giovedì 8 agosto 2019

LA FOLLIA DI UN GOVERNO TECNICO

Cari amici, il «Governo contronatura» Movimento 5 Stelle – Lega, il sodalizio tra due soggetti politici divisi su tutto e uniti solo dalla condivisione del potere, è finito quando dall'ininterrotta campagna elettorale si è passati al confronto-scontro sui temi concreti del governo dello Stato.
Oggi in una nota la Lega chiarisce la richiesta di nuove elezioni: «L'Italia ha bisogno di certezze e di scelte coraggiose e condivise. Inutile andare avanti fra no, rinvii, blocchi e litigi quotidiani. Ogni giorno che passa è un giorno perso, per noi l'unica alternativa a questo governo è ridare la parola agli italiani con nuove elezioni».
Ma fonti di Governo del M5S chiariscono che l'alternativa sarà un «governo tecnico»: «Leggiamo dai giornali di possibili crisi di governo. Il Movimento è al lavoro come ogni giorno per il Paese e dunque lo è anche il capo politico, Luigi Di Maio. Chiunque oggi aprisse una crisi di governo, l'8 agosto, si assumerebbe la responsabilità di riportare in Italia un governo tecnico. Sarebbe folle».
Sarà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che oggi ha incontrato al Quirinale il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a decidere le sorti del Parlamento e la formazione di un nuovo governo.
Sappiamo che Mattarella è contrario allo scioglimento del Parlamento.
Sappiamo che a ottobre scadrà il mandato di Mario Draghi alla Presidenza della BCE (Banca Centrale Europea) e che è già pronto un «governo tecnico» da lui presieduto che succederà a questo «Governo contronatura» da sempre in un conflitto insanabile al proprio interno.
Sarà un «governo tecnico» che potrà contare sul sostegno di una solida maggioranza formata dal M5S, Pd, Forza Italia, Liberi e Uguali. Proprio per questo non sarà un «governo tecnico», ma un governo politico a tutti gli effetti, il cui obiettivo principale sarà quello di far calare drasticamente la popolarità del leader della Lega, Matteo Salvini, costretto a tornare all'opposizione, privato della vitale visibilità mediatica quotidiana e consegnato alla graticola delle inchieste giudiziarie.
Sarà un «governo tecnico e politico» che darà il colpo di grazia a quel che resta della nostra sovranità nazionale, agevolando la fagocitazione dell'Italia da parte di quest'Unione Europea gestita da burocrati e banchieri, con la prospettiva di un «Nuovo Ordine Mondiale» assoggettato alla grande finanza speculativa globalizzata, relativista, immigrazionista, multiculturalista, unisessualista, islamofila.
Nessuno di noi può restare indifferente di fronte a questa tragica prospettiva. Dobbiamo assumere la consapevolezza di ciò che sta accadendo. Dobbiamo mobilitarci su un fronte culturale e civile. Dobbiamo insorgere su un fronte nazionale. Dobbiamo riscattare la sovranità nazionale dell'Italia, recuperare il bene supremo degli italiani, far rinascere la nostra civiltà decadente. Andiamo avanti forti di verità e con il coraggio della libertà. Insieme ce la faremo.

Magdi Cristiano Allamh
ttp://altrarealta.blogspot.it/

Cari amici, ora è certo. Salvini ha chiesto la fine del governo con il M5S e nuove elezioni. Questa sera il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una dichiarazione a Palazzo Chigi ha detto: "Spetterà a Salvini, nella sua veste di senatore, spiegare al Paese e giustificare agli elettori che hanno creduto nella prospettiva del cambiamento le ragioni che lo portano a interrompere bruscamente l'azione di governo. Ieri e questo pomeriggio Salvini è venuto a parlarmi e mi ha anticipato l'intenzione di interrompere questa esperienza di governo e di andare a votare per capitalizzare il consenso di cui la Lega gode attualmente”.


Magdi Cristiano Allamh

Invito a iscriversi al gruppo FB la via del transurfer
https://www.facebook.com/groups/366546170900340/



La Dittatura Europea Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

2 commenti:

  1. Quale sarebbe il primo passo, e di chi, in questa Italia anomala?!?
    Troppi seguaci a Salvini e finchè avrà il consenso di questa grande parte di italiani sbandati politicamente e culturalmente, non ci sarà niente da intraprendere, purtroppo.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il guaio di questa crisi é che Mattarella non permettera' mai di andare a votazioni , ma promuovera' un altro governo tecnico, magari a guida monti o Draghi, altro che governo sovranista, teniamo conto poi che l a prossima alleanza di Salvini sara' molto probabilmente anche con Berlusconi, non vedo quale governo sovranista possa essere, quindi non vedo nessun miglioria rispetto al governo attuale

      Elimina