lunedì 7 dicembre 2015

FRANCIA ; UN VOTO CONTRO UNIONE EUROPEA

Tutto come da copione.
Il Partito nazional-socialista (cioè tragicamente socialista ma solo coi Francesi Doc) della Signora Le Pen diventa inequivocabilmente il primo partito di Francia e i giornali ItaGliani ragliano di voto xenofobo, di voto della paura e altre amenità.
Tutte balle.
E’ un voto contro l’idea stessa di Unione Europea e di Unione Monetaria, almeno contro questo tipo di Unione Europea.
Spiace (almeno a me spiace) doverlo ammettere ma l’Europa ha fallito, non ha conquistato i cuori e le menti degli europei che anzi si stanno nuovamente rintanando nei rispettivi nazionalisti.
L’ironia del voto Francese sta nel fatto che l’idea di Europa come superstato dirigista proviene da li. Il mostro che abbiamo creato a Bruxelles e berlino poteva essere molto diverso, ovvero una confederazione leggera invece ha prevalso nel tempo la “visione Francese” cioè quella di creare una “Francia estesa”, appunto il super stato che si sta chiudendo sulle nostre teste.
Idea folle, che ha chiaramente fallito. L’Europa di oggi, più ancora dell’Euro è mal sopportata da chi si trova in condizioni ottimali (i paesi del Nord) ed odiata in larga parte delle popolazioni che non hanno saputo adattarsi alle nuove condizioni e vincoli economici.
Ad ogni modo, è questione di poco tempo e prima o dopo un incidente politico serio dovrà per forza capitare, la signora Le Pen potrebbe diventare Presidente della Repubblica di Francia e fare uscire Parigi dall’Unione Europea oppure qualcosa di simile potrebbe esplodere in qualche altro paese magari meno importante. Ad ogni modo l’Unione Europea di oggi è uno Zombie.
Peraltro le spinte alla disgregazione europea tenderanno a moltiplicarsi anche dall’interno di partiti politici che fino ad oggi, pur in maniera critica, si sono detti europeisti.
Fateci caso, ad ogni singola tornata elettorale o consultazione referendaria le posizione anti-eurpee prendono sempre e invariabilmente nuova forza. Non pare che sia un processo reversibile.
Comunque l’Italia non ha nulla da temere, come ci ha sempre detto Banca d’Italia abbiamo il sistema bancario più solido del mondo (anche dell’Universo), basta chiedere tra Lazio e Marche, e il debito pubblico è “perfettamente controllabile”, lo dice il Governo, e bisogna crederci.
http://www.rischiocalcolato.it/2015/12/dalla-francia-europa-vaffanculo-altro-voto-xenofobo.html

http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento