lunedì 24 febbraio 2014

IL TERRORISMO DELLE SCIENZA MEDICA


NEMICI IMPLACABILI AD OGNI ANGOLO

Ogni schema classico della medicina monatta parla di nemici invisibili se non al radiomicroscopio, di agenti patogeni di tipo microbico. Già qui si parte male, col piede sbagliato, visto che i batteri sono preziose entità associate che vivono in simbiosi e armonia col corpo umano, per cui guai se non ci fossero. Moriremmo tutti intasati ed ostruiti nel giro di 3 giorni. I virus, che causano reali ostruzioni e rallentamenti al metabolismo umano, altro non sono che detriti cellulari morti e inattivi che si accumulano per pregressa debolezza del corpo, per insufficiente forza espulsiva del sistema immunitario, per stili di vita e scelte alimentari abominevoli.

GRANDEZZA E LUNGIMIRANZA DIVINA

Detriti morti che sono una leccornia per i batteri, in un susseguirsi di operazioni razionali, armonizzate e finalizzate all'equilibrio, al funzionamento e al benessere. Il tutto poi a dimostrazione della grandezza e della lungimiranza divina, visto che l'uomo non è stato costruito da assemblatori deficienti, distratti o satanici, ma da mani competenti e da cervelli sopraffini.

PENSAR MALE, AGIRE MALE E RACCOGLIERE MALE

La medicina non sa nemmeno cosa sia il pensiero positivo. Pensa male, agisce male e raccoglie male. La medicina continua ad additarli come causa di ogni malattia, mentre l'igiene li assolve con formula piena. Due scuole in collisione frontale. Due scuole ai ferri corti. Qualcuno ha torto marcio e gioca a carte false, mentre qualcun altro dice la verità. A ogni attento lettore l'ardua sentenza. Sappiamo che i batteri sono piccoli organismi monocellulari vivi che si sviluppano e si moltiplicano a miliardi. I virus invece, non si moltiplicano ma si sommano, cioè si accumulano, in quanto la moria cellulare avviene in continuazione a miliardi, secondo uno schema fisiologico chiamato ricambio cellulare.

LATENZE, BELLIGERANZE E CAPACITÀ MOLTIPLICATIVE DEI VIRUS

Medici e microbiologi di regime non amano le cose semplici e comprensibili. Sono fatalmente attratti dal misterioso e dal torbido. Puntano alle teorie più strane ed insensate per dimostrare una capacità moltiplicativa dei virus, ipotizzando parassitismi su cellule viventi, ipotizzando cattiverie e mostruosità, ipotizzando giochi a nascondino, immaginando latenze, risvegli, belligeranze e altre cose del genere.

LA RESURREZIONE DEI MORTI

Qualsiasi cosa fuorché l'ammissione della semplice e banale realtà, e cioè che da una polvere cellulare disintegrata dai becchini cellulari chiamati lisosomi, nessuno al mondo è capace, di fare il miracolo di resuscitare il materiale morto e ridargli non solo vitalità, ma anche pensiero, anche carattere, anche personalità, e persino potere contagiante.

SCIENZA CONTORTA ED IMPROBABILE

Eppure, nella  loro contorta e improbabile scienza, avviene l'inverosimile, ossia la prolificazione moltiplicativa dei mostriciattoli virali! Le prove a supporto di tutto questo? Zero prove. Apparenze, contraddizioni, bacate fantasie smontate nella logica, nella statistica e nei fatti. Niente prove ma solo affermazioni arroganti e dogmatiche.

QUADRO TERRORISTICO DELLA SCIENZA MEDICA

Fosse vero un 5% di tali baggianate l'umanità non avrebbe scampo. Prendi un qualsiasi influenzato, carico di batteri e di virus come di regola avviene per chi ha febbre e raffreddore, e mettilo a letto senza cibo ma con acqua da bersi a volontà, zero antibiotici e zero antivirali ovviamente. Per questo malcapitato la morte più atroce sarebbe inevitabile, cannibalizzato da una schiera infinita di batteri e devastato da una massiccia armata di mostri virali. Questo è il quadro squinternato, traballante e terroristico che ci presenta la aulica scienza medica delle università e delle grandi baronie scientifiche.

PROVA DEL NOVE SULLA INNOCENZA BATTERICO-VIRALE

Arriva l'igienista ambulante e privo di Nobel, privo di cattedra e di referenze, privo di tutela legale, e  dimostra al mondo intero che quel paziente non solo non muore divorato dai microrganismi, ma migliora e guarisce nel giro di una settimana, e si ritrova con un organismo rinnovato, ripulito e normalizzato. Questa è la prova del nove che Valdo Vaccaro, a nome della libera ricerca indipendente ed ispirata al movimento igienista, ha ragione al 100% e che i monatti del virus, dell'Aids dei contagi e delle vaccinazioni hanno torto marcio.

Valdo Vaccaro

http://altrarealta.blogspot.it/

Nessun commento:

Posta un commento