martedì 7 agosto 2018

MA LEI, SIGNORA, HA LA BENCHE' MINIMA IDEA DI COSA SIA LO ZYPREXA?

LETTERA Buonasera,
Le scrivo perché sabato scorso ho dovuto far ricoverare mia mamma in quanto non mangiava e non beveva più da giorni. Ha passato 3 giorni in medicina per forte deperimento organico.


Ora l’hanno trasferita in Psichiatria, dove le stanno somministrando Zyprexa, io vedo dei miglioramenti ma minimi. Lei continua a pensare che sia la fine del mondo e la fine di lei stessa, che la taglieranno a pezzi e che tutti le stiamo mentendo.


Io vorrei capire se voi offrite un valido percorso alternativo che possa portare alla guarigione.


Sono molto preoccupata, ho molta paura di non saper fare la cosa giusta in questo momento.


Spero Lei possa aiutarmi in qualche modo. Attendo un Suo riscontro, e La ringrazio sin d’ora
Cordiali Saluti
Lettera firmata


RISPOSTA


Buongiorno Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.


Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.


Ribadisco, per evitare qualunque equivoco (certo non da parte mia), che quanto mi accingo ad esporre è e rimane IL MIO PERSONALE PENSIERO: non sono un medico e non ragiono come tale. L'Igienismo Naturale, che ha millenni di storia, è ciò che io ritengo sia la strada giusta da seguire e che applico in primis, ogni giorno, su me stesso.


Questa doverosa precisazione è la diretta conseguenza del comportamento delle (poche) persone che hanno provato a riversare sul sottoscritto i propri fallimenti personali: quando non si sa a chi dare la colpa della propria vita di merda, si punta il dito contro chi tenta, nel rispetto delle Leggi e dell'autodeterminazione sanitaria, di darti una mano.


Veniamo a noi.

Eccoci qua...

Quando i cialtroni in camice bianco non sanno che pesci pigliare, inizia il macabro valzer degli psicofarmaci.

Nessuno si è chiesto la MOTIVAZIONE per cui sua madre sia arrivata a un tale stato di deperimento.

No... molto più semplice imbottire la malcapitata di turno con una delle sostanze tossiche più diaboliche mai inventate dall'essere umano.

Sa che cosa è lo Zyprexa? E' una sostanza chimica al 100% che, agendo sul neurotrasmettitore dopamina, non fa altro che lobotomizzare chimicamente chi la assume.

Mancanza di emozioni, agire da automa, aumento mostruoso di peso, voglia di non fare un cazzo dalla mattina alla sera... queste sono solo gocce di ciò che l'oceano ZYPREXA può fare su chi lo assume.

La guarigione, si ricordi BENE, non si ottiene attraverso la chimica e quindi il soffocamento dei sintomi ma attraverso il CAMBIAMENTO in meglio dello stile di vita emozionale/alimentare/ambientale.

Non posso ovviamente seguirla a livello medico ma nessuno può impedirmi di esprimere la mia opinione.

Io ci sono

Pietro Eupremio Maria Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.



Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

http://pietrobisanti.blogspot.com/2018/08/ma-lei-signora-ha-la-benche-minima-idea.html




http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento