venerdì 26 gennaio 2018

Il Valore, il denaro e il tempo (perso)

Valore e denaro.

Valore, creare valore, generare valore.

Ogni nostro gesto dovrebbe essere una azione di valore.

Ogni nostra azione, dovrebbe generare valore, sempre, indipendentemente dal perchè la facciamo, indipendentemente da quanto ci frutterà “sul mercato del lavoro”, indipendentemente da tutto.

Ogni cosa che facciamo identifica chi siamo ed il valore che abbiamo, non è detto che debba essere un valore percepibile da tutti, l’importante è che per noi è una azione di valore.

Abbiamo imparato (erroneamente) a dare un valore a noi stessi e agli altri solo in base a quanto guadagnamo e cosa peggiore, abbiamo acquisito la convinzione profonda del fatto che ognuno di noi vale tanto quanto guadagna econimicamente.

La cosa ovviamente non è del tutto sbagliata, l’errore stà più che altro nel considerare di valore solo la persona che ha accumulato molte ricchezze e nel non dare valore a chi ha apparentemente poche ricchezze visibili accumulate.

Il valore reale di una persona raramente è misurabile in euro o in dollari o altre monete.

Disoccupazione e/o inoccupazione. La maggior parte dei disoccupati/inoccupati vive senza generare nessun valore, la cosa è davvero triste perchè così facendo tolgono valore a se stessi come persone.

Ogni ora della nostra vita dovrebbe diventare generatrice di valore, il tempo passa ugualmente, che lo vogliamo o no, lui passa e se ne va, quel che resterà sarà solo il valore che noi saremo riusciti a dargli.

Si può dare valore al proprio tempo in migliaia di modi diversi.

Si può spaziare dal sociale, socialmente utile, all’assolutamente personale.

Anche fare una continua AutoOsservazione di se stessi e prendere appunti quotidianamente per poi andare a rivedere periodicamente quel che nel frattempo è cambiato… è un modo utile a se stessi di dar valore al tempo che passa…

ma gli appunti li devi prendere davvero e devi scriverli e poi devi rileggerli davvero… come un impegno con te stesso, come un vero lavoro di valore.

L’importante è non passare il tempo nel nulla, nell’inutile, in qualcosa che non ci riguarda o che non riusciamo a farcela riguardare in modo diretto… non passare il tempo davanti alla televisione, non passare il tempo a “perdere tempo perchè non hai nulla da fare”.

Una passeggiata in un parco… s’è fatta perchè non abbiamo di meglio da fare… non vale niente.

se invece vien fatta con l’intento di dare aria ai nostri polmoni, con l’intento di assorbire un pò di energia dagli alberi del parco, se fatta con l’intento di sentire un pò di natura e magari anche di osservare ed imparare un pò di gioia dai bambini… se fatta con un intento che in qualche modo è utile… può avere valore.

Ma più concretamente…

non hai granchè da fare?

Cosa sai fare?

Scrivere poesie?

Disegnare quadri?

Disegnare modelli di vestiti?

Correre in un certo modo?

Scrivere parole che aiutano a riflettere su se stessi?

Conosci un buon modo per fare le ciambelle?

Conosci un buon modo per fare meglio le frittelle?

Sai usare il computer e fare video interessanti?

Sai guidare bene il muletto?

Sai fare giardinaggio?

Insomma, conosci qualcosa di utile da fare?

Fallo! Non tenere dentro questa energia e nel farlo, prendi coscienza del fatto che stai creando valore, per te stesso e magari anche per chi assaggerà le tue ciambelle con te o per le persone che ammireranno una pianta di rose bella ed equilibrata che tu hai accudito o per qualcuno che deve prendere il patentino per il muletto e si troverà avvantaggiato grazie ai tuoi consigli nel video che hai pubblicato gratuitamente…



Ogni azione che facciamo, se impariamo a farla con l’intento di creare valore, a lungo andare immetterà nel mondo qualcosa che ci riguarda, e con essa il nostro valore e la nostra idea del valore che sentiamo di avere.



Il mondo è pieno di persone che si sono ritrovare addirittura ricche per aver saputo fare qualcosa in un modo nuovo, creativo, originale… ma comunque di valore… e in cui nessuno ci avrebbe mai scommesso un euro prima del successo.



Poi non è detto che sia esattamente quel tuo gesto di valore a portarti al successo personale, ma di sicuro se impariamo a fare qualcosa nel nostro quotidiano che può aggiungere valore al mondo, qualunque cosa essa sia, se la facciamo diventare qualcosa di vero valore perchè noi con questo intento l’abbiamo fatta, sicuramente in qualche modo ci ritornerà indietro con i dovuti interessi attivi.



Delle nostre azioni quotidiane, quel che resta, è il valore.

Se facciamo un caffè per un amico, dopo pochi minuti quel caffè non c’è più, quel che resterà sarà il gesto con tutto il valore che l’amico avrà percepito in se stesso… e che noi gli abbiamo trasmesso.



Tutto questo ovviamente non significa che si debba sempre lavorare gratis, anzi… è il contrario, però, fino a quando non possiamo percepire denaro in modo diretto, se stiamo senza far nulla, guardiamoci intorno e cerchiamo qualcosa da fare che possa generare valore, impariamo a dar valore alla vita e alle ore che “normalmente” buttiamo via.



Negli anni più bui della mia vita, anni in cui per le condizioni fisiche ormai “alla frutta”, durante la mia personale AutoOsservazione quotidiana, ho preso appunti, ho cercato di capire il perchè, i miei perchè, ho cercato di capire cosa mi aveva portato in quelle condizioni e mentre comprendevo, scrivevo, scrivevo, scrivevo… poi alcuni di quegli appunti sono diventati degli articoli che si possono leggere in questo blog.

Adesso le mie condizioni fisiche sono ormai quasi del tutto ristabilite, soprattutto grazie alla comprensione dei miei blocchi emotivi che causarono i tanti problemi, sono quasi rimesso a nuovo, la schiena è ormai efficiente, tutto il resto non da più problemi…

Ora posso ritornare al mio vecchio lavoro e l’ho già fatto, il tempo per il blog è ormai pochissimo…

ho lasciato qui tutto il valore che in questi anni ho potuto riversare nel mondo e, con i vostri messaggi, con le vostre critiche (a dire il vero pochissime… troppo poche 😉 ) ho potuto a volte correggere il mio modo di fare in me stesso, il valore che ho riversato in queste pagine mi è ritornato già in buona parte in forma di perfezionamenti personali, sembra che abbia fatto tutto gratis, ma ritrovare la salute e sapere che parte di questo è merito anche dei tanti discorsi scaturiti dai questi scritti… mi fa pensare che qualcosa mi è già tornato indietro, qualcosa l’ho già guadagnata… e so bene che non è tutto qui.

Ovviamente NON sono un arrivato, non sono un illuminato, ma tutto questo valore mi ha dato fiducia anche in altre possibilità che non sapevo di avere, mi ha dato fiducia nel fatto che posso fare davvero tutto quello che voglio, basta solo crederci e farlo con l’intento di… generare valore.

Ps. il mio ultimo lavoro prima dello stop di maggio 2011 era…

“ortolano con vendita diretta sul mercato… ovviamente biologico”.

Tornare nei campi con questa nuova consapevolezza e con questa nuova condizione fisica è un’esperienza davvero molto più piena… ed immagino già cosa succederà sul mercato, nelle relazioni con i clienti…

Pps.

Cosa sarei oggi se non avessi fatto tutta questa AutoOsservazione?

Cosa sarei oggi se non avessi preso e riletto e rivisto tutti questi appunti per aggiustare continuamente il tiro?

Cosa sarei oggi se… se non avessi trovato un modo per dare valore a quel tempo da quasi invalido quale ero diventato?

Un tempo che sarebbe stato solo un piangersi addosso e girare inutilmente medici e specialisti che avrebbero continuato a dirmi tutti la stessa cosa… sei consumato, hai esagerato, hai tirato troppo la corda…

e invece no… io ricomincio.

Abbi fiducia e dai valore al tuo tempo e alle tue azioni, qualunque azione sia… dagli valore.


Nessun commento:

Posta un commento