lunedì 7 maggio 2012

VITTORIA POLITICA DEL M5S

Dati alla mano…Napolitano e il suo governo retto da PD, PDL e terzo polo hanno una sola cosa da fare…andarsene…ed anche di corsa!
Il PDL scompare in tutte le grandi realtà…il terzo polo non è mai comparso e le esternazioni del leader Casini, in totale appoggio al governo Monti, hanno dato quel colpo finale ad un’accozzaglia senza senso e senza prospettive. Il PD non regge…non regge bene il colpo neanche nelle sue roccaforti…si potrà anche consolare con Hollande…ma Hollande non è in Italia…e se fosse in Italia non è detto che starebbe con il PD!
La Lega fa la fine che merita…tranne Tosi che regge…e un tracollo ovunque…il nord intero ha mostrato il suo dito medio a Bossi e compari !
Ma la mazzata più dura la subisce il nostro presidente della repubblica, intervenuto in prima persona, in tutti questi giorni, in appoggio della politica, di quella politica che tiene in piedi il suo progetto di massacro costante dei cittadini.
Ha attaccato direttamente Grillo, senza avere il coraggio di nominarlo…ha parlato di antipolitica…di demagogia…ha parlato di valori che lui e il suo governo stanno cancellando…e il popolo gli ha dato la meritata risposta.
Tra astensione e voto cosiddetto di protesta, ma che nella realtà dimostra la gran voglia di politica onesta da parte dei cittadini italiani, le percentuali sfiorano, raggiungono, superano il 50%.
Il dato è tratto…questo governo, questo presidente della repubblica, questi partiti non rappresentano più il popolo italiano.
Quel D’Alema euforico che dai microfoni di La7 parlava della grande vittoria di un partito vicino alla scomparsa, dimostra, ancora una volta, la sua distanza siderale dalle vere aspettative della gente.
E’ un primo passo che il popolo italiano ha voluto compiere democraticamente.
Non ha occupato le piazze, come avrebbe dovuto e potuto fare, non ha usato la sola astensione come segnale di protesta…ha usato il voto dando indicazioni ben precise, indirizzandolo verso quei movimenti, quei partiti, quelle persone che più hanno saputo raccogliere le vere difficoltà della gente.
Grillo, il demagogo, secondo il nostro presidente, vince ovunque…l’Idv trionfa a Palermo…i partiti di Napolitano crollano dovunque.
Una grande risposta a Napolitano, a quel suo governo di tecnici incapaci, a quei partiti che l’appoggiano…
Ci sarebbe da trarne le conclusioni…Napolitano farebbe bene a dimettersi prima della fine del suo mandato, come Monti farebbe cosa giusta a dimettersi assieme al suo governo per ridare la voce ai veri rappresentanti di questa nazione…i cittadini.
Non lo faranno…resisteranno…e da soli si cancelleranno.


Nessun commento:

Posta un commento