martedì 9 giugno 2015

DANIMARCA: UFFICIO DEL FISCO IN FIAMME

..ecco cosa dobbiamo fare anche noi, con le auto dei dipendenti del Equitalia e Agenzia Entrate. Il Fisco è nato per: 1- togliere l'eccesso di liquidità i circolazione e 2 - finanziare in tal modo la cosa pubblica. Oggi non solo non c'è eccesso liquidità per cittadini e imprese, bensì grave carenza. Quindi a tale fine il Fisco deve DISTRIBUIRE denaro, non prelevarlo. Lo dice anche la Costituzione, che bisogna pagare in base alla possibilità, e se non c'è possibilità, non si paga. Il Fisco invece esige il pagamento di tasse impossibili usando polizia e manette danneggiando chi invece dovrebbe proteggere: il popolo. Ma dov'è sparita la liquidità? Nelle banche, e da lì nella finanza, che ad alti livelli rende sempre. Se io presto soldi al 5%, in 20 anni è tutto mio; e TUTTO il denaro è prestato dalle banche; NOI NE SIAMO GLI ETERNI DEBITORI. E il fisco è un bel modo per togliere il poco che abbiamo dopo aver pagato gi interessi bancari; di fatto veniamo tassati 2 volte. dalle banche e dal fisco. E il fisco esige aliquote talmente improbabili che ci fa pagare anche se non abbiamo utili, ci tassa su cose nostre (Imu), ci fa gli studi di settore con l'impossibile onere della prova a nostro carico; Marra giustamente ha calcolato l'aliquota vera del 120%; impossibile da pagare. Chiaramente l'unica soluzione è questa qui sotto, acciocchè i vari 600 su 900 dirigenti messi li senza aver superato il concorso per fare le teste di legno dei vari Befera da 700.000€ l'anno capiscano che le prossime automobili bruciate saranno le loro. Non puoi continuare impunemente a fare il Kapò di un fisco al servizio della mafia di Stato; qualcuno deve risvegliare in questi dipendenti del Fisco il senso di giustizia che hanno assopito: toccandoli nella loro proprietà diventeranno più umani. Ora ci sarà il solito che dirà: ma lo Stato dove prende il denaro se non dai Cittadini? Ma razza di idiota, è 10 anni che lo scrivo: riappropriandosi della sovranità monetaria !!!!

Antonio Miclavez FB

I danesi si ribellano: l'Ufficio del fisco in fiamme



















A Fredensborg, Danimarca, dieci vetture di funzionari dell'Ufficio delle imposte sono state 
incendiate e distrutte in segno di protestta. Come riporta ExstraBladet, mercoledì notte la polizia ha avuto comunicazione che gli uffici dell'amministrazione fiscale erano in fiamme. Finora, non ci sono sospetti. Ma, come fa notare Martin Armstrong, la polizia darà la caccia a qualcuno per rappresaglie contro "l'Uomo delle tasse". 

http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=11&pg=11885

Nessun commento:

Posta un commento