venerdì 24 ottobre 2014

La verità sulla svastica

La svastica significa nazismo. Nessuno può evitare questa associazione, e con buone ragioni.
Ma la svastica è - era - molto più di questo, prima che si scatenasse uno degli incubi storici peggiori che il mondo abbia mai visto.
Non ci libereremo mai del riferimento che i tempi moderni hanno impresso sulla svastica. Ma dovremmo sapere anche che in origine significava buona fortuna.
In sanscrito, la lingua dell'India antica, voleva dire benessere. Anche oggi la troviamo dipinta, ricamata, scolpita, incisa su innumerevoli oggetti e monumenti. Indù, buddisti e jainisti l'anno usata per augurare del bene. Perfino i Boy Scout e il Girls' Club of America l'adottarono, chiamando Swastica il loro giornalino. Era usato dai greci, dai celti e dagli anglosassoni, e si trova ovunque dal Baltico ai Balcani.
Il simbolo venne usato dai militari americani durante la Prima Guerra Mondiale. C'è stato perfino un momento di sovrapposizione, in cui la svastica si vedeva dipinta sugli aerei della RAF inglese e anche sulle bandiere naziste.
Il disastro ebbe origine quando gli studiosi tedeschi si accorsero che c'erano forti somiglianze tra la loro lingua e il sanscrito. Le loro osservazioni portarono alla costruzione di un mito su una razza di guerrieri di razza bianca simili agli dei, gli Ariani. Il resto lo conosciamo.
Sfortunatamente la svastica non si ripulirà mai da quanto successe di lì a poco. Ma dovremmo ricordarci che il primo oggetto che conosciamo a esserne decorato è una statuina ricavata da una zanna di mammuth che raffigura un uccello femmina, e che data a 15.000 anni fa.


http://www.spiritual.it/it/notizie/la-verita-sulla-svastica,3,107780
http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento