso. Il mal di testa, il mal di schiena, l’artrite, l’impotenza, non si prendono: sono tutte condizioni patologiche che il corpo sviluppa dal suo interno.

LA VIOLAZIONE SISTEMATICA DELLE LEGGI NATURALI È ALLA BASE DI OGNI PATOLOGIA

Ci si ammala perché vengono violate le leggi naturali che ogni organismo vivente deve rispettare. Quando la popolazione assume standard di vita sbagliati, e si alimenta prevalentemente con prodotti innaturali, le persone incominciano ad ingrassare, ad ammalarsi, ad incappare nelle tipiche patologie della civiltà moderna. Siccome le proprietà organolettiche degli alimenti naturali non sono fatte per durare a lungo, si fa ampio ricorso agli aromi sintetici. Gli europei ingeriscono ogni anno 170.000 tonnellate di aromi industriali e 95.000 tonnellate di glutammati (antischiuma, stabilizzatori di colori, antiagglomeranti, umidificanti, solventi, flocculanti ecc). A causa di questo il 15% della popolazione europea soffre di allergie. Non sorprende che i produttori rassicurino l’innocuità degli additivi impiegati, ma è un po’ come chiedere all’oste se il suo vino fa bene o fa male. Controllare 20.000 additivi è un rebus. Gli effetti della loro inevitabile mescolazione e dell’interazione fra i diversi prodotti chimici utilizzati non si conoscono nemmeno.

TOGLI LA TOSSIEMIA AL CORPO E IL RIEQUILIBRIO AVVIENE AUTOMATICAMENTE

Le malattie sono dovute a tossine, a caos elettromagnetico, a stress psicofisico, ma soprattutto a cibo cotto e a cibo lavorato industrialmente, a cibo che causa carenze nutrizionali. Gli eccessi alimentari non risolvono ma complicano la situazione. Le nostre cellule restano affamate e assetate per carenza di veri nutrienti e dell’acqua biologica che si trova nella frutta acquosa, nei meloni e nei cocomeri.

RUOLO MICIDIALE E DETERMINANTE DELLE TOSSINE, CHE È MATERIALE ACIDIFICANTE

Come dicevamo, non ci ammala a causa dei virus o dei batteri. Se si espongono due soggetti al virus dell’influenza uno si ammala e l’altra no. Come mai tutto questo ? Perché l’organismo, man mano che si intossica si indebolisce, e il primo a risentirne è il sistema immunitario. Quando le tossine aggrediscono l’organismo aumenta l’acidità del sangue e si è esposti al rischio di malattie. Mentre se il pH è leggermente alcalino praticamente non ci si ammala quasi mai. Ogni malato di cancro ha un pH basso, cioè molto acido.

LE MALATTIE IATROGENE O MEDICO-CAUSATE SONO DIVENUTE IL KILLER NUMERO UNO DELL’UMANITÀ

Ci si ammala a causa delle radiazioni elettromagnetiche a cui si è giornalmente esposti. Tali radiazioni interferiscono con la naturale vibrazione delle cellule viventi, favorendo l’insorgenza di patologie anche tumorali. Ci si ammala soprattutto a causa dei farmaci. L’OMS dice che il 60% delle malattie sono di origine iatrogena, e quindi medico-causate. Praticamente i medicinali generano più malattie di quante non ne guariscano. I farmaci eliminano o meglio soffocano i sintomi, non la causa. Esiste ad esempio un legame certo tra assunzione di farmaci e suicidi. La quarta causa di morte in America è dovuta ai farmaci potenzialmente dannosi, ad interventi che causano il decesso del paziente, a diagnosi sbagliate. Il Journal of the American Medical Association nel numero 284 afferma: “Gli interventi chirurgici non necessari, gli errori medici, gli effetti collaterali dei farmaci ecc. causano lo stesso numero di morti delle cardiopatie e dei tumori”.

ULTERIORI CAUSE DI SQUILIBRIO

Ci si ammala a causa di cattivi stili di vita: droghe, fumo di sigaretta, alimenti voluttuari, mancanza di esercizio fisico e soprattutto a causa di un’alimentazione ricca di proteine, di grassi animali e di carboidrati raffinati. Gli alimenti sono i mattoni del nostro organismo e i pensieri il legante che li tiene uniti. Ci si ammala per mancanza di serenità interiore: stress, ansia, depressione, gelosia, rancore, frustrazioni, preoccupazioni. Ci si ammala infine a causa di mancanza di ideali positivi e a causa di mancanza di motivazioni e di progettualità.

È SOLO DIFENDENDO I PIÙ DEBOLI CHE SI AIUTA IL MONDO A PROCEDERE NELLA GIUSTA DIREZIONE

La malattia non colpisce solo il corpo ma in prevalenza la mente e la coscienza. La mente si ammala quando è pervasa da pensieri disarmonici e pessimistici. La coscienza si ammala quando perde la capacità di nutrire sentimenti, sensibilità, condivisione e amore. E nell’amore è incluso chiaramente l’amore per il prossimo e l’amore per gli animali, l’amore per la creazione e l’amore per la vita. Ovvio che c’è allineamento e condivisione assoluta con Franco Libero Manco che ha il merito di rappresentare ormai da decenni una vera e propria roccia, un bastione difensivo nei riguardi degli animali e comunque di tutte le creature più tartassate e maltrattate della Terra.

Valdo Vaccaro

https://www.valdovaccaro.com/la-colossale-menzogna-dei-contagi-e-dei-vaccini-non-si-regge-in-piedi/?fbclid=IwAR0eOcKRWqv9N8c6nlJcdowZVMe1vvZTpcKz4WJTAf_hP5FE5KTTlMSgCHE


http://altrarealta.blogspot.it/

sabato 28 agosto 2021

Neuroacustica: la scienza del futuro

Neuroacustica: la scienza del futuro Un giorno Edgar Casey, noto anche come un “profeta dormiente”, fece un’interessante profezia: “Nel futuro la gente sarà curata solo con il suono”. Secondo questa profezia, il futuro vedrà sparire tutte le terapie a noi note e ne rimarrà una sola: il suono.
I passi avanti che va la scienza non sono mai improvvisi. Sono frutti di un grande lavoro e di molte ricerche. L’umanità si muove verso il nuovo a piccoli passi, analizzando gli effetti delle scoperte precedenti. Uno di questi passi è la nuova scienza – neuroacustica.
La neuroacustica studia l’azione del suono sull’uomo, sul suo cervello e sulla totalità dell’organismo. Già in pochi decenni dell’esistenza di questa scienza poco conosciuta sono state fatte delle meravigliose scoperte. Per esempio, fu provato cha la stimolazione del cervello con le frequenze delta migliora la qualità del sonno nel 98% dei casi, e che questo tipo di terapia e superiore di quella farmacologica.
Gli scienziati italiani hanno scoperto che l’azione con la frequenza 9,5 Hz aumenta la variabilità del ritmo cardiaco, e quindi, influenza la durata della vita aumentadola; più alta è la variabilità del ritmo cardiaco, e più a lungo l’uomo vive. Questa scoperta, confermata dai test scientifici, è passata inosservata, ma si tratta della scoperta di un reale meccanismo di miglioramento del funzionamento del sistema cardio-circolatorio e dell’allungamento della vita. La medicina ufficiale non si è affrettata di armarsi di questo metodo, preferendo l’uso dei tradizionali farmaci chimici.
Lo scienziato americano Thomas Budzinski ha inventato molti programmi neuroacustici capaci di curare la sindrome della scarsa attenzione, di rimuovere la dipendenza dall’alcol, di eliminare gli attacchi epilettici, la schizofrenia ecc, ma il suo metodo è poco conosciuto al di fuori degli Stati Uniti, dove già adesso la stimolazione neuroacustica si usa per la cura di diverse malattie, sia negli adulti sia nei bambini.
Una diffusione più vasta ha avuto il metodo del dr. Tomatis, alla base del quale c’è il principio neuroacustico. Molte cliniche nel mondo usano il suo metodo.
l’Advanced Mind Institute é dedicato alla creazione dei programmi neuroacustici originali, capaci di migliorare lo stato di salute delle persone, il sonno, il funzionamento dei vari sistemi fisiologici, la concentrazione e le capacità cognitive, nonché di eliminare lo stress. Nei programmi si usano dei meccanismi della stimolazione con le onde beta, alfa, theta, gamma, epsilon.
Alla base dei programmi dell’Istituto ci sono degli studi degli scienziati americani ed europei, confermati dagli studi clinici. Alcuni programmi dell’Istituto sono assolutamente unici, introvabili altrove, come “La Longevità” (basato sugli studi degli scienziati italiani), o il programma “L’analgesico neuroacustico” che permette di curare con successo la fibromialgia e di combattere i dolori cronici.
I programmi dell’Istituto sono conosciuti sia in Russia sia nel mondo. Tutti i programmi si pubblicano in lingua russa ed italiana, e il numero delle persone che usano questi programmi in Italia sta crescendo. Diversi articoli sul lavoro dell’Istituto sono stati pubblicati in Italia sulla rivista “Quantic magazine”.
Nei programmi dell’Istituto si usano delle tecnologie audio più aggiornate: la modulazione d’ampiezza, i ritmi isocronici, il quadrato delle armoniche, la tecnologia dello spostamento spazio-acustico ed altri. L’istituto ha rinunciato da tempo alle tecnologia superate, come i ritmi binaurali.

Lenny R

VAI AL  sito web
http://altrarealta.blogspot.it/

BASTEREBBE AMMETTERE DI ESSERSI FATTI PRENDERE PER IL ( | )

"Non ci vuole un genio per capirlo... Basterebbe ammettere di essersi fatti prendere per il ( | ). 9 marzo 2020: "lockdown" una parola che abbiamo imparato ad usare... L'inizio di un incubo.
Il pipistrello, il complotto, l’incidente di laboratorio.
E poi l'amuchina introvabile, gli assalti ai supermercati, i canti dai balconi, le pizze e il pane fatte in casa (sempre che si trovasse il lievito).
La frase "chiudiamo oggi per ripartire domani"… e questo domani era sempre più lontano!
Chiudi i bar, apri i bar, richiudi, riapri...
I cani che "venivano pisciati" venti volte al giorno.
Scorte di toner per le autocertificazioni.
Poi uno spiraglio: da maggio tutto aperto. I numeri scendono.
Bonus vacanze.
A settembre risalgono i casi, colpa di chi è andato in vacanza "ma me lo hai dato tu il bonus per andarci!". Boh!
Richiudiamo.
27 dicembre arrivano i vaccini, improvvisamente, di quattro case farmaceutiche.
AstraZeneca solo dopo i 50 anni, no meglio 55, no meglio sotto i 50, no meglio sopra i 60... ma se vuoi puoi farlo anche a 19 che" c'abbiamo i magazzini pieni" .
L'importante è non mischiarlo: assolutamente non si può!
Blocchiamo astrazeneca agli under 60...?e chi ha già fatto la prima dose? Lo mischia che è pure meglio!
Il vaccino è facoltativo ma se non lo fai sei una merda.
Facciamoli litigare tra di loro che io ho da fare.
Ma la cura? Si c'è, funziona pure, ma solo da ottobre altrimenti non si vaccina più nessuno e bisogna far cassa.
-Bisogna sbrigarsi e farli vaccinare tutti prima che arrivi la cura!
-Eh ma non vogliono!
-Di’ a sti ragazzini che altrimenti non possono andare a ballare.
-Ok! Boom di vaccinazioni tra gli adolescenti.
-Discoteche chiuse.
Potrei andare avanti per ore ma non ne ho voglia...
Solo vergogna.
Aggiungo che il vaccino arrivò scortato a -80º, adesso te lo iniettano per strada, addirittura in spiaggia, a +30º... fantastica scienza!"
(Mario Giordano)

http://altrarealta.blogspot.it/



MINARE LA CRYPTO HELIOS da casa tua , senza spese
HOTSPOT GRATUITO iscriviti e richiedilo

lunedì 23 agosto 2021

NIKOLA TESLA


NIKOLA TESLA
da leggere sino in fondo...
Pochi sanno chi era veramente Nikola Tesla. Quei pochi che lo conoscono lo ricordano come uno scienziato, un ingegnere, un fisico, come l’inventore della corrente alternata e delle sue applicazioni. In realtà Tesla fu molto di più. Senza di lui oggi non esisterebbe l’era tecnologica, non ci sarebbero telefoni e computer, aerei e lavatrici e nemmeno la radio o l’automobile. Dire che Tesla fu un genio è dire troppo poco, poiché egli è stato il genio, è di sicuro una delle più grandi menti mai nate i seno all’umanità.
Oggi tutti fanno quotidianamente uso di molte invenzioni di Tesla, ma pochissimi ne sono consapevoli, perché nessuno scienziato è mai stato disconosciuto, dissimulato e diffamato quanto lui. Di lui si sa a mal appena che gettò le basi della tecnologia odierna, che inventò i generatori di corrente alternata e i motori che la utilizzano, che costruì la prima centrale elettrica al mondo. Le sue altre scoperte e invenzioni sono pressoché sconosciute perché sono state pervertite in maniera così ampia e devastante come quelle di nessun’altro.
Di Tesla, nato in Jugoslavia nel 1856 e morto a New York nel 1943, ci rimangono circa 300 brevetti, altrettanti sono “scomparsi” nel corso del tempo e sono oltre 3000 le invenzioni che gli è stato impedito di brevettare. Tesla costruì Il primo altoparlante elettromagnetico e la prima candela elettrica per i motori a scoppio, brevettò già negli anni ’20 del secolo scorso un aeromobile a decollo e atterraggio verticale e fece la prima radiografia ancora prima di Röntgen, sviluppò apparecchiature in grado di generare campi e oscillazioni con effetti terapeutici, simili a quelle progettate in seguito dal dottor Royal Rife e scoprì gli effetti calorici delle onde ad alta frequenza, ovvero l’effetto che viene utilizzato nei comuni forni a microonde. Egli escogitò i primi circuiti sintonizzati del mondo, gettando le basi per le comunicazioni senza fili e per tutti gli apparecchi a radiofrequenza da allora costruiti e Guglielmo Marconi utilizzò ben 17 brevetti di Tesla per giungere alle sue invenzioni.
Tra gli innumerevoli contributi al progresso scientifico di Tesla si possono annoverare ad esempio la prima turbina senza pale, la determinazione dei principi e delle frequenze di funzionamento del radar o le scoperte sulla risonanza delle onde radio, da cui sono poi state sviluppate la tomografia assiale computerizza (TAC) e la risonanza magnetica nucleare. Ma le sue scoperte più importanti riguardano i campi ed egli sviluppò una sua propria teoria del campo unificato e una della gravità, atte a spiegare i fenomeni straordinari che aveva osservato nei suoi esperimenti.
Nel corso di questi esperimenti Tesla provocò a Manhattan nel 1898 il primo terremoto artificiale della storia. Però fu proprio durante tali esperimenti che egli fece la scoperta più importante, e cioè che la Terra nel suo insieme agisce nell’ambito di certi parametri come un conduttore elettrico e che caricandola elettricamente con onde stazionarie non solo si può attingere energia in qualsiasi parte del mondo, ma che durante questo processo di immagazzinamento di energia si generava un guadagno energetico. Egli, in pratica, aveva scoperto l’energia del vuoto quantistico, detta energia di punto zero, e così aveva spalancato la porta sulla comprensione della gravità e della materia.
Questa straordinaria scoperta permise a Tesla di escogitare sistemi tecnologici per vincere l’attrazione gravitazionale e progettare singolari macchine volanti, senza motori tradizionali, ali, alettoni e propellenti. Il grande scienziato aveva trovato un modo per attingere l’energia direttamente dallo spazio vuoto, ma stracolmo di energia, nelle nuvole elettroniche che circondano ogni atomo e aveva in mente di rendere disponibile all’umanità quest’energia sconosciuta.
Con le prime invenzioni di Tesla i banchieri fecero soldi a palate, elettrificando i continenti, costruendo centrali, elettrovie e macchinari, creando nuove industrie, come quelle degli elettrodomestici, quelle automobilistiche ed aeronautiche, ma soprattutto installando ovunque i contatori e lucrando sulle bollette. Al genio di Tesla mancava del tutto il senso degli affari, mentre ai magnati della finanza era riuscito di sfruttare le sue invenzioni per creare grandi, redditizi imperi attorno alle nuove tecnologie. E finché le invenzioni di Tesla si rivelavano utili a questi signori per plasmare a loro piacimento l’era tecnologica, essi lo avevano sostenuto e avevano finanziato le sue ricerche.
Però le nuove scoperte di Tesla avevano raggiunto traguardi prima inimmaginabili. Ora egli era giunto ad un solo passo dal rifornire gratuitamente di energia tutta umanità e l’intero sistema di sfruttamento capitalistico si sentì improvvisamente in pericolo.
Se nelle case ci fosse un dispositivo che fornisce in abbondanza energia elettrica per illuminare e riscaldare e far funzionare tutti gli apparecchi ed elettrodomestici, per ricaricare la vettura elettrica e quant’altro, ovviamente del tutto gratis, nessuno potrebbe misurare chilowattore e mandare fatture, non ci sarebbero pali né cavi, né centrali a gas, petrolio, carbone o atomiche. Non ci sarebbe inquinamento né radioattività e soprattutto non ci sarebbero i lauti guadagni del business sulle spalle degli altri.
Queste nuove scoperte di Tesla mettevano seriamente in pericolo gli investimenti e gli interessi dei soliti banchieri internazionali. Di colpo lo stimato scienziato venne angariato e umiliato e tutta la stampa iniziò a dipingerlo come un pazzo squilibrato. Il suo laboratorio venne distrutto da un incendio doloso, in cui andarono in fumo tutto il materiale scientifico, gli appunti e la documentazione, e le macchine e i prototipi che egli aveva costruito.
La storia di Nikola Tesla dimostra che l’alta finanza si sente minacciata dalle scoperte scientifiche che hanno il potenziale di emancipare gli uomini dal suo potere. La vita di Tesla venne segnata dalle ristrettezze e il suo nome venne consegnato all’oblio. Ciononostante egli non si arrese mai. Nel 1929 in un laboratorio segreto in Canada riuscì a mettere a punto un prototipo funzionante dell’apparecchio per convertire in energia elettrica l’energia del vuoto, che era maneggevole e adatto alla produzione di massa. Montando il convertitore su un automobile con il motore elettrico Tesla aveva creato la prima autovettura elettrica ad autonomia illimitata, senza mai bisogno di ricarica.
Durante la seconda guerra mondiale Tesla provava un vivo desiderio di porvi fine rapidamente. Nel 1937 pubblicò un trattato sui fasci di particelle cariche che gettava le basi per la costruzione di una micidiale arma a raggi. Poi nel 1943, quando la sua tremenda arma aveva superato lo stadio teorico ed era divenuta ormai uno strumento reale, egli la offrì a tutte le nazioni belligeranti indistintamente. Pochi giorni dopo venne ritrovato cadavere nella sua stanza, dalla quale mancavano molti suoi scritti e oggetti personali. Intervenne immediatamente l’FBI, che ripulì l’abitazione di Tesla sequestrando così tanto materiale che ci volle un grosso autocarro con rimorchio per trasportarlo. Da allora questo materiale è classificato con la massima segretezza.
È sicuro che Tesla si è portato nella tomba molti segreti, ma su molti dei suoi progetti si è continuato a lavorare in gran segreto ed è certo che le armi geofisiche e di modificazione climatica sviluppate nel progetto pilota denominato HAARP sono ormai in dotazione a tutte le grandi potenze. Tesla aveva compreso gli immensi pericoli di quella che lui chiamava “telegeodinamica” e il suo potenziale bellico e aveva abbandonato gli studi in quella direzione. Ma altri erano interessati proprio a questo filone del lavoro di Tesla e hanno perfezionato nel corso del tempo l’impiego di dispositivi in grado di alterare le condizioni atmosferiche e climatiche e quelle geofisiche.
Il ferreo controllo della scienza è fondamentale al mantenimento del potere, poiché dominando la scienza si può dominare l’intera società. In questo senso la scienza si rivela essere il potere stesso con cui si soggiogano gli uomini. Ciò che avviene nei laboratori segreti non è dato di sapere all’opinione pubblica. Tesla voleva davvero mettere l’energia illimitata a disposizione di tutti e se ciò si fosse potuto avverare avrebbe significato la fine incontrastabile dell’egemonia della finanza internazionale. Il dominio della scienza da parte dei padroni dell’establishment ha impedito questo passo immenso nel progresso umano, perché avrebbe posto fine agli attuali assetti di dominio mondiale. Essi hanno voluto mantenere il controllo sugli sviluppi del progresso tecnologico per avere il monopolio dell’energia e dell’industria.
Il nome di Tesla è stato volutamente posto nel dimenticatoio da coloro che oggi dominano completamente il mondo con il ricatto energetico e con le fandonie sulla scarsità. Questi signori oscuri che si celano dietro gli imperi bancari internazionali hanno anche saputo insabbiare e fare scomparire le decine di invenzioni che altri hanno fatto nel frattempo per sfruttare quest’energia infinita e universalmente presente, come anche centinaia di progetti riguardanti modi del tutto rivoluzionari per produrre, convertire e gestire l’energia. Gli interessi in gioco sono talmente grandi che i signori dell’energia hanno posto in campo tutta la loro potenza affinché non solo nessuna di queste invenzioni divenga disponibile commercialmente, ma utilizzando tutto il loro potere sull’informazione e sui media, sulla scuola e sulla cultura, hanno complottato soprattutto al fine di far credere ai popoli che tali possibilità non esistano neppure. Che esistano motori per automobili alimentati con acqua del rubinetto o turbine che producono più energia di quella che consumano, nessuno lo deve sapere. Quindi nessuno deve conoscere nomi come quello di Nikola Tesla, di Viktor Schauberger, di Stanley Meyer o di Yull Brown.
Fonte
Mario Haussmann
Ps.. Ora capite che l'interesse di pochi è la rovina di tutti?


http://altrarealta.blogspot.it/

domenica 22 agosto 2021

È giùnta lora di muovere il culo





Eva Militant

di Giulio Milani:
"Ieri il Cts ha chiesto al governo l’introduzione dell’obbligo, anche se sarebbe più opportuno dire che il governo, tramite il Cts da lui stesso nominato, ha chiesto a sé stesso di introdurre l’obbligo. Oltretutto è arrivata l’approvazione in via definitiva della FDA americana per Pfizer e Moderna, ossia il governo americano, attraverso il suo ente di certificazione, ha superato l’autorizzazione in emergenza. Così si crea una “verità ufficiale”. Ma il punto non è questo, il punto è l’escalation a cui stiamo assistendo. In neanche due settimane, mentre ancora combattiamo contro il Green Pass - introdotto il 6 agosto - già si annuncia l’arma successiva: l’obbligo. Questo significa che toglieranno il Green Pass? Niente affatto, la progressione procede per accumulo. Prima chiusure, poi mascherine e distanziamento, poi chiusure, mascherine, distanziamento e vaccino, poi chiusure, mascherine , distanziamento, vaccino e Green Pass, poi chiusure, mascherine, distanziamento, vaccino, Green Pass e obbligo. Il passo successivo sono i campi di detenzione/quarantena perenne per chi non rispetta l’obbligo e la vaccinazione forzata dei minori. A quel punto saremo rimasti in così pochi che potranno anche buttarci ai pesci. 
La coscrizione volontaria si è fermata al 60%; con l’aggressione, come giustamente l’ha chiamata Figliuolo, alle fasce giovanili in rincalzo alla renitenza dei cinquanta/sessantenni, si raggiungerà forse il 70%. A questo punto serve l’obbligo. Basterà l’annuncio di pesanti sanzioni pecuniarie e penali per convincere un altro buon 10/15%, forse qualcosa di più. Quando saranno vicini al 90% potranno procedere con gli arresti presso i campi di detenzione e la sottrazione dei minori, come sta accadendo in Australia. Si parla di questi campi da mesi, ovviamente come di fake news: sono una realtà, come è una realtà l’intero piano di assimilazione al nuovo mondo tecnologico e militare descritto e spesso anticipato nell’ultimo anno e mezzo nonché ampiamente previsto fin dagli anni sessanta presso l’ala radicale e libertaria della sinistra occidentale. 
Sono tutti collusi. Destra, sinistra, sindacati, industriali. Appena il governo del banchiere e dei preti ha introdotto  il Green Pass, sia chi si dichiarava contro quanto i favorevoli, tutti indistintamente hanno iniziato a chiedere l’obbligo. C’è una sproporzione totale tra la minaccia epidemiologica - ormai sempre più remota, contenibile - e la “soluzione”: proprio questa mancanza di senso della misura fa capire che in ballo c’è molto di più della vaccinazione collettiva. Si fermeranno? Non facciamoci nessuna illusione: siamo un “pericolo pubblico”, ce lo dicono ormai tutti i giorni. Gli annunci di de-escalation servono solo per illudere i servi volontari e per tenere calme le carceri. Questo è un processo ideologico, culturale ed economico che mira a risettare l’intero sistema occidentale senza che nulla cambi in ordine alle cause del suo tracollo, a partire da quelle spirituali - le meno citate di tutte, e dunque le principali. 
Che fare? I prossimi due mesi sono decisivi. Dobbiamo prevedere e anticipare tutte le mosse, anche se è doloroso farlo, perché implica uno stato d’ansia crescente, e farci trovare pronti. Non è la prima volta che un’accelerazione del sistema produce esuli e guerriglieri. Qualcuno imbraccerà il fucile per evitare una vaccinazione? Ne dubito. Sono furbi, perché il punto sotto la luce del lampione non è quello dove abbiamo perso le chiavi: la verità va cercata al buio. Perché la ricerca si sposti, è dunque indispensabile produrre a nostra volta un’escalation di tensione che costringa il governo ad alzare il filo spinato prima che si sia rimasti in pochi. A quel punto, sarà sempre più difficile sostenere di proteggere un bene comune, perché un bene comune - se è tale - è appunto un valore condiviso e non qualcosa che ha bisogno dell’uso della forza per imporsi. Loro alzeranno il filo spinato e sarà chiaro a tutti che c’è una guerra in atto e questa guerra, che nasce col pretesto dell’epidemia e poi della coscrizione universale, riguarda tutto tranne che un virus e una puntura. La mobilitazione totale è cominciata. 
Due soli mesi per alzare il livello dello scontro. Detto in estrema sintesi: è giunta l’ora di muovere il culo."
#rivoluzioneallegra


http://altrarealta.blogspot.it/


MINARE LA CRYPTO HELIOS da casa tua , senza spese
HOTSPOT GRATUITO iscriviti e richiedilo

sabato 21 agosto 2021

Dittatura del Pensiero Unico e fede cristiana

http://altrarealta.blogspot.it/

Estratto della conferenza tenuta da Gianfranco Amato il 9 luglio 2021 a Riccione dal titolo "Dittatura del Pensiero Unico e fede cristiana".


venerdì 20 agosto 2021

LA SCIENZA VIRALE AUTENTICA RICOPRE DI RIDICOLO IL MONDO VACCINALE



Caro Valdo, ho inviato agli amici questo scritto, spero che concordi, se no tirami le orecchie!
Criveo- Ascoli Piceno 18 agosto 2021- IN QUESTO ARTICOLO (Prima parte) David Skripac, un ingegnere aerospaziale di Global Research, arriva alle stesse conclusioni dell’amico Valdo Vaccaro, le uniche che rispondono alla verità che come sapete è una sola. Le altre sono tutte nell’orbita della curomania imperante.
https://www.globalresearch.ca/humanity-march-toward-extinction/5750260

TRADUZIONE E SOTTOTITOLI DI VALDO VACCARO

LA NOSTRA SPECIE STA SUBENDO PESANTI MODIFICHE GENETICHE: L’UMANITÀ VA VERSO L’ESTINZIONE ? ANALISI DEL MICROBIOMA E DEL VIROMA

Parte 1° – Scienza e Medicina, di David Skripac
Global Research, August 15, 2021 – Theme: Science and Medicine

NOTA
Tutti gli articoli di Global Research possono essere letti in 51 lingue attivando il “Translate Website”. Visitateci e seguiteci su Instagram al
@crg_globalresearch.

IL 2020-2021 È UN BIENNIO DI GRAVISSIME ALTERAZIONI DELLA NATURA UMANA

Questo anno segna un punto di svolta nella storia umana. Per la prima volta dall’inizio della civiltà umana, la nostra specie viene modificata geneticamente. I fabbricanti di vaccini hanno fatto sì che il genoma umano venisse alterato in modo permanente e che la relazione dell’umanità con la natura venisse per sempre cambiata, attraverso una iniezione farmaceutica sperimentale che viene falsamente definita come vaccino. Alla luce di questo fatto, credo che dobbiamo dare uno sguardo ai motivi e agli atti che stanno trasformando oggi l’umanità come la conosciamo. Allo stesso tempo siamo tenuti ad esaminare i trattamenti progressivamente devastanti a danno del mondo naturale.

AUTOLESIONISMO UMANO SPINTO AI LIMITI PIÙ ESTREMI

Al fine di investigare le molte variabili che spingono verso la morte dell’umanità e al sabotaggio del nostro unico ruolo di assistenti e protettori della terra e dei suoi miliardi di specie vegetali e animali, ho diviso questo studio in 4 parti che appariranno in articoli separati.

MICROBIOMA E VIROMA RESPONSABILI DELLO SVILUPPO EVOLUTIVO DELL’UMANITÀ

Nella parte 1°, intitolata il Microbioma e il Viroma, scopriremo che siamo letteralmente immersi in un vasto oceano di informazioni genetiche che sono state essenziali per l’inizio e la fioritura della vita su questa preziosa terra, e che stiamo tuttora cercando di aiutare tutte le specie a sopravvivere. La matrice degli organismi che costituiscono il microbioma hanno sviluppato un flusso di informazione viromica, che ha reso possibile l’adattamento e la biodiversità di tutte le specie sul pianeta. Questo stesso flusso viromico-informatico è responsabile pure dello sviluppo evolutivo della specie umana.

LA CATASTROFE AMBIENTALE VERA NON È CERTAMENTE IL RISCALDAMENTO GLOBALE

Nella parte 2°, intitolata la Nostra Guerra contro la Natura, esploreremo come il nostro imprudente e sconsiderato comportamento stia distruggendo l’ecosistema, stia facendoci precipitare verso la 6° estinzione di massa. Con questa 2° parte intendo analizzare la reale catastrofe ambientale, non certo il global warming e il cambio climatico innescati dalla truffa mondiale dei miliardari corrotti del Club di Roma e del World Economic Forum.

LA DEVASTAZIONE STA TUTTA NEI VACCINI INIETTATI IN TOTALE CECITÀ SCIENTIFICA

Nella parte 3°, dal titolo Cosa è successo nel 2020, esamineremo come questa devastazione che ha portato alle iniezioni sperimentali di massa di sostanze sconosciute nei soggetti umani, e che non ha ancora una prevedibile conclusione. È logico porre il termine pandemia tra virgolette dato il suo carattere fraudolento. In verità sarebbe molto più logico ed accurato descriverla come scamdemia o pseudo-pandemia o qualsiasi altro termine indicante imbroglio. Le parti 2, 3 e 4 saranno pubblicate in seguito dalla Global Research.

PRODIGIOSA COMPOSIZIONE DEL MICROBIOMA UMANO

Il termine microbiota deriva dalle parole greche micro (piccolo) e biotikos (riguardante la vita). Si tratta di un massiccio ecosistema interno costituito da trilioni di microrganismi. Incredibilmente 40.000 specie di batteri, 300.000 specie di parassiti, 65.000 specie di protozoi, e 3,5-5 milioni di diverse specie di funghi abitano l’ambiente in cui viviamo, vale a dire sulla superficie e all’interno del nostro corpo.

RUOLO BASILARE DEI VIRUS COME PREZIOSO STRUMENTO DI INTERCONNESSIONE BIOLOGICA

Questo complesso mondo di microrganismi secerne in continuazione una marea di virus che fanno da network di intercomunicazione per batteri, parassiti, protozoi e funghi. E, come scopriremo in breve, questi virus sono sempre stati di grande e indispensabile aiuto per noi, e non strumento di ostacolo o di danno. In altre parole i virus sono apportatori di vita e non induttori di morte.

LE DIVERSITÀ E LE DIMENSIONI INFINITESIMALI DEL MICROBIOMA HANNO DELL’INCREDIBILE

Vi diamo un’idea della complessità del microbioma, delle sue incredibili diversità e delle sue dimensioni infinitesimali. Il numero di geni compresi nel regno dei funghi arriva ad almeno 125 milioni, il genoma umano, a confronto, consiste di 20.000 geni soltanto. Un moscerino della frutta ha 13.000 geni, una pulce 31.000. Quindi, in termini di complessità genetica, il genoma umano possiede solo un minuscolo frammento di informazione genetica in confronto al vasto mondo genomico contenuto all’interno del microbioma.

IL MICROBIOMA TIENE IN PIEDI L’INTERA MACCHNA DELLA VITA GRAZIE ALL’ENERGIA CHE GLI VIENE DAL SOLE

Un affascinante aspetto del microbioma è il suo network, la sua rete di comunicazione simbiotica che permette la trasmissione di informazione proteica da un microrganismo all’altro. Per esempio, il network del micelio (una matrice di sottili filamenti bianchi) permette ai funghi di comunicare l’un l’altro su distanze lunghe parecchi chilometri. Queste strutture sono in grado di trasferire minerali e risorse proteiche a oltre un chilometro di distanza. Come lo fanno? Usano l’energia della luce, gli elettroni che fluiscono attraverso i canali del sistema solare. In questo modo, il microbioma aiuta le piante e le altre forme di vita multicellulare a fiorire e svilupparsi. Non è esagerato chiamare il network del regno fungino il vero cervello del pianeta. Incidentalmente, tutti i minuscoli intelligenti microrganismi che costituiscono il microbiota sono potenziati dalla energia biofotonica del sole.

OGNI SINGOLO ORGANO DEL CORPO POSSIEDE IL SUO MICROBIOMA

Per quanto sia difficile da immaginare, almeno 1,4 quadrilloni di batteri e 10 quadrillioni di funghi vivono all’interno del corpo umano. Entro il colon soltanto ci sono 3.8 x 1013 cellule batteriche. Ogni singolo organo del corpo, incluso il cervello, possiede il suo specifico microbioma. L’obiettivo di batteri e funghi nel nostro corpo è di educare e nutrire le cellule, mantenendoci in salute e in equilibrio con l’intero microbioma che ci circonda.

IL VIROMA È L’INFINITO MONDO DEI VIRUS, AUTENTICI MESSAGGERI NATURALI

Il viroma è l’immenso mondo nel quale i messaggeri di Madre Natura esistono. È composto da trilioni e trilioni di virus prodotti dai summenzionati batteri, parassiti, protozoi e funghi. Il corpo di un adulto medio contiene 1 x 1015 virus. Bella cifra, se pensiamo che nell’aria che avvolge la terra ci sono 1 x 1031 virus, e che nel suolo terrestre ci sono 2.5 x 1031 virus, e che negli oceani della terra ci sono 1.2 x 1030 virus. Per darvi una immagine più chiara di cosa significhino questi maestosi numeri, 1 x 1031 è 10 milioni di volte più grande del numero di stelle conosciute nell’intero universo.

VIRUS STRUMENTI INDISPENSABILI DI VITA E DI SALUTE

Detto in soldoni, un virus è una informazione genomica, Dna o Rna, avvolto in un involucro proteica. I piccoli filamenti proteici che protrudono dalla superficie esterna di tale involucro vengono chiamati spike protein. I virus non sono organismi viventi. Non sviluppano il loro carburante. Non hanno nessun metabolismo adatto a produrre energia. E non si possono riprodurre. I virus hanno viaggiato globalmente al di sopra dello strato confinario atmosferico per milioni di anni, molto prima che i veicoli aerei venissero inventati. I virus hanno ammantato la terra per eoni, creando biodiversità e permettendo il loro adattamento all’ecosistema. Per adattamento intendo che i virus cercano sempre di adeguare i loro codici genetici allo scopo di generare salute e resilienza in tutte le forme di vita del pianeta. È decisamente ridicolo ed infantile pensare che, al fine di viaggiare da una regione all’altra del globo, un virus debba salire su un aereo, come sostenuto dal Rand’s National Security Research Division.

INTERFERENZE E AVVELENAMENTI STANNO ALLA BASE DEGLI SQUILIBRI TRA UOMO E VIROMA

Inoltre i virus, inclusi i CoronaVirus, non arrivano a ondate e non scompaiono poi senza lasciare traccia, per riapparire poi miracolosamente nello stesso punto o in altre zone. Al contrario, i virus non ci lasciano mai e non scompaiono mai. Essi abitano in ogni elemento dell’ecosistema che ci circonda. In breve, sono presenti sempre e dovunque. Le nostre relazioni con virus particolari possono cambiare come conseguenza di nostre azioni deleterie ed irresponsabili verso la natura. Ogniqualvolta gli uomini avvelenano ed inquinano l’aria, il suolo e le acque, essi creano uno squilibrio tra se stessi e il viroma, uno sbilancio che causa degli sbalzi e delle disbiosi.

RAPPORTO FLEXNER E DITTATURA SANITARIA IMPOSTA DAI ROCKEFELLER

Purtroppo, il regime della medicina allopatica che i plutocrati John David Rockefeller e Andrew Carnegie hanno imposto al mondo col loro rapporto Flexner del 1910, ha fatto sì che un vasto settore della comunità scientifica creda tuttora incredibilmente che batteri, funghi e virus siano nostri nemici. Lo schema sul quale si basa la fondazione Rockefeller e la medicina convenzionale è la teoria dei germi di Louis Pasteur. Teoria che accusa i microrganismi esterni, particolarmente i batteri e i virus, di attaccare, invadere ed infettare il corpo, causando ogni sorta di malattie.

LOUIS PASTEUR PUPILLO DELL’INDUSTRIA FARMACEUTICA

La maggior parte del mondo occidentale accredita Pasteur (1822-1895) di giocare un ruolo fondamentale nella nascita della “Medicina Moderna”, un paradigma che traccia ed abbina ciascuna malattia a un determinato germe. Senza le teorie fasulle e blasfeme di Pasteur la maggior parte dei farmaci non sarebbe oggi prodotta, promossa e prescritta. Questo fatto spiega il perché l’odierno establishment medico-sanitario e la sua collegata industria farmaceutica rifiutano di riconoscere i fallimenti ripetuti che hanno portato alla inefficacia e alla inutilità delle cure mediche.

CLAUDE BERNARD E ANTOINE BÉCHAMP MESSI INCREDIBILMENTE IN DISPARTE

In contrasto a questo, la teoria del terreno colturale, portata avanti da Claude Bernard (1813-1878) e poi da Antoine Béchamp (1816-1908) sostiene che il terreno, cioè l’ambiente interiore del corpo, e non dei germi esterni, determina la nostra salute o la nostra rovina. Quello a cui si riferisce Béchamp come terreno è molto vicino al concetto attuale di sistema immunitario innato. Come vedremo nei prossimi paragrafi, Béchamp era decisamente sulla strada giusta e scoperse come il corpo umano realmente funziona e interagisce con il mondo esterno.

BÉCHAMP ERA UNO SCIENZIATO VERO E PERTANTO SCOMODO AL SISTEMA

Non è casuale che, diversamente da Pasteur, Béchamp avesse un background scientifico e accademico in scienze. Egli credeva che le malattie fossero il risultato biologico dei cambiamenti che avvengono nell’organismo quando i processi metabolici perdono il loro equilibrio funzionale.

UNIVERSITÀ, OSPEDALI, GOVERNI, MEDIA: TUTTI COMPRATI E TUTTI PROSTITUITI

Béchamp sosteneva che quando il corpo va in stato di squilibrio, i germi prolificano e si trasformano in sintomi che a loro volta stimolano nuovi sintomi, sviluppando malattie. Sebbene Béchamp si muovesse nella giusta direzione, con la sua teoria del terreno, i tiranni farmaceutici legati al gruppo Rockefeller prevalsero del tutto grazie alle enormi masse di danaro investite dai Rockefeller e dai Carnegie, e grazie ai fondi da essi generosamente elargiti alle università, agli ospedali, alle facoltà di ricerca medica. La loro generosità “filantropica”, che al tempo oltrepassava i 100 milioni di dollari, permise loro di influenzare l’intero establishment medico americano e la maggioranza delle nazioni occidentali, portando il mondo intero verso un regime allopatico basato esclusivamente sulla chimica.

I VIRUS NON SONO NEMICI MA PREZIOSI ALLEATI

Io affermo in questo articolo che, contrariamente a quanto la medicina rockefelleriana ha insegnato per oltre 100 anni, i virus non siano qui ad attaccare le nostre cellule o a danneggiare il nostro corpo in alcuna maniera. Al contrario, le informazioni genetiche-molecolari Dna e Rna contenute all’interno dei virus rappresentano letteralmente i mattoni costruttivi della vita sulla terra. Per usare una moderna analogia, possiamo pensare al virus come a un flusso di informazioni, come a un software aggiornato che trasporta l’intelligenza molecolare, la quale può essere ricaricata quando serve in ogni cellula del nostro organismo, includente ognuno dei 70-100 trilioni di cellule. Le nostre cellule regolano ogni singola informazione ricevuta e non ricevuta. I virus semplicemente cercano di adattarsi alle cellule con il preciso ruolo di creare un corpo umano sano e resiliente.

LE STUPEFACENTI MERAVIGLIE DEL SISTEMA IMMUNE

A questo punto spendiamo qualche parola sul sistema immunitario. Esistono due tipi di immunità, quella innata e quella adattiva. Il sistema immune innato esiste sin dalle origini. Permette al corpo di trovare un equilibrio genetico con ognuno dei nuovi virus che gli vengono presentati. Il corpo non ha bisogno di replicare o riprodurre la nuova informazione virale dopo più di 4 o 5 giorni di aggiornamento. Il sistema immune innato funziona entro le frontiere salubri del corpo umano, come le barriere fisiche tra gli intestini e il sistema circolatorio, o nei vasi sanguigni che regolano e co-ordinano il movimento di ioni, molecole e cellule tra il sangue e il cervello (zona definita barriera sangue-cervello o barriera emo-cerebrale), o a livello genetico nelle nostre cellule (come le proteine mutagene intracellulari). Il sistema immune opera pure attraverso una varietà di enzimi, come l’APOBec3A/3G e il CAS9. Questi enzimi sono considerati centrali e determinanti nella immunità innata.

RUOLO DETERMINANTE DEGLI ANTICORPI

Il sistema immune adattivo è il mezzo secondario del corpo per interagire coi virus. Il sistema immune adattivo manda una risposta altamente specifica al virus utilizzando le cellule dei globuli bianchi conosciute come linfociti (cellule B e cellule T). Le cellule B sono responsabili del rilascio di anticorpi nel flusso sanguigno, i quali sono il secondo -non il primo- metodo di interazione con un virus dopo che il corpo ha ricevuto un nuovo aggiornamento virale, o dopo che viene sviluppato uno squilibrio con un determinato virus. Gli anticorpi sono difese specifiche, che appaiono 3-6 settimane dopo l’esposizione iniziale del corpo con il virus. In pratica gli anticorpi sono una specie di spazzini che aiutano il corpo a ripulirsi di virus e batteri che non hanno più utilità. Allo stesso tempo le cellule T invece sono responsabili della stimolazione della produzione di anticorpi nelle cellule B.

Per capire come il corpo si adatti velocemente una volta esposto al viroma, prendiamo per esempio un neonato di 7 giorni. Un solo grammo delle sue feci contiene 1 x 108 particelle virali. Sebbene un neonato non abbia la capacità di sviluppare nessun anticorpo in questo stadio di vita, egli ciononostante si adatta istantaneamente a queste particelle virali restando in perfetta salute, non sviluppa febbre e rimane in perfetto equilibrio, in omeostasi con il viroma, sia microbicamente che geneticamente. Questo fatto da solo prova che noi non interagiamo col viroma tramite il nostro sistema immune adattivo ma, piuttosto lo facciamo col nostro sistema immune innato.

Gli anticorpi sono il secondo metodo che il corpo usa come mezzo di interazione col virus. Una volta che l’equilibrio genetico è stato acquisito, tipicamente 4 o 5 giorni dopo l’esposizione iniziale al virus, il nostro sistema immune rifiuta di ricevere ulteriori aggiornamenti. Da questi fatti, possiamo concludere che gli umani non possono evitare che una epidemia accada, né che possano cambiare la traiettoria di una epidemia. In altre parole, è inutile e anzi deleterio controllare e bloccare un virus che è sempre prezioso, mediante metodi innaturali e cervellotici chiamati inoculazioni. Tale antiquata tecnica da ignoranti stallieri è biologicamente illogica e non può mai funzionare, in quanto interferisce con il nostro magnificamente disegnato sistema immune. Sistema immune che è perfettamente in grado di trattare qualsiasi virus col quale ci possa essere un temporaneo squilibrio.

TRATTENIMENTO DELLA TRACCIA E DELLA MEMORIA RILASCIATA DAI VIRUS

Contrariamente alla narrativa ufficiale propagandata dai fabbricanti di vaccini, e dalle agenzie governative dei vari paesi, il nostro sistema immune trattiene con sé una memoria dei virus coi quali il corpo ha interagito e dei geni che sono stati inseriti in modalità naturali nelle nostre cellule. Inoltre le registrazioni permanenti mantenute dal sistema immune vengono trasmesse alle nostre successive generazioni, che così non potranno ritrovarsi sprovviste e vulnerabili alle reazioni infiammatorie indotte da qualche particolare virus.

IMPORTANTI ESPERIMENTI ODIERNI SU SOGGETTI SOPRAVVISSUTI ALLA SPAGNOLA

Un prolungato studio del NIH del 2008 ha provato conclusivamente che gli anticorpi immunitari possono durare a vita. Tale studio, guidato dal dr Eric Altschuler, ha raccolto i campioni di sangue preso da 32 sopravvissuti (tra le età di 91 e 101 anni) alla epidemia di Febbre Spagnola (Kansas Flu Pandemic). Con grande sorpresa hanno scoperto che, un secolo dopo, tutti i partecipanti portavano tuttora gli anticorpi a quel tipo di influenza.

LA NARRATIVA UFFICIALE SUI VIRUS FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI

Basandosi su tale studio durato 21 anni, possiamo smantellare l’intera propaganda dei media e delle organizzazioni mediche. Non è assolutamente vero che la immunità naturale al virus SARS-Cov-2 verrebbe meno dopo 6-12 mesi dalla esposizione iniziale. E non è vero neppure che una iniezione sperimentale sia l’unico metodo di perseguire l’immunità. Tali assurde pretese sono semplicemente regole fasulle inventate dall’industria farmaceutica e dai tecnocrati che lavorano per essa dietro le quinte.

VIROLOGIA E MEDICINA BRILLANO PER INFANTILISMO E CRETINERIA

La logica della natura è stringente ed inequivocabile. Il potere della immunità naturale sarà sempre immensamente superiore e prevalente a qualsiasi tentativo artificiale di creare immunità mediante iniezioni e inoculazioni, poco importa se sperimentali, poco importa se approvate o meno dagli enti governativi preposti. Dal punto di vista biologico, tutta la vita sulla terra è costituita da sequenze genetiche molecolari di Dna e Rna contenute nei virus. Questi virus sono squisitamente disegnati e concepiti come sistemi di consegna-trasmissione genetica essenziale al fine di iniziare e mantenere la vita sulla terra.

PIÙ I VIRUS SI STUDIANO E PIÙ APPAIONO COME MERAVIGLIE POSITIVE DELLA NATURA

Infatti, più del 50% dei 20.000 geni ereditati dagli umani di oggi vennero inseriti milioni di anni fa nel genoma mammifero proprio da queste piccole meraviglie della natura chiamate erroneamente ed impropriamente virus o veleni. Almeno l’8% di quei geni furono iscritti da retrovirus Rna simili ai retrovirus Hiv. Ricordiamo che un retrovirus è un virus Rna che inserisce una copia di Dna nel genoma della cellula ospitante al fine di replicarsi. Ugualmente intrigante è il fatto che milioni di anni fa degli aggiornamenti retrovirali giocarono un ruolo-chiave nell’emergenza dei mammiferi placenteali (evoluzione della corteccia cerebrale nei mammiferi).

TUTTI PORTIAMO AL NOSTRO INTERNO I VIRUS DELL’IMMUNODEFICIENZA, I VIRUS DELL’EPATITE E I VIRUS DELL’INFLUENZA

Uno studio del 2017, pubblicato dal NIH-National Institute of Health, dimostra che molti di noi portano innocentemente con sé dei retrovirus dell’immunodeficienza Hiv senza nemmeno saperlo e senza sviluppare comunque alcuna malattia. Il sangue di 8.240 adulti residenti in USA e in Europa, nessuno dei quali aveva malattie infettive, è stato analizzato a fondo. È stato comprovato che il 42% dei partecipanti all’esperimento si è rivelato positivo alla presenza di 94 virus conosciuti, includenti il virus Hiv dell’immunodeficienza, il virus della epatite B, il virus della epatite C e il virus della influenza.

DISTRIBUZIONI GEOGRAFICHE DEI DIVERSI VIRUS

Siamo stati abituati dalla comunità medica e dai media controllati dalle multinazionali a pensare che il virus Hiv sia predominante nella gente che vive nell’area Sub-Sahariana dell’Africa, anche perché il 95% di tutti i casi di sieropositività proviene da quella regione geografica. Se questo fosse vero, ci aspetteremmo di vedere negli altri continenti minuscole percentuali di Hiv e molto più alte percentuali di epatite C e di influenza, mentre non è affatto così, ma addirittura l’opposto. Esiste una prevalenza 5 volte maggiore del virus Hiv sul virus dell’epatite e sia quello dell’influenza in quegli 8240 Americani ed Europei asintomatici. Sorprendentemente, ognuno di essi era completamente in equilibrio con il virus Hiv, sebbene nessuno degli 8240 fosse mai stato in Africa. La conclusione di tale studio approfondito è che non soltanto il mondo intero ha completamente frainteso e male-interpretato la prevalenza dell’Hiv in tutti gli angoli del globo terrestre, ma che le paure nei riguardi di tale virus, e del viroma in generale, sono interamente ingiustificate.

IL CARROZZONE AIDS FRUTTA ENORMI VANTAGGI POLITICI ED ECONOMICI

Dal momento che molte potenti organizzazioni pubbliche e private stanno beneficiando da anni di concessioni e donazioni che stanno perpetuando la frode mondiale e senza fine dell’Aids, non sorprende che nessuna ulteriore ricerca scientifica sia stata intrapresa per arrivare alle prove conclusive sul fatto reale e non dogmatico che il virus Hiv conduca all’Aids. Se qualsiasi studio scientifico serio venisse realizzato, tale ipotesi risulterebbe non solo priva di fondamento, ma anche totalmente fraudolenta.

NON SI FA RICERCA E SI PROCEDE MEDIANTE DOGMI DI COMODO

La domanda scientifica che occorre porsi è il perché nell’Africa Sud-Sahariana esista tale anormale presenza di Hiv, causante un 95% di sieropositivi all’Hiv. Occorre verificare a questo punto il terreno. Ogniqualvolta il terreno viene sconvolto da avvelenamento dell’eco-sistema, da comportamenti umani irresponsabili, i virus vengono iper-pressati e l’equilibrio del corpo coi virus si perde. Prendendo in considerazione il terreno, è comprovato che il fattore numero uno di tutte le cosiddette malattie infettive epidemiche o pandemiche è stata l’alterazione del terreno a un livello tale che tutta l’informazione genetica che ci avvolge viene minata e corrotta.

L’INNOCENZA DEI VIRUS È NOTA E STRANOTA FRA GLI SCIENZIATI DOTATI DI INTELLETTO E DI TRASPARENZA

Non è assolutamente realistico pensare che i virus stiano causando delle malattie. Sono le cure virali a creare disastri. Succede piuttosto che i virus stanno presentando al corpo una nuova opzione di adattamento genetico. Il sistema immune innato determina quanto della nuova informazione sarà assorbito. Se le cellule sono in grande necessità di essere riparate, perché magari ci sono di mezzo scelte precarie di alimentazione, o perché siamo in presenza di vita sedentaria o di tossicità ambientale, il virus svilupperà un evento infiammatorio attraverso un procedimento rigenerativo. Questo è di solito accompagnato da febbre, perdita di appetito, elevato numero di globuli bianchi. Tale evento viene comunemente chiamato influenza.

L’EVENTO INFIAMMATORIO-INFETTIVO È IN REALTÀ UN PROCESSO RIPARATORIO

Quello che noi chiamiamo sprezzantemente evento infiammatorio o infettivo -fraintendendolo come fenomeno pessimo per il corpo- è in realtà parte di un prezioso processo di guarigione che sta agendo a favore del corpo e non contro di esso. Ma il microbioma corporale è già pieno, per cui non ha bisogno di aggiornarsi o di completarsi. Ecco spiegato il perché normalmente, nella persona con stili di vita virtuosi, non avviene alcuna infiammazione e nessun sintomo.

GLI STILI DI VITA RIMANGONO SEMPRE IL FATTORE DETERMINANTE

Nel caso dell’Africa Sub-Sahariana, l’ecosistema sta degenerando e morendo. Il collasso dei ricchi e nutrienti terreni agricoli originali, la precaria igiene delle falde acquifere, la mancanza di pulizia essenziale, una popolazione cronicamente sotto-nutrita e il completo abbandono dei sistemi di agricoltura organica a vantaggio dell’agricoltura industriale, hanno creato uno squilibrio tra il sistema immune innato delle popolazioni e l’ecosistema. La sindrome chiamata AIDS è una espressione di tale squilibrio.

VIRUS USATI COME PARAVENTO PER SPAVENTARE LA GENTE E RENDERLA OBBEDIENTE

Il virus Hiv scoperto per primo dal virologo francese Luc Montagnier, è stato accusato di essere il colpevole primario di AIDS, mentre nella realtà dei fatti il virus risulta benigno e prezioso nel rimettere ordine immunitario in ogni cellula. La reale radice del problema è che il sistema immune innato della popolazione Sub-Sahariana ha subito una intensa degradazione che l’ha portata ad essere preda di una miriade di malattie che sono state unificate in un gruppo chiamato AIDS. Anziché affrontare il problema in modo razionale e realistico, gli pseudo-scienziati di oggi continuano a demonizzare il virus Hiv usandolo come paravento di decadi di nefandezze e crimini da parte dei governi e delle multinazionali.

LE MALATTIE INFETTIVE E CONTAGIANTI SONO IL PARTO DELLA DEMENZA UMANA

Da tutta questa enorme massa di informazioni raccolte, possiamo giustamente concludere che è impossibile per virus e altri patogeni creare malattie infettive, epidemie e pandemie poiché non esiste in realtà una malattia infettiva nel tradizionale senso della parola, come ad esempio AIDS, Ebola, ed altre pandemie virali infondate. Ovvio che la propaganda farmaceutica ha spinto in modo ossessivo il paradigma dell’infettività e del contagio attraverso i secoli. Ma la credulità popolare che tali contagi esistano non è altro che conseguenza delle idee tarocche di Pasteur, ampiamente smentite dai fatti.

IL DEGRADO DEL SISTEMA IMMUNE PORTA A NEFASTE CONSEGUENZE

Quello che viene visto comunemente come epidemia o pandemia è semplicemente il risultato di un degradato sistema immune innato che emerge in un segmento della popolazione planetaria. Il motivo di tale degrado include pure l’avvelenamento chimico da erbicidi, pesticidi e organismi geneticamente modificati (OGM).

VIROMA LINGUAGGIO DI VITA E NON DI MORTE

Come possiamo vedere dalla descrizione del viroma, non è esagerato dire che il viroma stesso è il linguaggio di tutta la vita sulla terra. Siamo completamente immersi e nuotiamo in un vasto mare di informazioni genetiche che sono state e rimangono essenziali perché la vita avesse inizio e continui a rifiorire sulla terra, e che cercano tuttora di aiutare la sopravvivenza di tutte le specie. La matrice degli organismi che compongono il microbioma ha costruito un flusso di informazioni viromiche che ha reso possibile l’adattamento e la biodiversità nell’intero pianeta. E quello stesso flusso di informazione viromica è responsabile della creazione e dello sviluppo del genere umano.

Pertanto gli esseri umani non sono separati dal viroma e dal microbioma, ma sono semmai componente integrale del vasto complesso ecosistema chiamato viroma e microbioma. E ciononostante sono così imbecilli-ignoranti-irresponsabili di aver piazzato se stessi in diretta opposizione al sistema di cui fanno parte integrante e intrinseca.

David Skripac (traduzione, elaborazione e sottotitoli di Valdo Vaccaro)

CHI È DAVID SKRIPAC

David Skripac ha una laurea in ingegneria aerospaziale. Durante i suoi due turni di servizio come capitano dell’aeronautica canadese, ha volato a lungo nell’ex Jugoslavia, in Somalia, in Ruanda, in Etiopia e in Gibuti. Con la sua mente curiosa, un occhio attento ai dettagli e capacità di risoluzione dei problemi affinate durante i suoi anni universitari e durante la sua carriera, David ha dedicato oltre cento ore alla ricerca delle ultime scoperte scientifiche nei campi della virologia e della microbiologia per portare questo articolo a fruizione del pubblico.

COMMENTO DI V.V.

DAVID SKRIPAC HA IL DONO DI METTERE A NUDO LE INFANTILITÀ IDEOLOGICHE DEL MONDO VACCINALE

Sono grato a Carlo Cruciani di avermi trasmesso questo formidabile scritto di Skripac, studioso che per molti aspetti mi ricorda come carattere e come intraprendenza altri autori geniali della cultura slovena-croata come Rudolf Steiner, Nikola Tesla, Vladimir Ilic. Si tratta di una lezione sui virus che è fondamentale per capire quante stupidaggini, quante falsità, quanta superstizione e quanta supponenza albergano nei dittatori oggi al potere e nei loro servi. Questa gente che, a definirla derelitta è farle un complimento, continua a blaterare la propria narrazione a senso unico, continua a spiattellare al mondo schemi appresi a memoria su virus e batteri senza sapere un bel niente di cosa sta parlando. Avesse almeno un minimo di dignità e di umiltà. Niente di tutto questo. Procedono di dogma in dogma snocciolando giornalmente dati alterati e privi di qualsiasi valore. La teoria del mostro virale è troppo produttiva per non essere proposta in tutte le salse.

SONO BEN FELICE DI ESSERE IN LINEA CON DAVID SKRIPAC

Come dice Cruciani, è verissimo che Skripac arriva alle stesse mie conclusioni sui virus, anche se con approfondimenti di straordinaria importanza da parte sua. Condivido praticamente tutto quanto riporta il ricercatore in questione. Qualcosa si poteva dire ancora meglio sull’Aids. Ovvio ad esempio che, mentre l’immunodeficienza è una condizione vera e concreta che colpisce chiunque attenta in vari modi alla propria salute, è altrettanto vero che non può esistere in concreto il virus unico responsabile di un gruppo di malattie messe assieme ed etichettate Aids.

QUESTO È UN RAFFORZAMENTO DELLA MIA PROVA DEL NOVE SULLA INNOCENZA BATTERICO-VIRALE

Tutto sommato la prova del 9 sulla innocenza batterico-virale che ho ripetutamente presentato in diverse mie tesine, continua a dominare la situazione, a dimostrazione che il buonsenso e l’intelligenza normalissima su cui possiamo tutti contare non può essere superata e sostituita da teorie scientifiche pompose e cervellotiche, spesso destinate ad essere smentite e messe in disparte.

Valdo Vaccaro


http://altrarealta.blogspot.it/


MINARE LA CRYPTO HELIOS da casa tua , senza spese
HOTSPOT GRATUITO iscriviti e richiedilo

giovedì 19 agosto 2021

chi si disinteressa è un disonesto

Perché sono indignato, umanamente, moralmente e socialmente di ciò che è davanti agli occhi di tanti.
Non sono del mondo, ma sono nel mondo.
Ed è necessario prendere posizione.
Sapete perché Leonardo da Vinci invitava a prendere sempre una posizione?
Perché chi si disinteressa è un disonesto. Che non ci mette la faccia, come si usa dire.
Al pari di Dante, considero l’ignavia un grave peccato, perché mette in luce la mancanza di umanità, di senso di appartenenza alla comunità e all’esistenza umana.
In tutti questi mesi i valori morali, la libertà e la giustizia sociale sono stati calpestati impunemente trascinando l’uomo in una tragica spirale.
Com’è possibile restare indifferenti davanti a due anni di continuo stato di emergenza con aspetti di criticità senza precedenti?
All’oscuramento della realtà, alla coercizione, alla corruzione, ai soprusi, all’oppressione, ai silenzi prezzolati, agli abusi di potere, alla derisione e psichiatrizzazione del dissenso critico, alla progressiva perdita di sovranità sul proprio corpo, al degrado morale, al massacro culturale (la cultura è cibo per l’anima), ai ricatti, alle minacce, all’ingiustizia, alla discriminazione, alle menzogne continue, alla (dis)informazione tossica di giornali e tiggì che raggirano la gente drogando la mente di contraddizioni per suscitare un profondo senso di angoscia e disorientamento.
Com’è possibile restare indifferenti a tutto questo?
Questa “influenza con il numero” è un lurido affare mondiale, dove di sanitario c’è poco o nulla. Seguirà presto una nuova emergenza – perché a quella attuale ormai non abbocca quasi più nessuno.
La nuova campagna di emergenza pronta al lancio sarà di marca ecologica. L’emergenza ecologica avrà un grande appeal per approntare ulteriori progressive restrizioni alle libertà fondamentali della democrazia di noi tutti. Nessuno escluso. Al di là di ogni divisione, indotta ed eterodiretta, tra disgraziati.
Una trappola in cui si sprofonda. Una trappola ordita da esseri che di umano hanno solo le fattezze. Mutanti antropologici dalle menti malate. Che sembrano uomini, ma non appartengono al genere umano. Almeno come lo intendiamo noi: corpo, cuore, mente e spirito.
Mostri che trovo ripugnanti, che hanno perso il contatto con la terra e con gli esseri viventi. Che non hanno idea della inviolabilità della vita e della sua sacralità. Non appartengono all’umanità a cui apparteniamo noi. Nel loro cuore alberga solo il gelido inverno. Un gelo con cui vogliono infettare cognitivamente, deprimere economicamente e far morire di freddo il mondo. Animati da codici di esistenza inferiore che schiacciano verso il basso, a un livello di esistenza subumano, di nichilismo assoluto.
Quelli che mi hanno scritto per lamentarsi, aggiungono: «Così schierato, perderai parte del pubblico che ti ha seguito in questi anni».
Sapete che vi rispondo? Che mi fa piacere.
E aggiungo: se uno che non mi piace mi dicesse di essere un mio lettore, sinceramente mi dispiacerebbe.
Parimenti, dopo diversi anni, posso affermare che un articolo o un discorso o un libro molto riuscito può scatenare influenze esponenziali, può migliorarti, farti cambiare idea e direzione, spingerti ad essere migliore.
E, siccome faccio lo scrittore, uso il mio strumento per dire ciò che sento e vedo.
Per il tipo che sono, so che coercizzo il mio strumento trattando di materia sociale, perché per natura sono richiamato alla sfera del sacro. Dove certa materia greve e torbida non ha possibilità di accesso.
Senza il sacro siamo perduti. Andiamo in malora se perdiamo il contatto con il numinoso, con la Bellezza, con i principi più alti, invisibili, indicibili.
Senza la dimensione del sacro piombiamo nel nichilismo passivo, dipoi nel transumanesimo.
Vivo nel sacro e ciò che scrivo riflette questa dimensione. Di cui non posso fare a meno. Tanto che molto presto tornerò ancora in quella dimensione con un lavoro scritto a quattro mani con un caro amico che ora se n’è andato e che ne sapeva più di me.
Nel frattempo, e anche dopo, continuerò a prendere posizione. Per la cura reciproca, per il confronto critico, per il boicottaggio e per la disobbedienza attiva (anche all’infausto codice sul telefonino).

G Magi 

Goebbels
11 tattiche di manipolazione oscura
Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere
€ 15,00

http://altrarealta.blogspot.it/


mercoledì 18 agosto 2021

“situazione vergognosa per la scienza“.




L'ESPERIMENTO , ha i giorni contati ..
Non vaccinati , i cittadini consapevoli dei rischi reali di questo esperimento farmacologico, sono tra i 20 e 25 milioni .
Italiani che si ricordano di chiunque li abbia calunniati, diffamati, discriminati, finanche perseguitati a scuola, nelle università, nei luoghi di lavoro e pubblici ....
Una forza , politica, economica, sociale, culturale, spirituale consapevole ...
Italiani che difendono la propria salute , assieme a quella dei propri figli , quella di tutti , dalle menzogne di un sistema medico orientato al profitto Pharma .
Il Prof. De Donno , un esempio di integrità morale e professionale !
Camilla Canepa, 18 anni
Davide Bistrot ,18 anni
Sono state tra le vittime innocenti, di questo colossale esperimento .
Si sono fidati del Cts, dei dirigenti della sanità , dei rappresentati delle istituzioni sanitarie e non, dei politici , di esponenti religiosi, dei media spazzatura, ora RIP ...
Solo in Europa , ad agosto 2021, dopo la punturina, oltre 20 mila morti , 2 milioni di feriti di cui circa la metà gravi @ (numeri calcolati in difetto, per mancate segnalazioni da parte di medici omertosi) ?
Vittime di una nuova epidemia : "Morti per nessuna correlazione " ?
Questo sarebbe il modello di salute e di cura che vogliono imporci ?
NO GRAZIE !
NO GREEN PASS !
@ Fonte : EudraVigilance (UE) e Vaers (USA)

Nella Foto :
Michael Levitt, che é stato professore di biologia strutturale alla Stanford University e premio Nobel per la chimica nel 2013 “per lo sviluppo di modelli multiscala per sistemi chimici complessi”, ha denunciato la reazione epidemiologica alla pandemia come una “situazione vergognosa per la scienza“.



MINARE LA CRYPTO HELIOS da casa tua , senza spese
HOTSPOT GRATUITO iscriviti e richiedilo