domenica 12 giugno 2011

FIGLI DI MADRE TERRA

Ed essi chiesero sorpresi: Chi `e nostra Madre, e quali sono i suoi angeli?
dov’`e il suo regno?.
VostraMadre `e in voi e voi siete in lei. Lei vi ha generato, lei vi dà la vita. Fu
lei a edificare il vostro corpo e un giorno lo restituirete a lei. Sarete felici quando
conoscerete lei e il suo regno e accoglierete i suoi angeli rispettando le sue Leggi.
Io vi dico in verit`a, chi far`a questo non vedrà malattia. Perch´e il potere di nostra
Madre `e al di sopra di tutto, esso, governando i nostri corpi e tutte le cose viventi,
annienta Satana e il suo regno.
Il sangue che scorre in noi `e nato dal sangue di nostra Madre Terra. Da quel
suo sangue che scende dalle nuvole, scaturisce dal suo grembo, mormora nei ruscelli
di montagna, scorre ampio nei fiumi della pianura, riposa nei laghi, infuria
possente nei mari in tempesta.
L’aria che respiriamo `e nata dal respiro di nostra Madre Terra. Da quel suo
respiro che `e azzurro nelle altezze del cielo, sussurra sulle vette delle montagne,
bisbiglia tra le foglie della foresta, ondeggia nei campi di mais, sonnecchia in
fondo alle vallate e brucia nel deserto.
La durezza delle nostre ossa `e nata dalle ossa di nostra Madre Terra. Da quelle
rocce e quelle pietre che s’innalzano spoglie verso i cieli sulle sommit`a delle
montagne, che sono come giganti addormentati ai fianchi delle alture e che, come
monumenti posti nel deserto, sono nascoste nelle profondità della terra.
La tenerezza della nostra carne `e nata dalla carne di nostra Madre Terra. Da
quella sua carne che cresce gialla e rossa nei frutti degli alberi e ci alimenta dai
solchi dei campi.
Le nostre viscere sono nate dalle viscere di nostraMadre Terra e sono nascoste
ai nostri occhi come le profondità invisibili della terra. La luce dei nostri occhi e
l’udito dei nostri orecchi sono nati entrambi dai colori e dai suoni di nostraMadre
Terra, che ci circondano come le onde del mare circondano un pesce e come il
soffio del vento circonda un uccello.
Vi dico, in verità, che l’uomo `e Figlio diMadre Terra e da lei il Figlio dell’Uomo
riceve tutto il suo corpo, proprio come il corpo di un neonato `e generato dal
grembo di sua madre. Vi dico, in verità, che voi siete tutt’uno conMadre Terra, lei
`e in voi e voi siete in lei. Siete nati da lei, vivete in lei e tornerete a lei. Rispettate
dunque le sue leggi, perchè nessuno pu`o vivere a lungo n´e essere felice se non
onora sua Madre Terra rispettando le sue leggi. Perch´e il vostro respiro `e il suo
respiro; il vostro sangue `e il suo sangue; le vostre ossa sono le sue ossa; la vostra
carne `e la sua carne; le vostre viscere sono le sue viscere; i vostri occhi e i vostri
orecchi sono i suoi occhi e i suoi orecchi.
Io vi dico, in verità, che se mancherete di osservare una sola delle sue leggi e
se danneggerete un solo membro del vostro corpo, allora sarete totalmente persi
nei vostri dolorosi tormenti e ci saranno pianto e stridore di denti. Io vi dico, che
se non rispetterete le leggi di vostraMadre voi non sfuggirete alla morte; ma colui
che sar`a fedele alle leggi di sua Madre godr`a della fedeltà di sua Madre verso
di lui. E lei guarirà tutte le sue ferite e lui non si ammalerà mai. Lei gli darà
lunga vita proteggendolo da tutte le afflizioni; dal fuoco, dall’acqua e dal morso
dei serpenti velenosi. Perch´e nostra Madre ci ha dato la vita e ce la conserva. Lei
ci ha dato il nostro corpo e nessuno, se non lei, lo risanerà. Chi ama sua madre e
dimora vicino al suo seno sarà felice. Perch´e nostraMadre ci ama anche quando ci
allontaniamo da lei; e quanto piu' ci amerà quando ritorneremo a lei? Io vi dico, in
verit`a, che il suo amore `e immenso, `e piu' grande delle piu' grandi montagne e piu'
profondo dei mari pi`u profondi. E lei non abbandonerà mai coloro che la amano.
Come la chioccia protegge i suoi pulcini, la leonessa i suoi leoncini e la madre il
suo neonato, cosi' Madre Terra protegge il Figlio dell’uomo da tutti i pericoli e da
tutti i mali.

dal Vangelo Esseno della Pace
Manoscritti originali scoperti e tradotti da Edmond Bordeaux Szekely

Nessun commento:

Posta un commento