lunedì 11 novembre 2013

Cafodos : il doping per truccare il pesce vecchio e venderlo come fresco

pesce_fresco_mercato-622x466
Si chiama “Cafodos” ed è un prodotto che si sospetta sia largamente utilizzato sui banchi del pesce di tutta Italia perché ha proprietà portentose di “ringiovanimento” del pesce.
Pesce fresco? No, pesce vecchio, ma “truccato”. E alla base del trucco ci sarebbe solo questo semplice prodotto da applicare sui cibi.
Il procuratore Raffaele Guariniello ha aperto un fascicolo, per ora contro ignoti, per frode in commercio. Il magistrato ha iniziato a indagare dopo una segnalazione arrivata dal ministero della Salute e incaricherà i Nas di fare controlli in tutta Italia.
Sembra che il cafodos, praticamente impossibile da rilevare con le analisi, non sia tossico. Ma il problema sarebbe legato al rischio che il consumatore acquisti senza accorgersene, 
un prodotto deteriorato e tossico, ben mascherato dallo spray. Il cafodos è irrintracciabile con esami sul prodotto perché una volta rinnovato l’aspetto del pescato, si trasforma in acqua. Si potrebbe definire una sorta di doping del pesce questo liquido che viene spruzzato, sortisce un effetto portentoso e poi si volatilizza. 
Dagli accertamenti fatti finora il pm Guariniello è risalito a due ditte produttrici spagnole sui cui ha chiesto una rogatoria internazionale per avere maggiori informazioni. link

Nessun commento:

Posta un commento