mercoledì 26 febbraio 2014

IL FUTURO APOCALITTICO E’ REALTA’


Computer che leggono nel pensiero, monete virtuali che stanno già venti leghe più avanti della sterile discussione sulla “moneta virtuale sì-moneta virtuale no”, occhiali geolocalizzatori, microchip sottocutanei. Sotto la punta dell’iceberg del Datagate: l’industria del controllo globale avanza con passi da gigante. Con il nostro plauso.
Annunciano a spron battuto: stiamo lavorando per voi, per la vostra sicurezza, o per il vostro divertimento. Un dato per tutti:  NSA, la National Security Agency, segue i movimenti di qualcosa come 5 miliardi di cellulari in tutto il mondo, ed è in grado di rintracciarli perfettamente attraverso il servizio di geolocalizzazione. Anche questo per la nostra sicurezza, s’intende.

E che dire poi del dispositivo compatibile con i Goggle Glass già messo a punto dai ricercatori spagnoli dell’università Carlos III di Madrid, l’ALFS, che dovrebbe consentire ai professori di “spiare” gli alunni, nel senso di leggere nella loro mente e capire se hanno compreso una spiegazione oppure no? O ancora, di invenzione in invenzione, come giudicare il computer progettato da un gruppo di ricercatori dell’ università di Berkeley, in California, capace di trasformare i “frame” prodotti dalla mente umana in immagini attraverso un processo di neuroimagingfunzionale, e dunque di leggere nella mente?

Controllare, spiare, leggere nel pensiero umano, è sempre stato il sogno dei dittatori. Pensate un pò che i “bitcoin”, la moneta creata da un informatico nel 2009, invece di indurre qualcuno a chiamare per lui la neuro, sono già arrivati a sforare quota 1000 dollari. Di più: la JP Morgan, la banca d’affari USA (che specula impunemente in Italia), ha brevettato un sistema di pagamento computerizzato che si rifà a quello usato dalla “cripto moneta”.  Bel panorama. Che potrebbe essere persino riduttivo se si pensa a quello che viene progettato e costruito (e non divulgato) nei retrobottega dell’hi-tech.

E’ la cosa divertente è che tutto questo, il via libera al controllo globale prossimo venturo, lo stiamo promuovendo noi. Le previsioni di vendita di tutti quei bei dispositivi di cui via abbiamo parlato, prodotti tecnologici sempre più connessi con il nostro corpo, ai quali invece di dire “vade retro” mostriamo compiacimento, simpatia, desiderio di possesso, si aggirano difatti sui 64 milioni entro il 2017. Li compreremo noi, con i nostri soldi. Per cui il cerchio si chiude: quello che è sempre stato il sogno di tutti i dittatori, adesso diventa realtà.  

Il senso di impotenza è immenso. Gli individui non riescono a vedere più in là del loro naso, non alzano la testa, non osservano il cielo, non si informano, non vogliono sapere. I guardiani del sistema gongolano, hanno un gregge da irrorare senza fastidi di sorta. Tutto avviene sotto i nostri occhi. Basta un pò di buon senso, un minimo di osservazione e di ragionamento. Invece la maggioranza delle persone pensa ad altro, è guai se gli dici qualcosa. In fondo il vero schiavo è quello che difende il padrone e il sistema di dominio, perché è quello che non è più in grado d'immaginarsi la libertà.  di Gianni Lannes



http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento