mercoledì 22 maggio 2013

LA LADY OTTUSA


La “onorevole” del PD-L, in uno dei suoi accessi di Delirium Stupiditas, ha presentato un disegno di legge nel quale, in soldoni, si vogliono tagliar fuori tutti quei movimenti politici che, non solo non vogliono definirsi “Partito”, ma che a questa non-appartenenza ideologica associano la rinuncia ai privilegi ed agli indennizzi che hanno raggiunto, a tutt’oggi, lo status di “Scandalo Nazionale”.
La signora strapagata dal popolo italiano, la madama che non sa cosa voglia dire lavorare, ha un obiettivo.
Salvare la nazione dal baratro economico-culturale-politico-sociale?
No! A lei che gliene frega, si è già arricchita con i soldi di tutti!
Ridare alla politica quella dignità perduta da decenni?
Ovviamente No!
Vuole ridare un futuro ai nostri figli?
Naturalmente no, a lei che gliene frega dei figli degli altri?
Il suo lungimirante, utile, indispensabile e improcrastinabile disegno di legge è togliere di mezzo onestà, pulizia etica e morale, coerenza e correttezza politica.
Eggià, la signora ha paura delle persone oneste, del libero pensiero e dellarettitudine morale e politica. La Lady Pidimenoellina ha tutto l’interesse a mantenere lo status quo di una politica truffaldina; vuole mantenere intonso iltroiaio politico gestito anche da lei.
Che vergogna!
Nella consapevolezza dell’immane disastro che attende il suo partito di papponi, la Lady degli straccioni pensa bene di chiudere ogni accesso alla sua casa che sta’ crollando.
Avrebbe anche potuto salvarsi, ritirandosi a silenziosa, penitente e strapagata vita privata da pensionata e invece vuole morire all’hitleriana, chiusa in un bunker fatto di solitudine, vituperio e abbandono.
Sarà ricordata come la Lady Ottusa, sostenitrice e corresponsabile del disastro italiano.
Dopo aver scritto l’ennesimo paragrafo del declino politico italiano, la “signora” precipiterà nel girone delle peggiori figure politiche italiane di tutti i tempi.
Complimenti!


Nessun commento:

Posta un commento