venerdì 7 maggio 2021

Magaldi: chi vi multa rischia di pagarvi 15.000 euro

«Serve una rivoluzione silenziosa: disobbedire in massa a tutte le restrizioni imposte con decreti scritti da mentecatti, in aperta violazione della Costituzione». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, avverte le forze dell’ordine: è lo stesso Supu (sindacato unitario personale in uniforme) a spiegare ai suoi iscritti che sono passibili di denuncia, se comminano sanzioni sulla base di norme incostituzionali come l’obbligo di portare la mascherina all’aperto. «Attraverso gli avvocati del suo servizio di Sostegno Legale – annuncia Magaldi – il Movimento Roosevelt, che ha assistito moltissimi italiani colpiti da sanzioni nel periodo del lockdown, sta ora valutando la possibilità di rivalersi sugli agenti che comminassero ulteriori sanzioni, inclusa quella per violazione del coprifuoco: i verbalizzatori ne risponderebbero personalmente in sede civile, con richiesta di risarcimenti pecuniari». Il Supu è esplicito: si rischia la condanna a sborsare 15.000 euro, più le spese processuali.
Citando la gerarchia delle leggi, e qindi la debolezza dei Dpcm (che non hanno forza di legge), il Supu ricorda che gli ufficiali e gli agenti di pubblica sicurezza, nell’atto di emettere un verbale nei confronti dei cittadini sprovvisti di mascherina, commettono una serie di reati: istigazione a commettere delitti (articolo 414 del codice penale) e violenza privata (articolo 610), nonché procurato allarme (658), abuso di autorità (608) e attentato ai diritti politici del cittadino (articolo 294). Il sindacato di polizia cita anche l’articolo 28 della Costituzione, mettendo in guardia gli agendi dal contestare il mancato uso della mascherina: «Potreste essere perseguiti individualmente, sia penalmente e civilmente». A conferma di questo – scriveva il Supu, già nel settembre scorso – esistono già «sentenze di giudici di pace che hanno annnullato i vostri verbali». Idem il coprifuoco: «Il base alla Costituzione – sottolinea Magaldi – il coprifuoco può essere imposto solo in caso di guerra: eventuali sanzioni per la sua eventuale violazione, quindi, saranno immancabilmente annullate».
Nel frattempo, però, lo stato d’emergenza (con i suoi decreti “illegali”) sta letteralmente devastando interi settori dell’economia italiana. «E’ inaudito che moltissimi alberghi siano ancora chiusi, a Roma, una delle maggiori mete turistiche al mondo, per colpa di restrizioni folli. Ed è altrettanto demenziale – aggiunge Magaldi – che possano restare aperti solo i ristoranti con dehors». Dal leader “rooseveltiano”, un appello accorato agli esercenti: «Riaprite tutto, perché la vostra disobbedienza onora la Costituzione. Se vi multano, non temete: il verbale finirà cestinato. Piuttosto: denunciate chi vi sanziona e chiedetegli i danni, così recupererete almeno un po’ dei soldi che avete perso, nell’ultimo anno». Magaldi non scherza: «Sto istigando chi mi ascolta a violare le disposizioni, ne sono consapevole. E so quello che dico: non è legittimo imporre vessazioni come il coprifuoco, che la Costituzione ammette solo in caso di guerra».
Magaldi rivendica con orgoglio le violazioni commesse sabato 1° maggio a Roma, in occasione della Festa del Lavoro: «Come largamente annunciato a mezzo stampa, noi del Movimento Roosevelt ci siamo riuniti e quindi assembrati nel pomeriggio, poi abbiamo cenato al ristorante (al chiuso) e infine abbiamo infranto il coprifuoco, passeggiando a Campo dei Fiori verso mezzanotte, sotto la statua di Giordano Bruno, come già avevamo fatto lo scorso 17 febbraio, quando i giornali tentarono di presentarci come disobbedienti clandestini colti sul fatto, nonostante avessimo preannunciato l’iniziativa». Allora, la polizia aveva almeno identificato i presenti. «Stavolta invece non s’è proprio vista: era presente nella piazza un’ora prima, ma non più al nostro arrivo. Eppure, a poca distanza, era costante il passaggio di pattuglie: non possono non averci visti. Nel caso – ribadisce Magaldi – confermo tutte le infrazioni da noi commesse, nuovamente alla luce del sole: restiamo a disposizione, per qualunque chiarimento».
Insiste Magaldi: perché la polizia non è intervenuta? «Non sarà che questo coprifuoco è essenzialmente una buffonata? Non sarà che viene rispettato solo in virtù della paura immotivata di troppi cittadini, trasformatisi in “pecoroni” e proprio per questo vessati da norme surreali, che sarebbero spazzate via da una disobbedienza diffusa?». Il presidente del Movimento Roosevelt rileva anche l’atteggiamento civile e cordiale dimostrato dai poliziotti che l’indomani, domenica 2 maggio, sono intervenuti in un parco della capitale, dove gli attivisti “rooseveltiani” (con tanto di bandiere) si erano dati appuntamento, per un pic-nic e una partita a pallone. «Gli agenti ci hanno spiegato che era stata loro segnalata una manifestazione politica non autorizzata», racconta Magaldi. «Mi domando chi abbia potuto fare una simile segnalazione: magari qualcuno vicino a Virginia Raggi oppure a Roberto Speranza, due cialtroni che hanno osato invitare gli italiani alla delazione, come ai tempi del nazismo e della Stasi comunista nella Germania Est».
Magaldi elogia gli agenti intervenuti: preso atto che non era in corso nessuna manifestazione, si sono complimentati con il Movimento Roosevelt per il suo impegno nella difesa dei diritti democratici. «Alla fine ci siamo anche stretti la mano, come si fa tra uomini: evitando cioè di toccarci coi gomiti, in modo grottesco, come forse farebbe solo un orango». Pur apprezzando gli allentamenti varati da Draghi già il 26 aprile, Magaldi però stigmatizza «l’arrendevolezza con cui Draghi ha lasciato al ministero della sanità (che è putrescente, da cima a fondo) anche la gestione di questa fase di riaperture, troppo prudenti». E lancia un’accusa: «Esperti di statistica confermano che sono infondati i numeri dell’emergenza, sulla base dei quali in questi mesi si sono decise le sorti di milioni di persone, che hanno visto distruggere le loro speranze di una vita serena e lavorativamente attiva». Ai ristoratori, un appello: «Riaprite tutti, anche a cena, senza più temere sanzioni: e vedrete che i gestori del panico saranno travolti, da una disobbedienza basata sul rispetto della Costituzione».

«Serve una rivoluzione silenziosa: disobbedire in massa a tutte le restrizioni imposte con decreti scritti da mentecatti, in aperta violazione della Costituzione». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, avverte le forze dell’ordine: è lo stesso Supu (sindacato unitario personale in uniforme) a spiegare ai suoi iscritti che sono passibili di denuncia, se comminano sanzioni sulla base di norme incostituzionali come l’obbligo di portare la mascherina all’aperto. «Attraverso gli avvocati del suo servizio di Sostegno Legale – annuncia Magaldi – il Movimento Roosevelt, che ha assistito moltissimi italiani colpiti da sanzioni nel periodo del lockdown, sta ora valutando la possibilità di rivalersi sugli agenti che comminassero ulteriori sanzioni, inclusa quella per violazione del coprifuoco: i verbalizzatori ne risponderebbero personalmente in sede civile, con richiesta di risarcimenti pecuniari». Il Supu è esplicito: si rischia la condanna a sborsare 15.000 euro, più le spese processuali.

Citando la gerarchia delle leggi, e quindi la debolezza dei Dpcm (che non hanno forza di legge), il Supu ricorda che gli ufficiali e gli agenti di pubblica sicurezza, nell’atto di emettere un verbale nei confronti dei cittadini sprovvisti di mascherina, commettono una serie di reati: istigazione a commettere delitti (articolo 414 del codice penale) e violenza privata (articolo 610), nonché procurato allarme (658), abuso di autorità (608) e attentato ai diritti politici del cittadino (articolo 294). Il sindacato di polizia cita anche l’articolo 28 della Costituzione, mettendo in guardia gli agendi dal contestare il mancato uso della mascherina: «Potreste essere perseguiti individualmente, sia penalmente e civilmente». A conferma di questo – scriveva il Supu, già nel settembre scorso – esistono già «sentenze di giudici di pace che hanno annullato i vostri verbali». Idem il coprifuoco: «Il base alla Costituzione – sottolinea Magaldi – il coprifuoco può essere imposto solo in caso di guerra: eventuali sanzioni per la sua eventuale violazione, quindi, saranno immancabilmente annullate».

Nel frattempo, però, lo stato d’emergenza (con i suoi decreti “illegali”) sta letteralmente devastando interi settori dell’economia italiana. «E’ inaudito che moltissimi alberghi siano ancora chiusi, a Roma, una delle maggiori mete turistiche al mondo, per colpa di restrizioni folli. Ed è altrettanto demenziale – aggiunge Magaldi – che possano restare aperti solo i ristoranti con dehors». Dal leader “rooseveltiano”, un appello accorato agli esercenti: «Riaprite tutto, perché la vostra disobbedienza onora la Costituzione. Se vi multano, non temete: il verbale finirà cestinato. Piuttosto: denunciate chi vi sanziona e chiedetegli i danni, così recupererete almeno un po’ dei soldi che avete perso, nell’ultimo anno». Magaldi non scherza: «Sto istigando chi mi ascolta a violare le disposizioni, ne sono consapevole. E so quello che dico: non è legittimo imporre vessazioni come il coprifuoco, che la Costituzione ammette solo in caso di guerra».

Magaldi rivendica con orgoglio le violazioni commesse sabato 1° maggio a Roma, in occasione della Festa del Lavoro: «Come largamente annunciato a mezzo stampa, noi del Movimento Roosevelt ci siamo riuniti e quindi assembrati nel pomeriggio, poi abbiamo cenato al ristorante (al chiuso) e infine abbiamo infranto il coprifuoco, passeggiando a Campo dei Fiori verso mezzanotte, sotto la statua di Giordano Bruno, come già avevamo fatto lo scorso 17 febbraio, quando i giornali tentarono di presentarci come disobbedienti clandestini colti sul fatto, nonostante avessimo preannunciato l’iniziativa». Allora, la polizia aveva almeno identificato i presenti. «Stavolta invece non s’è proprio vista: era presente nella piazza un’ora prima, ma non più al nostro arrivo. Eppure, a poca distanza, era costante il passaggio di pattuglie: non possono non averci visti. Nel caso – ribadisce Magaldi – confermo tutte le infrazioni da noi commesse, nuovamente alla luce del sole: restiamo a disposizione, per qualunque chiarimento».

Insiste Magaldi: perché la polizia non è intervenuta? «Non sarà che questo coprifuoco è essenzialmente una buffonata? Non sarà che viene rispettato solo in virtù della paura immotivata di troppi cittadini, trasformatisi in “pecoroni” e proprio per questo vessati da norme surreali, che sarebbero spazzate via da una disobbedienza diffusa?». Il presidente del Movimento Roosevelt rileva anche l’atteggiamento civile e cordiale dimostrato dai poliziotti che l’indomani, domenica 2 maggio, sono intervenuti in un parco della capitale, dove gli attivisti “rooseveltiani” (con tanto di bandiere) si erano dati appuntamento, per un pic-nic e una partita a pallone. «Gli agenti ci hanno spiegato che era stata loro segnalata una manifestazione politica non autorizzata», racconta Magaldi. «Mi domando chi abbia potuto fare una simile segnalazione: magari qualcuno vicino a Virginia Raggi oppure a Roberto Speranza, due cialtroni che hanno osato invitare gli italiani alla delazione, come ai tempi del nazismo e della Stasi comunista nella Germania Est».

Magaldi elogia gli agenti intervenuti: preso atto che non era in corso nessuna manifestazione, si sono complimentati con il Movimento Roosevelt per il suo impegno nella difesa dei diritti democratici. «Alla fine ci siamo anche stretti la mano, come si fa tra uomini: evitando cioè di toccarci coi gomiti, in modo grottesco, come forse farebbe solo un orango». Pur apprezzando gli allentamenti varati da Draghi già il 26 aprile, Magaldi però stigmatizza «l’arrendevolezza con cui Draghi ha lasciato al ministero della sanità (che è putrescente, da cima a fondo) anche la gestione di questa fase di riaperture, troppo prudenti». E lancia un’accusa: «Esperti di statistica confermano che sono infondati i numeri dell’emergenza, sulla base dei quali in questi mesi si sono decise le sorti di milioni di persone, che hanno visto distruggere le loro speranze di una vita serena e lavorativamente attiva». Ai ristoratori, un appello: «Riaprite tutti, anche a cena, senza più temere sanzioni: e vedrete che i gestori del panico saranno travolti, da una disobbedienza basata sul rispetto della Costituzione».

https://www.libreidee.org/2021/05/magaldi-chi-vi-multa-rischia-di-pagarvi-15-000-euro/

http://altrarealta.blogspot.it/


LIBRI CONSIGLIATI VACCINI E PANDEMIA

VACCINI E BAMBINI – LA PROVA EVIDENTE DEL DANNO

Il Giardino dei libri

 

LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE

Il Giardino dei libri

 

VACCINARE CONTRO IL TETANO? INDICAZIONI E CONTROINDICAZIONI DELLA VACCINAZIONE

Il Giardino dei libri

 

IMMUNITÀ DI LEGGE – I VACCINI OBBLIGATORI

Il Giardino dei libri

 

VACCINAZIONI – ARMI CHIMICHE CONTRO IL CERVELLO E L’EVOLUZIONE DELL’UOMO  di Marcello Pamio

Il Giardino dei libri

 

I VACCINI SONO UN’ILLUSIONE – LA VACCINAZIONE COMPROMETTE IL SISTEMA IMMUNITARIO

IlGiardino dei libri

 

PANDEMIE NON AUTORIZZATE  di Marco Pizzuti

Il Giardino dei libri

 

LA MAFIA DELLA SANITÀ

Il Giardino dei libri

domenica 2 maggio 2021

"La pandemia dell'obbedienza"

Attualità: "La pandemia dell'obbedienza"
Questo post non vuole essere polemico né politico, soltanto che leggendo un articolo russo scritto da una persona comune ho visto che è tutto applicabile anche a noi (e anche tanto).
Non traduco tutto, scrivo le tesi (dal canale "Взаимосвязи" zen.yandex.ru)
"La più grande scoperta del 2020 per me è stato capire che la gente sceglie la via dell'obbedienza senza pensare più di tanto. In realtà, non è che tutti siano davvero soggetti alla propaganda. La maggioranza capisce, ma non riflette a fondo, continua a vivere come prima, e ha questo problema - una grande arrendevolezza. Risulta che la stragrande maggioranza delle popolazione della Terra è conformista."
"Il conformismo è il flagello dei nostri tempi. Un tipico uomo moderno non mostra la sua volontà, si fa portare dalla corrente. Fa finta di obbedire, pensando esclusivamente ai suoi piccoli problemi, e se ne frega del futuro globale che ci aspetta tutti."
"Ero sul tram, e pochi avevano le mascherine. Quando il conducente ha detto che più avanti ci sarà un controllo tutti all'unisono le hanno tirate fuori. La maggioranza dei nostri concittadini non ha una netta posizione nella vita, può essere piegata nella direzione voluta, ma, occorre riconoscerlo, i cittadini di altri paesi sono ancora più obbedienti."
"Ora dicono che ci sarà un obbligo della va...ne. Non ci vorrà molta pressione, con questa gente, basta accennare al licenziamento o alla perdita di qualche premio."
"Gli puoi chiedere: "Non hai paura per la tua vita e salute?" Ti risponderà: "E come faccio se non lavoro?" Non gli viene il pensiero che il lavoro forse non gli servirà più." Oppure: "Che ci vuoi fare, ci obbligheranno". "Gli altri l'hanno fatto e sono vivi" (se sono vivi adesso ciò non significa che chi l'ha inventato non avesse previsto tutto."
"La schiavitù nelle coscienze da noi esiste da secoli. Ne aveva scritto ancora Puskin nei suoi versi. Ma anche nel XXI secolo, con l'alfabetizzazione totale, la gente si comporta come faceva 200 anni fa."

Olga Samarina


http://altrarealta.blogspot.it/


LIBRI CONSIGLIATI VACCINI E PANDEMIA

VACCINI E BAMBINI – LA PROVA EVIDENTE DEL DANNO

Il Giardino dei libri

 

LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE

Il Giardino dei libri

 

VACCINARE CONTRO IL TETANO? INDICAZIONI E CONTROINDICAZIONI DELLA VACCINAZIONE

Il Giardino dei libri

 

IMMUNITÀ DI LEGGE – I VACCINI OBBLIGATORI

Il Giardino dei libri

 

VACCINAZIONI – ARMI CHIMICHE CONTRO IL CERVELLO E L’EVOLUZIONE DELL’UOMO  di Marcello Pamio

Il Giardino dei libri

 

I VACCINI SONO UN’ILLUSIONE – LA VACCINAZIONE COMPROMETTE IL SISTEMA IMMUNITARIO

IlGiardino dei libri

 

PANDEMIE NON AUTORIZZATE  di Marco Pizzuti

Il Giardino dei libri

 

LA MAFIA DELLA SANITÀ

Il Giardino dei libri

giovedì 29 aprile 2021

ORMAI È CERTO CHE QUESTA SITUAZIONE MONDIALE PASSERÀ ALLA STORIA


Ma la Storia siamo noi.
La stiamo costruendo adesso.
Tutti insieme.
Possiamo scegliere come passare alla Storia.
Come la generazione che ha reso possibile la dittatura mondiale, che si è resa complice del controllo operato da pochi su tutti gli esseri umani, che ha distrutto i diritti conquistati in secoli di rivendicazioni, che ha permesso la creazione dello scenario preconizzato da Orwell, che consegna nelle mani dei figli un mondo senza libertà.
Oppure...
Oppure possiamo passare alla Storia come la generazione che, sotto il più grande assedio mondiale, si è ribellata pacificamente. Ha difeso i diritti acquisiti e ne ha conquistati di nuovi. Che ha sfoderato nuove armi: la consapevolezza, la conoscenza, il coraggio, la calma, la forza, la dignità, l'umanità, l'amore, la giustizia. Ha impedito il perpetrarsi di soprusi. Non si è resa complice. E diventerà per i nostri figli un esempio da seguire.
Da che parte vogliamo stare?
Quale scenario vogliamo immaginare e costruire?
Siamo a un bivio.
È necessario decidere.
Noi abbiamo scelto.

Samantha Fumagalli e Flavio Gandini


http://altrarealta.blogspot.it/




LIBRI CONSIGLIATI VACCINI E PANDEMIA

VACCINI E BAMBINI – LA PROVA EVIDENTE DEL DANNO

Il Giardino dei libri

 

LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE

Il Giardino dei libri

 

VACCINARE CONTRO IL TETANO? INDICAZIONI E CONTROINDICAZIONI DELLA VACCINAZIONE

Il Giardino dei libri

 

IMMUNITÀ DI LEGGE – I VACCINI OBBLIGATORI

Il Giardino dei libri

 

VACCINAZIONI – ARMI CHIMICHE CONTRO IL CERVELLO E L’EVOLUZIONE DELL’UOMO  di Marcello Pamio

Il Giardino dei libri

 

I VACCINI SONO UN’ILLUSIONE – LA VACCINAZIONE COMPROMETTE IL SISTEMA IMMUNITARIO

IlGiardino dei libri

 

PANDEMIE NON AUTORIZZATE  di Marco Pizzuti

Il Giardino dei libri

 

LA MAFIA DELLA SANITÀ

Il Giardino dei libri

mercoledì 21 aprile 2021

Kennedy: chi si vaccina è perduto, rovinato per sempre

Il nipote dell’ex presidente John Fitzgerald Kennedy ha recentemente rilasciato una dichiarazione pubblica esortando le persone di tutto il mondo a evitare il vaccino Covid-19 a tutti i costi, perché contiene una nuova tecnologia non testata nota come l’mRna, i cui effetti collaterali a lungo termine sono completamente sconosciuti. L’mRna altera direttamente il materiale genetico di coloro che lo ricevono, proprio come accade quando gli “scienziati” ingegnerizzano geneticamente (Ogm) colture alimentari come la soia o il mais per renderle resistenti agli insetti o alla siccità. «Questo intervento può essere paragonato agli alimenti geneticamente modificati, che sono anch’essi molto controversi», dice Kennedy. A differenza di tutti gli altri vaccini, il cui danno genetico non è necessariamente permanente, il danno genetico dell’mRna è «irreversibile e irreparabile», osserva Kennedy. «Anche se i media e i politici stanno attualmente banalizzando il problema e persino chiedendo scioccamente un nuovo tipo di vaccino per tornare alla normalità, questa vaccinazione è problematica in termini di salute, moralità ed etica, ma anche in termini di danno genetico»,
A differenza dei vecchi vaccini, molti dei quali possono essere “disintossicati” dopo l’iniezione, i vaccini mRna Covid-19 vivono per sempre all’interno del corpo. Il danno che causano, in altre parole, è per sempre. «Dovrai convivere con le conseguenze perché non sarai più in grado di essere curato semplicemente rimuovendo le tossine dal corpo umano», spiega Kennedy, confrontando il danno genetico con il tipo che causa la sindrome di Down o la fibrosi cistica. L’mRna è quasi come un “motore” di vaccino continuo, che vaccina ripetutamente una persona per il resto della sua vita. Per questo motivo, non è possibile “risolvere” o “curare” i problemi che si presentano. «Questo significa chiaramente: se un sintomo di vaccinazione si sviluppa dopo un inoculo con mRna, né io né nessun altro terapista saremo in grado di aiutarti, poiché il danno causato da questa vaccinazione sarà geneticamente irreversibile», avverte Kennedy.
Dall’ultimo Olocausto, nulla di così malvagio è stato imposto al mondo in nome della “salute pubblica”. I vaccini Covid-19 non sono solo pericolosi, sostiene Kennedy, ma rappresentano «un crimine contro l’umanità che non è mai stato commesso in modo così significativo nella storia». Come ha detto un medico dell’esperienza del dottor Wolfgang Wodarg, «in realtà, questo ‘vaccino promettente’ per la stragrande maggioranza delle persone dovrebbe essere vietato, perché è ingegneria genetica». In altre parole, farsi vaccinare per Covid-19 significa che una persona diventerà una sorta di “zombie Ogm”, senza alcuna possibilità di tornare al suo vecchio sé. Suona molto come il “marchio della bestia” del Libro dell’Apocalisse, non siete d’accordo? In passato, Kennedy aveva avvertito che i vaccini tradizionali sono già abbastanza dannosi, dato che causano gravi danni al cervello, che per molti sono irreversibili. E i vaccini contro il coronavirus di Wuhan (Covid-19) sono di gran lunga peggiori, dice: motivo per cui nessuno, in nessuna circostanza, dovrebbe prenderli.
(”Robert Kennedy Jr., avviso: non fatelo, per nessuna ragione!”, da “Database Italia” del 14 aprile 2021).

Il nipote dell’ex presidente John Fitzgerald Kennedy ha recentemente rilasciato una dichiarazione pubblica esortando le persone di tutto il mondo a evitare il vaccino Covid-19 a tutti i costi, perché contiene una nuova tecnologia non testata nota come l’mRna, i cui effetti collaterali a lungo termine sono completamente sconosciuti. L’mRna altera direttamente il materiale genetico di coloro che lo ricevono, proprio come accade quando gli “scienziati” ingegnerizzano geneticamente (Ogm) colture alimentari come la soia o il mais per renderle resistenti agli insetti o alla siccità. «Questo intervento può essere paragonato agli alimenti geneticamente modificati, che sono anch’essi molto controversi», dice Kennedy. A differenza di tutti gli altri vaccini, il cui danno genetico non è necessariamente permanente, il danno genetico dell’mRna è «irreversibile e irreparabile», osserva Kennedy. «Anche se i media e i politici stanno attualmente banalizzando il problema e persino chiedendo scioccamente un nuovo tipo di vaccino per tornare alla normalità, questa vaccinazione è problematica in termini di salute, moralità ed etica, ma anche in termini di danno genetico».

A differenza dei vecchi vaccini, molti dei quali possono essere “disintossicati” dopo l’iniezione, i vaccini mRna Covid-19 vivono per sempre all’interno del corpo. Il danno che causano, in altre parole, è per sempre. «Dovrai convivere con le conseguenze perché non sarai più in grado di essere curato semplicemente rimuovendo le tossine dal corpo umano», spiega Kennedy, confrontando il danno genetico con il tipo che causa la sindrome di Down o la fibrosi cistica. L’mRna è quasi come un “motore” di vaccino continuo, che vaccina ripetutamente una persona per il resto della sua vita. Per questo motivo, non è possibile “risolvere” o “curare” i problemi che si presentano. «Questo significa chiaramente: se un sintomo di vaccinazione si sviluppa dopo un inoculo con mRna, né io né nessun altro terapista saremo in grado di aiutarti, poiché il danno causato da questa vaccinazione sarà geneticamente irreversibile», avverte Kennedy.

Dall’ultimo Olocausto, nulla di così malvagio è stato imposto al mondo in nome della “salute pubblica”. I vaccini Covid-19 non sono solo pericolosi, sostiene Kennedy, ma rappresentano «un crimine contro l’umanità che non è mai stato commesso in modo così significativo nella storia». Come ha detto un medico dell’esperienza del dottor Wolfgang Wodarg, «in realtà, questo ‘vaccino promettente’ per la stragrande maggioranza delle persone dovrebbe essere vietato, perché è ingegneria genetica». In altre parole, farsi vaccinare per Covid-19 significa che una persona diventerà una sorta di “zombie Ogm”, senza alcuna possibilità di tornare al suo vecchio sé. Suona molto come il “marchio della bestia” del Libro dell’Apocalisse, non siete d’accordo? In passato, Kennedy aveva avvertito che i vaccini tradizionali sono già abbastanza dannosi, dato che causano gravi danni al cervello, che per molti sono irreversibili. E i vaccini contro il coronavirus di Wuhan (Covid-19) sono di gran lunga peggiori, dice: motivo per cui nessuno, in nessuna circostanza, dovrebbe prenderli.

(”Robert Kennedy Jr., avviso: non fatelo, per nessuna ragione!”, da “Database Italia” del 14 aprile 2021).

LIBRE news

http://altrarealta.blogspot.it/




LIBRI CONSIGLIATI VACCINI E PANDEMIA

VACCINI E BAMBINI – LA PROVA EVIDENTE DEL DANNO

Il Giardino dei libri

 

LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE

Il Giardino dei libri

 

VACCINARE CONTRO IL TETANO? INDICAZIONI E CONTROINDICAZIONI DELLA VACCINAZIONE

Il Giardino dei libri

 

IMMUNITÀ DI LEGGE – I VACCINI OBBLIGATORI

Il Giardino dei libri

 

VACCINAZIONI – ARMI CHIMICHE CONTRO IL CERVELLO E L’EVOLUZIONE DELL’UOMO  di Marcello Pamio

Il Giardino dei libri

 

I VACCINI SONO UN’ILLUSIONE – LA VACCINAZIONE COMPROMETTE IL SISTEMA IMMUNITARIO

IlGiardino dei libri

 

PANDEMIE NON AUTORIZZATE  di Marco Pizzuti

Il Giardino dei libri

 

LA MAFIA DELLA SANITÀ

Il Giardino dei libri

lunedì 19 aprile 2021

Hypno-transformation





RECENSIONI
christian 04.11.2020
salve questo programma mi ha commosso, ho pianto. ha mosso emozioni molto profonde e mi ha fatto “ volare “....e’ molto difficile trasmettere cio’ che mi fa provare questa musica, come qualcosa di ancestrale, di atavico e universale, mi sento come trasportato nell’infinito ma con bellezza e passione, sostenuto dal divino....
giulia 29.02.2020
Come l'utente sopra; ho provato mille terapie con questa frequenza sto ottenendo risultati incredibili; più positività meno stress molto più stabile e sicura predisposta al cambiamento: dormo meglio ; e gli attacchi d'ansia sembrano spariti !!! Grazie a tutto il team
daniela 27.01.2020
Ho acquistato questo programma perché dopo aver provato in 20 anni mille tipi di terapie per rimuovere vecchi blocchi senza risultati, ho deciso di fare anche questo tentativo. E devo dire che lo sblocco c'è stato già dopo il primo ascolto. Ho sentito un clic interiore, un aumento della creatività e dell'autostima, che è andato via via stabilizzandosi con il continuare le meditazioni (2/3 volte a settimana). In un mese ho iniziato a creare bijoux in alluminio e sono riuscita a proporli con fierezza alle persone, riuscendo a vendere e ad avere anche qualche ordinazione. Inoltre in un mese la mia vita si è stravolta in positivo, ho trovato lavoro, non nella mia città ma a Vilnius, un luogo che mi era rimasto nel cuore da un anno e in cui mi sarebbe piaciuto provare a vivere per un periodo. Ora posso dire che mi sento più sicura di me, con una sensazione di amore universale, meno rabbiosa e più fiduciosa verso la vita. Continuo a usare il programma 1-2 volte a settimana e mi dà davvero una sensazione di essere cullata da una coscienza superiore. Grazie. Ho acquistato parecchi programmi, ma questo è per me il migliore tra quelli che ho
DESCRIZIONE
Hypno-transformation è un programma che agisce sulle profondità del subconscio tramite una doppia azione: prima si raggiunge un profondo rilassamento simile ad una trance ipnotica, e dopo, arriva una forte stimolazione. In questo stato, l’azione dei potenti ritmi stimolanti permette di impegnare quelle aree del cervello che normalmente restano fuori dalla stimolazione neuroacustica .
Il programma include due parti.
Nei primi 20 minuti ci si immerge in uno stato di profondo rilassamento, mentre nella seconda parte avviene un graduale aumento del ritmo: dai delta si passa ai ritmi gamma. Il programma è molto morbido e leggero grazie all’impiego delle particolari tecnologie del suono impercettibili all’orecchio.
Tuttavia, malgrado l’apparente morbidezza, il programma “Hypno-transformation” è un potente strumento della trasformazione della coscienza, essendo capace di interagire con alcuni strati molto profondi del subconscio, e potrà essere utile ad una vasta cerchia degli ascoltatori.
Prima di tutto, “Hypno-transformation” vi aiuterà a scoprire e a liberarvi dai blocchi del subconscio molto profondi. Inoltre, sarà utile a chi è depresso, esaurito, a chi non riesce a liberarsi dai pensieri fissi, a che necessita di stimoli. L’effetto del programma si verificherà molto presto: già dopo il primo ascolto vedrete il mondo diversamente, recuperando la freschezza della percezione.


http://altrarealta.blogspot.it/

domenica 18 aprile 2021

IL VIRUS E' FITTIZIO

di Cesare Sacchetti

Il dottor Derek Knauss e il suo gruppo di immunologi che esercitano la professione nel Sud della California hanno esaminato 1500 test al tampone risultati positivi al Covid. I risultati delle analisi di laboratorio sono stati sconcertanti.

Non un singolo test è risultato avere il Covid. Non c’era proprio traccia di questo virus. Gli scienziati hanno trovato solo virus influenzali di tipo A e B.

Il dottor Knauss ha mandato i campioni all’università della California, all’università di Cornell e di Stanford. I risultati sono stati identici. Nessuna traccia del Covid. Solo influenza A e B.

A quel punto, il dottor Knauss ha contattato il centro per il controllo della prevenzione e malattie USA (CDC) per chiedere dei campioni di Covid. Il CDC ha detto di non avere a disposizione questi campioni. Gli scienziati del dottor Knauss sono quindi arrivati alla conclusione che il “Covid è immaginario e fittizio”, ovvero che non esiste perchè nessuno è riuscito a portare prove incontrovertibili della sua esistenza. Hanno preso l’influenza, l’hanno chiamata “Covid” e hanno creato la più enorme truffa della storia. La massa ci ha creduto e ancora ci crede.


https://www.maurizioblondet.it/il-virus-e-fittizio/?fbclid=IwAR0XyopnrwbUXdNt3Sr_aBcpMPYEGthjY0mxFe2pGKW0wgoesWyvItpmTw4


http://altrarealta.blogspot.it/

mercoledì 14 aprile 2021

PERCHÈ VOGLIAMO LA MASCHERINA


Gli altri sono potenzialmente una fonte di pericolo, ecco perché la grande maggioranza delle persone è contenta – più o meno consciamente – di indossare una mascherina e di non dover stringere la mano a nessuno.
Non commettete l’errore fondamentale dei filosofi, ossia considerare l’essere umano come una categoria costituita da enti tutti uguali fra loro. Una persona e quella che le sta accanto in coda alle Poste sono talvolta separati da un vero e proprio abisso della coscienza. Una limitazione che a voi dà massimamente fastidio, per un’altra persona potrebbe rappresentare un comportamento ideale.
Il “rifiuto dell’altro” è NORMALE ed è radicato nei livelli di coscienza più bassi dell’essere umano. Per questo motivo l’AMORE e la CONDIVISIONE sono espressioni inconsuete e rivestono così tanta importanza nel percorso evolutivo.
Io li vedevo, nei bar affollati di una volta, quelli a cui faceva schifo bere il caffè a dieci centimetri di distanza da un'altra persona... che magari parlando sputava distrattamente goccioline di saliva dentro la tazzina del vicino. Ma a me non dava fastidio, poiché ho sempre saputo che questo è l’essere umano – un sacco pieno di virus e batteri – e nessuno si ammala se non è giunto il suo momento. Ho sempre sentito dentro di me che l’apparato umano dispone di risorse infinite.
L’ALTRO È MIO FRATELLO, SANGUE DEL MIO SANGUE, NON UN POTENZIALE VEICOLO DI AGENTI PATOGENI !
Ma siamo impazziti? Sì, siamo impazziti, lo avevo già scritto ne La Porta del Mago che sarebbe arrivato un periodo di totale follia, dove il padre avrebbe denunciato il figlio e il fratello avrebbe portato in giudizio il fratello. Adesso ci siamo.
Scrivo queste cose per invitarvi a non biasimare chi la mascherina non se la toglierebbe più: sappiate che si tratta d’un fatto evolutivo, non d’una scelta consapevole. Sappiate, anzi, che ci sono persone che la tengono anche in casa propria, anche da sole, mentre fanno le pulizie.
L’operaio, forse, non vede l’ora di togliersela, ma io conosco almeno un paio di attempate signore per le quali la mascherina è stata una conquista sociale. Non potendo più contare sull’apartheid... almeno adesso c’è la mascherina a fare da baluardo sociobiologico contro “l’altro”, ossia lo sconosciuto portatore di infezioni. Che tu sia nero, zingaro o siciliano... adesso mi devi stare a distanza per legge... che tu sia una prostituta o un travestito... adesso non ti puoi più avvicinare e, soprattutto, dopo le 22 non ti voglio più vedere in giro per strada a “catturare l’attenzione” di quel porco di mio marito!
QUESTI SONO I PRIMI VAGITI DI UNA NUOVA SOCIETÀ, il cui governo è calibrato sul livello di coscienza più basso, quello intriso di diffidenza, schifo e paura. Intendiamoci, gli esseri umani erano già così, non lo sono diventati a causa di un’epidemia, tuttavia un giorno i governi avranno la funzione di EDUCARE il popolo, non di RISPECCHIARLO.
La mascherina può attecchire nella psiche di un essere umano, unicamente se, in fondo, l’“altro” gli faceva schifo già prima e se di prendersi qualche malattia “dagli altri” aveva paura già prima. L’EMERGENZA NON MODIFICA LA SOCIETÀ, LA RIVELA A SE STESSA. Lo stesso discorso vale per il diritto di assembrarsi (forse il diritto più importante fra quelli che abbiamo perso in questo periodo): posso tollerarlo unicamente se di assembrarmi non me ne fregava niente nemmeno prima. Non sto parlando di riunirsi per bere birra e fumare canne fino a tarda notte davanti ai locali, sto parlando di assembrarsi per parlare di politica, filosofia, società... spiritualità. A quanti cittadini mancano davvero queste cose?
La libertà è come una qualunque altra qualità dell’anima: se non viene onorata, la si perde. È come nascere ricchi e poi dilapidare tutto in spese inutili, oppure nascere belli e sfruttare la propria bellezza solo per partecipare a un reality show.
(E comunque, davanti ai locali, bevendo alcolici... non tutti parlavano solo di cazzate!)
Il vostro Scarasaggio
.
IO SONO IL PADRONE DELLA MIA ANIMA
di Salvatore Brizzi

http://altrarealta.blogspot.it/